Immobili
Veicoli
Sampdoria
4
Fiorentina
1
fine
(2-0)
Juventus
1
Lazio
0
1. tempo
(1-0)
Francia
2
Germania
2
2. tempo
(1-2 : 1-0)
Finlandia
4
Usa
0
2. tempo
(1-0 : 3-0)
keystone-sda.ch / STF (Andrew Medichini)
+7
EURO 2020
11.06.21 - 08:000

Statistiche impressionanti, azzurri euforici

L'Italia parte sognando il titolo. Già la prima con la Turchia sarà però dura

Esperienza e freschezza nel gruppo azzurro.

ROMA - L’Italia apre gli Europei in un clima di euforia, oltretutto all’Olimpico di Roma. Di fronte alle impressionanti statistiche stagionali (10 partite dall’11 ottobre 2020, 8 vittorie – le ultime consecutive – con 26 reti segnate e 1 sola subita!), la Turchia sembrerebbe una vittima predestinata, anche perché nei tre scontri diretti continentali ha rimediato altrettante sconfitte, l’ultima nell’edizione finale del 2000 (1-2).

L’infortunio dell’ultima ora dell’interista Sensi, sostituito con Pessina dell’Atalanta, resta l’unico imprevisto della nazionale azzurra, che non nasconde le ambizioni di conquista del titolo nella finalissima di Wembley, lei che vanta un ottimo rendimento nella storia degli Europei (16 successi e 16 pareggi su 38 gare disputate) per un unico titolo ottenuto nel lontano 1968 proprio a Roma.

Roberto Mancini fa affidamento sull’esperienza di Giorgio Chiellini (107 presenze) e Leonardo Bonucci (102), inseriti nella top ten di tutti i tempi al fianco di Buffon (176), Cannavaro (136), Paolo Maldini (126), De Rossi (117), Pirlo (116) e Zoff (112). Ciro Immobile è il cannoniere della rosa attuale con 13 gol, seguito da Andrea Belotti con 12.

Sventola il tricolore anche sul fronte turco. Quattro giocatori militano nel campionato italiano: Müldür e Ayhan del Sassuolo, Çalhanoglu del Milan e Demiral della Juventus, mentre altri dieci elementi della rosa del CT Senol Günes giocano all’estero, fra i quali la stella Burak Yilmaz, il capitano del Lilla che con 29 gol in 67 presenze occupa il secondo posto della classifica dei goleador di tutti i tempi, capeggiata dal mitico Hakan Sükür (51/112).

Sandro Puppo (a quattro riprese dal 1952 a al 1966), Giovanni Varglien (1955-56) e Leandro Remondini (1958-59) sono stati i mister italiani che hanno guidato la nazionale turca.

Partecipa al concorso Euro-Game
Più di 200.000 premi istantanei per un valore totale di oltre 600.000 franchi possono essere vinti all'Euro-Game di Denner e Tio / 20 minuti. Il premio principale è un anno di acquisti gratuiti da Denner.

EURO 2020: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (ETTORE FERRARI)
Guarda tutte le 11 immagini
Potrebbe interessarti anche
EURO 2020
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
TAMPERE & HELSINKI 2022
3 ore
Il Canada non sbaglia, vince anche la Lettonia di Merzlikins
La Nazionale con la foglia d'Acero si è imposta per 5-1 sulla Slovacchia, mente i lettoni per 3-2 sulla Norvegia
NAZIONALE
5 ore
Miranda e Riat premiati da Patrick Fischer
Patrick Fischer ha assegnato gli ultimi due posti disponibili nel roster
COPPA SVIZZERA
8 ore
Coppa Svizzera, festeggia anche Vacallo: «Alcuni a Berna solo per il Crus»
Il sindaco di Vacallo, comune nel quale Mattia Croci-Torti è nato e cresciuto, è naturalmente felice e orgoglioso
PREMIER LEAGUE
9 ore
Klopp sbotta: «È la competizione più ridicola nel calcio»
Troppi impegni, tanti infortuni (l'ultimo quello di Salah). Il mister dei Reds dice la sua...
FCL
14 ore
Il Lugano, la Coppa e (ancora) l'Europa: l'impresa del Crus è servita
I bianconeri hanno riportato la Coppa nazionale a Cornaredo: si tratta della quarta affermazione nella storia del club.
COPPA SVIZZERA
23 ore
Lugano, l'euforia è grande: «Il Ticino ha vinto»
Oltre al gladiatore Mijat Maric, si è espresso anche Martin Blaser, CEO del club: «Croci-Torti? Scelta azzeccata».
TAMPERE & HELSINKI 2022
23 ore
Danimarca, poca cosa: la Svizzera la demolisce
Secondo successo “mondiale” per la Svizzera, sbarazzatasi 6-0 della Danimarca
COPPA SVIZZERA
1 gior
Piccolo-Grande Crus: «Siamo nella storia»
Il tecnico del Lugano in lacrime dopo l'importante vittoria: «Come tifo siamo stratosferici».
COPPA SVIZZERA
1 gior
Lugano, è tutto vero: «Contentissimo per il Ticino»
Capitan Sabbatini non sta più nella pelle: «È il trofeo più importante della mia carriera».
BERNA
1 gior
Quattro schiaffi al San Gallo: Lugano re di Coppa
Il Lugano doma il San Gallo e conquista per la quarta volta nella sua storia la Coppa Svizzera
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile