SERIE A
18.04.14 - 17:040
Aggiornamento : 15.11.14 - 10:40

Seedorf rischia, ma l'olandese è tranquillo

Il tecnico rossonero: "Sono sicuro di essere l'allenatore del Milan anche l'anno prossimo"

MILANO (Italia) - Lui dubbi non ne ha. Mentre intorno venti di calciomercato, o per meglio dire bufere, continuano a parlare di toto-allenatore per il Milan con Inzaghi in pole seguito da Donadoni e Spalletti, Seedorf si mostra impermeabile. Al termine di una settimana di polemiche e dubbi, con la posizione dell’olandese tornata fortemente in bilico dopo le incomprensioni con Galliani, il tecnico rossonero ostenta serenità: "Sono sicuro di essere l'allenatore del Milan anche il prossimo anno, a meno che non arriva una telefonata del presidente. Non posso e non voglio continuare a rispondere a quanto si scrive, ho una linea diretta con la Società e mi rapporto con Galliani e con il Presidente Berlusconi. Da quanto non lo sento? L'ultima volta l'ho sentito dopo la Lazio. Riprenderemo i contatti con lui la prossima settimana. E ribadisco, non ho segnali di un ripensamento nei miei confronti. Io vorrei parlare della partita. Se avete domande alla società, chiedete a Galliani che è qui. Il focus della squadra è l'Europa, non la mia posizione".

Galliani ha incontrato Seedorf proprio prima della conferenza. Si è parlato molto nei giorni scorsi della necessità del quinto posto come condicio sine qua non per la conferma di Seedorf che però chiarisce che anche il sesto posto andrebbe benone: "A me è stato detto che noi vogliamo andare in Europa. E' ovvio che da sportivo cerchiamo di arrivare più in alto possibile". Tra gli altri punti contestati a Seedorf c’è anche lo scarso utilizzo di Abate, che si sarebbe lamentato con Galliani di rischiare i Mondiali per questo: “Abate è stato spesso infortunato: quando sono arrivato era da 50 giorni fuori. Ha trovato spazio e si è fatto male con il Parma. Dobbiamo valutare bene le condizioni di tutti". Poi Seedorf analizza il momento della squadra, partendo dalla prova incerta col Catania: "Non è stato sbagliato l’approccio, non abbiamo giocato bene. La squadra ha messo lo spirito giusto per affrontare un avversario che l'anno scorso è arrivato settimo-ottavo. Il Livorno rappresenta la stessa cosa, la nostra squadra è giustificata ad avere una flessione dopo aver tirato la corda per un po'. A livello di spirito è questo quello che mi aspetto, cercando di migliorare la lucidità. Una squadra che deve rincorrere può soffrire fisicamente e psicologicamente. Cercheremo di allungare le nostre vittorie e prestazione fino a fine stagione". (Itm)

Commenti
 
TOP NEWS Sport
STOP AND GO
1 ora

Incredibile Hofmann, Ambrì sull'altalena e Lugano in chiara difficoltà

C'è ancora tanto materiale su cui lavorare alla Cornèr Arena e alla Valascia, mentre l'ex attaccante bianconero - ora a Zugo - vola a suon di gol e assist

QUALIFICAZIONI EUROPEI 2020
4 ore

Bufera Inghilterra: Maddison lascia il ritiro perché influenzato ma poi viene beccato al casinò...

Il centrocampista del Leicester nel mirino degli inglesi: gioca a poker mentre i suoi compagni sudano a Praga...

HCL
4 ore

Lugano ancora al tappeto, a Losanna la rimonta è solo sfiorata

I bianconeri hanno rimediato la seconda sconfitta consecutiva in meno di 24 ore nonostante la doppietta di Lajunen. 5-2 il risultato finale in favore dei vodesi

FORMULA 1
7 ore

Hamilton, che stoccata alla Ferrari!

Il britannico si gode il sesto titolo consecutivo della Mercedes: «Noi migliori e questo non cambierà»

MOTO GP
9 ore

«Rossi? Lo vedo competitivo e più voglioso che mai»

Danilo Petrucci si è espresso a proposito del Dottore: «Non è il passato, ha segnato un'era e lo sta ancora facendo»

TENNIS
11 ore

È Medvedev il nuovo re di Shanghai

Nella finale del torneo cinese il russo ha battuto Alexander Zverev 6-4, 6-1. Secondo Masters 1000 in carriera vinto in soli due mesi

FORMULA 1
14 ore

Bottas, partenza perfetta e vittoria in Giappone

Il finlandese della Mercedes ha vinto il GP di Suzuka davanti a Vettel e Hamilton. Titolo costruttori ufficialmente alle Frecce d'Argento

FORMULA 1
15 ore

«Hamilton il migliore di sempre? Può diventarlo»

Il team principal della Mercedes - Toto Wolff - ha parlato del rapporto che lega la scuderia tedesca e il campione britannico

HCAP
1 gior

L'Ambrì rischia nel finale, ma conquista tre punti

La truppa di Cereda ha liquidato con il punteggio di 4-2 i Lakers, doppietta di D'Agostini

HCL
1 gior

Il Lugano non si accende e viene sgambettato dalla cenerentola Friborgo

I bianconeri si sono fatti sorprendere alla Cornér Arena dall’ultima in classifica. 4-1 il risultato con doppietta di Gunderson

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile