HCL
11.11.14 - 07:010
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Kamber: "Col Lugano sfida difficile ma non impossibile: occhio ai loro stranieri"

L’attaccante numero 79 del Bienne ha presentato la sfida di questa sera contro la sua ex squadra, gettando un occhio anche al match di venerdì di Ambrì

BIENNE - Torna il campionato di LNA, dopo la pausa per la Nazionale: il disco torna a scivolare sul ghiaccio delle piste elvetiche e ad aprire le danze ci penseranno martedì sera Bienne e Lugano. Sulla carta sembrerebbe una sfida senza storia, ma la classifica può mentire: nell’ultimo scontro diretto in casa Seelanders sono stati proprio Kamber e compagni a imporsi.

“Per me questa è sicuramente una sfida importante e sempre molto sentita dopo tutti gli anni trascorsi alla Resega - ha esordito proprio il numero 79 del Bienne - ma durante questa settimana giocheremo tre partite, tutte delicate di cui due in casa: venerdì andremo ad Ambrì, sabato ospitiamo lo Zugo. Non ci sono più partite semplici o impossibili in questo campionato, la classifica non è così complicata ma bastano due sconfitte per ritrovarsi nelle zone calde della graduatoria”.

I ragazzi di Schläpfer arrivano alla sfida di stasera dopo tre sconfitte consecutive: un momento non facilissimo, ma il calendario offre immediatamente loro la possibilità di riscatto. “Se dovessimo ottenere cinque punti in queste tre partite, potremmo ritenerci soddisfatti - ha sottolineato ancora Kamber - Col Lugano dobbiamo essere attenti, specialmente quando giocheremo con l’uomo in meno. L’ultima volta in casa nostra ci siamo riusciti, ma alla Resega invece abbiamo sofferto in maniera incredibile tutta la loro forza. Pettersson, Klasen, McLean sono stranieri fortissimi, fanno sempre la differenza… ma non dimentichiamoci gli svizzeri”.

A proposito di svizzeri… Kamber è il miglior marcatore svizzero dei Seelanders con 5 reti e 12 assist: 17 punti come il Top Scorer Päar Arlbrandt. “In effetti quest’anno sto ottenendo diversi punti, ma l’importante non è avere una sola linea pericolosa, altrimenti diventi prevedibile. Gli stranieri sono solo quattro… nell’hockey moderno, gli svizzeri sono ancora più determinanti di quanto era in passato. Ovviamente questo discorso vale anche per tutte le altre squadre e dovremo essere bravi ad affrontare partita dopo partita con la stessa testa: venerdì ad Ambrì sarà complicatissima, tanto è vero che nell’unica sfida di quest’anno ci hanno battuto qui in casa nostra. Quella sera era impossibile tenere Giroux”, ha spiegato.

È quindi ora di tornare in pista e di affrontare la volata che porterà le squadre alla pausa di Natale. Si riparte da Bienne: in palio ci sono subito punti importantissimi. “Dovremo guardarci alle spalle in classifica, anche se il Losanna sesto non è lontano, ma contro il Lugano sarà dura: ho visto davvero una grande squadra!”, ha concluso.

Commenti
 
TOP NEWS Sport
HCAP/HCL
1 ora
Esame doppio per l'Ambrì, trappole per il Lugano
Weekend di campionato; i biancoblù sfideranno Friborgo e Losanna, i bianconeri se la vedranno con il Langnau
NAZIONALE
2 ore
C'è la sfida alla Georgia, i tre punti sono d'obbligo
Questa sera la Nati giocherà a San Gallo il penultimo match di qualificazione all'Europeo. Serve solo vincere
TENNIS
11 ore
Maestoso King Roger: piega Djokovic e vola in semifinale
Il campione renano ha liquidato il serbo con il punteggio di 6-4, 6-3
MOTOMONDIALE
11 ore
«Lorenzo? Triste vederlo in questa situazione»
In molti hanno commentato l'addio dello spagnolo. Marc Marquez: «È una sorpresa, ma ha dimostrato coraggio e personalità». Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati: «Decisione sofferta»
SERIE A
14 ore
CR7 smentisce Sarri: «Non sto bene, sto molto bene...»
L'attaccante della Juve, dal ritiro del Portogallo, manda un messaggio al tecnico: «Vi dico una cosa per tutte le prime pagine dei giornali...»
MOTOMONDIALE
16 ore
L'addio di Lorenzo: «Impossibile trovare ancora le motivazioni»
Jorge Lorenzo ha annunciato il ritiro all'età di 32 anni: «Adoro questo sport, ma adoro vincere. Mi sono reso conto che questo non è più possibile»
MOTOMONDIALE
18 ore
Lorenzo si ritira!
Il 32enne pilota spagnolo, cinque volte campione del mondo (tre nella classe regina), ha annunciato il suo addio al circus
FORMULA 1
20 ore
«La Ferrari bara», Verstappen ingenuo portavoce della Mercedes
Helmut Marko ha provato a chiudere la querelle innescata dall'olandese. «Lui ha esagerato, ma l'indagine è partita dalla Mercedes»
NATIONAL LEAGUE
23 ore
«Non stiamo panicando», a Berna tra preoccupazione e pancia piena
Cosa sta succedendo agli Orsi? Alex Chatelain: «Non c'è un unico aspetto che non va, dobbiamo rimanere positivi»
NATIONAL LEAGUE
1 gior
«L'ultima volta l'Ambrì ci ha ucciso»
Christian Dubé è l'artefice della rinascita del Friborgo: «Ma non ho la bacchetta magica, non c'è alcun segreto»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile