Keystone
+ 4
HCAP
20.09.16 - 22:180
Aggiornamento : 21.09.16 - 11:50

L'Ambrì lotta, soffre e alla fine porta a casa il successo

I biancoblù si sono imposti alla Valascia 4-3 dopo i rigori contro lo Zugo trovando la prima vittoria stagionale. In rete Monnet, Pesonen e D'Agostini

AMBRÌ - Il sesto turno di LNA ha sorriso all'Ambrì, capace di imporsi alla Valascia contro lo Zugo dopo i rigori con il punteggio di 4-3. I leventinesi sono così finalmente riusciti a portare a casa la prima vittoria stagionale dopo aver perso sei incontri consecutivi, anche se mai successo fu più sudato.

I ticinesi vincevano infatti 3-2 fino a 11 secondi dal termine, momento in cui il "giovane" Holden ha cercato di rovinare i piani agli avversari, realizzando la rete del 3-3 che ha portato le due squadre all'overtime. Alla fine sono serviti 11 rigori per decretare il vincitore e per fare esplodere una Valascia che non ha mai smesso un solo secondo di incitare i propri beniamini.

Bisogna dire che dopo un primo tempo opaco e una doppia superiorità numerica non sfruttata nel terzo periodo, il fantasma dell'ennesima sconfitta aleggiava dalle parti della Leventina, ma fortunatamente così non è stato, anzi. Tutto quello che finora era sembrato non andare per il verso giusto, in un attimo è cambiato: hanno trovato infatti la via della rete i criticati Pesonen (anche due gol su rigore per lui, ndr) e D'Agostini, con quest'ultimo che ha sfatato il tabù powerplay, siglando la terza rete in 5 contro 4. Oltre a questo, la squadra non è naufragata all'overtime come successo nelle altre partite e dulcis in fundo, dopo 11 rigori, è stato un altro nuovo acquisto a regalare i due punti alla squadra: Guggisberg.

Per l'occasione Hans Kossmann ha deciso di rimescolare per l'ennesima volta le linee, ma questa volta ha avuto ragione. L'head-coach leventinese ha probabilmente schierato in prima linea i suoi uomini migliori sulla carta, ovvero D'Agostini, Emmerton e Monnet.

Nel primo tempo però, i padroni di casa hanno sofferto molto l'iniziativa dei Tori, i quali hanno preso in mano il pallino del gioco e sono andati più volte vicino alla rete, soprattutto con Zangger e Diaz. Vantaggio che è arrivato al 15' grazie alla premiata ditta Martschini-Suri, con quest'ultimo abile a superare Zurkirchen. Da segnalare che i biancoblù, nonostante abbiano subìto le iniziative degli avversari, sono andati più volte al tiro, ma come spesso è accaduto nelle prime giornate di campionato, il disco non ha voluto saperne di entrare. 

Nel periodo centrale i leventinesi sono scesi sul ghiaccio molto più determinati e dopo le iniziative di Guggisberg, Emmerton e Lhotak non andate a buon fine, sono riusciti a trovare il meritato pareggio con Monnet, bravo a deviare nello slot una conclusione di Mäenpää. Realizzato l'1-1, D'Agostini e compagni hanno preso coraggio, andando vicino alla seconda segnatura ancora con Monnet e con capitan Duca, ma dopo 40' il punteggio non è più cambiato.

Nell'ultimo terzo Senteler ha gelato la Valascia dopo meno di un minuto di gioco (1-2), ma invece di sprofondare, i biancoblù hanno reagito, portandosi nel giro di 4' sul 3-2 grazie ai sigilli di Pesonen e D'Agostini in superiorità numerica. Quando sembrava che ormai i biancoblù avessero i tre punti in tasca Holden, come detto, ha siglato a 11 secondi dal termine dell'incontro il 3-3.

Questa rete non ha fortunatamente tagliato le gambe ai ticinesi, i quali sono riusciti a rialzare la testa e a vincere dopo i rigori.

Da segnalare l'ottma prova di Zurkirchen e di Fuchs, con quest'ultimo che si è rivelato un'autentica spina nel fianco della retroguardia ospite.

Grazie a questi due punti i ragazzi di Kossmann ne hanno ora 4 in classifica, due lunghezze in meno del Friborgo decimo, ma tre in più del Langnau, ultimo.

AMBRÌ - ZUGO dr 4-3 (0-1, 1-0, 2-2, 0-0)

Reti: 14'16 Suri (Martschini, Diaz) 0-1; 32'48 Monnet (Mäenpää, Lhotak) 1-1; 41'02 Senteler (Martschini, Immonen) 1-2; 49' Pesonen (Emmerton) 2-2; 52'47 D'Agostini (Mäenpää, Lhotak, 5c4) 3-2; 59'49 Holden (McIntyre, Martschini) 3-3.
AMBRÌ: Zurkirchen; Mäenpää, Berger; Monnet, Emmerton, D’Agostini; Jelovac, Trunz; Pesonen, Fuchs, Kostner; Gautschi, Zgraggen; Berthon, Lhotak, Guggisberg; Fora, Ngoy; Lauper, Kamber, Duca

Guarda tutte le 8 immagini
Commenti
 
tazmaniac 2 anni fa su tio
una rondine non fa primavera. Contento però di aver centrato in pieno il risultato all'azzeccahockey, abbinato a quello del Lugano ... ;o)
Srdjan Tomic 2 anni fa su fb
Alex Della Torre
Alex Della Torre 2 anni fa su fb
Siii???
Marcel Baier 2 anni fa su fb
È ora cuntinuate cosi nei prosimi giorni
Joao Bienert 2 anni fa su fb
Complimenti! Meglio tardi che mai!
Davide Lentschik 2 anni fa su fb
Siiiiiiiii cazzzo ⚪?
Filippo Gaiani 2 anni fa su fb
Sharon Brusorio yeyeyeye
Sharon Brusorio 2 anni fa su fb
Solo culo ?
TOP NEWS Sport
MOTOMONDIALE
2 ore

Un po' di relax... luganese prima del rientro

Jorge Lorenzo - out da tre Gran Premi per infortunio - tornerà a gareggiare nel weekend prossimo a Silverstone

SERIE A
5 ore

«Icardi vittima del maschilismo nel calcio»

Adriano Galliani - attuale amministratore delegato del Monza - ha detto la sua in merito alla spinosa situazione dell'argentino

COPPA SVIZZERA
7 ore

Ticino-Romandia: Losanna-Lugano e Bellinzona-Xamax

Sorteggiati i duelli dei 1/16 di Coppa: sfida alla portata ma non semplice per i bianconeri, osso durissimo per i granata

MERCATO
8 ore

Lichtsteiner pronto ad abbracciare Schmidt in Bundesliga

Chiusa l'avventura in Premier con l'Arsenal il laterale elvetico sarebbe molto vicino alla firma con l'Augsburg

COPPA SVIZZERA
9 ore

Lo Sciaffusa di Yakin già a casa

Gialloneri out al primo turno, battuti 3-1 dalla squadra di Prima Lega del Linth. Avanti le tre squadre di Super League impegnate oggi

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile