Borussia Dortmund
2
Paris Saint Germain
1
fine
(0-0)
Atletico Madrid
1
Liverpool
0
fine
(1-0)
Davos
1
Zugo
2
fine
(0-0 : 1-1 : 0-0 : 0-1)
Ginevra
2
Langnau
3
fine
(2-1 : 0-0 : 0-1 : 0-0 : 0-1)
Borussia Dortmund
CHAMPIONS UEFA
2 - 1
fine
0-0
Paris Saint Germain
0-0
WITSEL AXEL
44'
 
 
 
 
54'
GUEYE IDRISSA
 
 
59'
NEYMAR JUNIOR
1-0 HALAND ERLING
69'
 
 
 
 
75'
1-1 NEYMAR JUNIOR
2-1 HALAND ERLING
77'
 
 
 
 
87'
MEUNIER THOMAS
 
 
89'
VERRATTI MARCO
44' WITSEL AXEL
GUEYE IDRISSA 54'
NEYMAR JUNIOR 59'
69' 1-0 HALAND ERLING
NEYMAR JUNIOR 1-1 75'
77' 2-1 HALAND ERLING
MEUNIER THOMAS 87'
VERRATTI MARCO 89'
First leg.
Venue: Signal Iduna Park.
Turf: Natural.
Capacity: 81,360.
Referee: Antonio Mateu Lahoz (ESP).
Assistant referees: Pau Cebrian Devis (ESP), Roberto del Palomar (ESP).
Video Assistant Referee: Alejandro Hernandez (ESP).
Assistant Video Assistant Referee: Ricardo de Burgos (ESP).
Fourth official: Jose Luis Munuera Montero (ESP).
Sidelined Players: DORMUND Out: Reus (thigh), Delaney (knee), Doubtful: Brandt (ankle).
PARIS Out: Dagba (knee), Diallo (thigh), Doubtful: Neymar (ribs).
Ultimo aggiornamento: 18.02.2020 22:54
Atletico Madrid
CHAMPIONS UEFA
1 - 0
fine
1-0
Liverpool
1-0
1-0 NIGUEZ SAUL
4'
 
 
 
 
40'
MANE SADIO
CORREA ANGEL
45'
 
 
 
 
59'
GOMEZ JOE
4' 1-0 NIGUEZ SAUL
MANE SADIO 40'
45' CORREA ANGEL
GOMEZ JOE 59'
First leg.
Venue: Wanda Metropolitano.
Turf: Natural.
Capacity: 67,703.
Referee: Szymon Marciniak (POL).
Assistant referees: Paweł Sokolnicki (POL), Tomasz Listkiewicz (POL).
Video Assistant Referee: Pawel Gil (POL).
Assistant Video Assistant Referee: Tomasz Kwiatkowski (POL).
Fourth official: Tomasz Musiał (POL).
Sidelined Players: ATLETICO Out: Trippier (hip), Doubtful: Herrera (knee), Felix (muscle), Costa (hernia).
LIVERPOOL - Out: Clyne (knee), Doubtful: Shaqiri (calf).
Ultimo aggiornamento: 18.02.2020 22:54
Davos
LNA
1 - 2
fine
0-0
1-1
0-0
0-1
Zugo
0-0
1-1
0-0
0-1
1-0 MEYER
35'
 
 
 
 
36'
1-1 LINDBERG
 
 
61'
1-2 LEUENBERGER
35' 1-0 MEYER
LINDBERG 1-1 36'
LEUENBERGER 1-2 61'
Ultimo aggiornamento: 18.02.2020 22:54
Ginevra
LNA
2 - 3
fine
2-1
0-0
0-1
0-0
0-1
Langnau
2-1
0-0
0-1
0-0
0-1
1-0 BERTHON
7'
 
 
 
 
13'
1-1 ANDERSONS
2-1 ROD
19'
 
 
 
 
60'
2-2 ELO
7' 1-0 BERTHON
ANDERSONS 1-1 13'
19' 2-1 ROD
ELO 2-2 60'
Ultimo aggiornamento: 18.02.2020 22:54
HCL
09.09.16 - 22:070
Aggiornamento : 10.09.16 - 09:08

Rimonta incompiuta: il Lugano si ferma sul più bello

In difficoltà sulla pista di Zugo, i bianconeri sono riusciti a rimontare dall'1-3, per poi cedere il passo ai Tori che nella prima giornata di campionato si sono imposti per 4-3

ZUGO - L'attesa è finalmente terminata e, dopo aver conquistato il pass per i sedicesimi di finale della Champions Hockey League, il Lugano venerdì sera si è tuffato nuovamente nel campionato, recandosi per la prima partita stagionale nell'insidiosa tana dello Zugo. In quella Bossard Arena dove, lo scorso marzo, i bianconeri avevano iniziato il loro cammino verso la finale dei playoff persa poi contro il Berna.

Per la prima di campionato, Shedden ha dovuto fare di necessità virtù, facendo i conti con gli infortuni di Kparghai, Furrer e Vauclair: per l'occasione è quindi stato schierato Sannitz a completare il reparto arretrato. In porta l'head coach canadese ha preferito Manzato a Merzlikins.

Il match, molto fisico fin dall'inizio, si è aperto con lo Zugo che ha cercato di mettere molta pressione nel terzo bianconero, anche grazie a tre powerplay, andando ripetutamente al tiro, trovando però sulla propria strada il numero 84 dei sottocenerini. Il Lugano, invece, ha mostrato tutte le sue qualità sia in fase di contenimento che in quella offensiva: l'1-0 di Bürgler (5') in powerplay è stata la fotografia del potenziale della truppa ticinese. Assist sublime di Klasen, tocco facile e dolce di uno dei grandi ex di serata. I Tori hanno provato ad attaccare a testa bassa, ma le ripartenze bianconere hanno sempre fatto venire i brividi ai padroni di casa.

Così come palesato anche contro l'Adler, il Lugano in questo momento della stagione va incontro ad alcuni blackout sull'arco dei 60'; la dimostrazione la si è avuta nel secondo tempo. Dopo aver sciupato un paio di buone occasioni per raddoppiare, i ragazzi di Shedden hanno iniziato a soffrire in maniera marcata l'aggressività e l'attitudie dello Zugo che, continuando a premere, è riuscito a ribaltare la sfida. Peter (31') e una doppietta di Diaz (34' e 35') hanno in breve tempo messo in ginocchio i bianconeri che hanno poi avuto un sussulto con Brunner: il colpo a botta sicura del numero 98 si è pero spento al lato della gabbia di Stephan.

Con Fazzini messo KO da Alatalo a pochi istanti dalla seconda sirena (a rischio la sua presenza nel derby di sabato), Chiesa e compagni sono tornati in pista carichi a mille, mettendo alle corde i padroni di casa che hanno dovuto subire la doppietta di Martensson (44' e 52') - quasi invisibile fino a quel momento - che ha così riequilibrato la contesa. Quando l'impresa sembrava ormai fatta, e con lo Zugo sulle gambe, Holden ha illuminato la pista pescando Martschini che ha così freddato nuovamente Manzato (54').

È quindi maturata una sconfitta difficile da decifrare; il Lugano ha mostrato tutti i suoi volti. Bello e letale a tratti (i tre assist di Klasen si commentano da soli), sofferente e in confusione in determinati momenti. La reazione è arrivata quando la partita sembrava persa, ma alcune disattenzioni (soprattutto di Sondell) hanno fatto la differenza. Poco male, sabato si torna in pista e alla Resega sarà subito derby.

ZUGO-LUGANO 4-3 (0-1; 3-0; 1-2)
Reti: 4'50 Bürgler (Klasen/5c4) 0-1; 30'04 Peter (Schnyder) 1-1; 33'06 Diaz (Peter, Immonen/5c4) 2-1; 34'15 Diaz (Holden/5c4) 3-1; 43'12 Martensson (Klasen, Sondell/5c4) 3-2; 51'49 Martensson (Chiesa,Klasen) 3-3; 53'36 Martschini (Holden, Diaz) 4-3.
LUGANO: Manzato; Sannitz, Chiesa; Klasen, Martensson, Brunner; Sondell, Hirschi; Bertaggia, Zackrisson, Bürgler; Ronchetti, Ulmer; Hofmann, Gardner, Fazzini; Sartori; Reuille, Morini, Walker.
Penalità: 7x2' Zugo + 10' Suri; 7x2' Lugano.
Note: Bossard Arena, 6716 spettatori. Arbitri: Dipietro, Stricker; Bürgi, Huguet.

Partecipa anche tu alla nuova edizione dell'Azzeccahockey. Iscriviti su tio.ch/sport/azzeccahockey

Commenti
 
TOP NEWS Sport
NATIONAL LEAGUE
35 min
Il Friborgo vince a Losanna e inguaia il Berna
I burgundi si sono imposti per 3-2 nel derby romando, incamerando tre punti preziosissimi in ottica playoff e allungando a +4 sulla linea
SUPER LEAGUE
3 ore
«Spero di ripagare la fiducia che il Lugano ha avuto in me»
Il nuovo attaccante del Lugano, Rangelo Janga, si è presentato alla stampa. Il ds Padalino: «Necessitavamo di un giocatore con le sue caratteristiche»
TENNIS
4 ore
Rios shock: «L'Atp ha coperto quattro volte il doping di Agassi»
Marcelo Rios, ex numero 1 del ranking mondiale, va all'attacco: «Insabbiarono tutto. Masters? Si giocava sempre sul veloce per favorire Sampras»
VIDEO
SÜPER LIG
6 ore
Fallisce due rigori in 5' e il coach (furioso) lo sostituisce...
È successo a Muhammet Demir nel match di campionato fra Gaziantep e Rizespor
SUPER LEAGUE
9 ore
Angelo Renzetti & Gerard Piqué: il calciatore avrebbe rifiutato il Lugano
Stando al presidente bianconero le due parti non si sono però incontrate di persona, poiché la vendita della società è affidata a uno studio legale
video + foto
AUTOMOBILISMO
11 ore
Spaventoso incidente: Newman è vivo per miracolo (ma è gravemente ferito)
La Daytona 500 è stata caratterizzata da un bruttissimo incidente che ha coinvolto il 42enne pilota statunitense
CHAMPIONS LEAGUE
12 ore
Spazio alle stelle, riparte col botto lo spettacolo Champions
Riflettori puntati sui primi duelli degli ottavi di finale. Il Liverpool di Salah, detentore del trofeo, è atteso a Madrid. Favre accoglie il PSG
NATIONAL LEAGUE
15 ore
3x2 con vista sui playoff: il Lugano serve (due volte) per il match
Negli scontri diretti con Friborgo e Berna, i bianconeri possono chiudere i conti. Devono farlo, per non correre rischi
SUPER LEAGUE
1 gior
«Per Janga parlerà il campo, ma l'impressione è ottima. Crnigoj? Fuori dal progetto»
Il presidente Angelo Renzetti ha commentato l'arrivo dell'attaccante: «È un prestito con diritto di riscatto. Spero di vederlo già col Sion»
PREMIER LEAGUE
1 gior
Chi ha preso più cartellini in Premier? Granit Xhaka
Il centrocampista elvetico ha rimediato la bellezza di 27 cartellini gialli negli ultimi due anni e mezzo, nessuno ha fatto peggio di lui
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile