SERIE A
18.04.14 - 17:040
Aggiornamento : 15.11.14 - 10:40

Seedorf rischia, ma l'olandese è tranquillo

Il tecnico rossonero: "Sono sicuro di essere l'allenatore del Milan anche l'anno prossimo"

MILANO (Italia) - Lui dubbi non ne ha. Mentre intorno venti di calciomercato, o per meglio dire bufere, continuano a parlare di toto-allenatore per il Milan con Inzaghi in pole seguito da Donadoni e Spalletti, Seedorf si mostra impermeabile. Al termine di una settimana di polemiche e dubbi, con la posizione dell’olandese tornata fortemente in bilico dopo le incomprensioni con Galliani, il tecnico rossonero ostenta serenità: "Sono sicuro di essere l'allenatore del Milan anche il prossimo anno, a meno che non arriva una telefonata del presidente. Non posso e non voglio continuare a rispondere a quanto si scrive, ho una linea diretta con la Società e mi rapporto con Galliani e con il Presidente Berlusconi. Da quanto non lo sento? L'ultima volta l'ho sentito dopo la Lazio. Riprenderemo i contatti con lui la prossima settimana. E ribadisco, non ho segnali di un ripensamento nei miei confronti. Io vorrei parlare della partita. Se avete domande alla società, chiedete a Galliani che è qui. Il focus della squadra è l'Europa, non la mia posizione".

Galliani ha incontrato Seedorf proprio prima della conferenza. Si è parlato molto nei giorni scorsi della necessità del quinto posto come condicio sine qua non per la conferma di Seedorf che però chiarisce che anche il sesto posto andrebbe benone: "A me è stato detto che noi vogliamo andare in Europa. E' ovvio che da sportivo cerchiamo di arrivare più in alto possibile". Tra gli altri punti contestati a Seedorf c’è anche lo scarso utilizzo di Abate, che si sarebbe lamentato con Galliani di rischiare i Mondiali per questo: “Abate è stato spesso infortunato: quando sono arrivato era da 50 giorni fuori. Ha trovato spazio e si è fatto male con il Parma. Dobbiamo valutare bene le condizioni di tutti". Poi Seedorf analizza il momento della squadra, partendo dalla prova incerta col Catania: "Non è stato sbagliato l’approccio, non abbiamo giocato bene. La squadra ha messo lo spirito giusto per affrontare un avversario che l'anno scorso è arrivato settimo-ottavo. Il Livorno rappresenta la stessa cosa, la nostra squadra è giustificata ad avere una flessione dopo aver tirato la corda per un po'. A livello di spirito è questo quello che mi aspetto, cercando di migliorare la lucidità. Una squadra che deve rincorrere può soffrire fisicamente e psicologicamente. Cercheremo di allungare le nostre vittorie e prestazione fino a fine stagione". (Itm)

Commenti
 
TOP NEWS Sport
VIDEO
BASEBALL
57 min
"Mamma, se non fumi per due anni ti regalo una Maserati"... detto fatto!
Il campione di baseball Josh Donaldson ha mantenuto la sua promessa
SUPER LEAGUE
1 ora
Un Natale sereno: con quale presidente tornerà in campo il Lugano?
I bianconeri hanno chiuso il 2019 con una buona prova contro i campioni svizzeri dello Young Boys
SERIE A
4 ore
Rodriguez non si presta
Poco utilizzato, l'esterno rossocrociato è in uscita dal Milan. Il Diavolo non accetterà però contratti temporanei
SWISS SPORTS AWARDS
12 ore
Sports Awards: gioie per Kambundji e Stucki
Il riconoscimento alla squadra dell'anno è andato alla 4x100, nella quale figura anche la ticinese Ajla Del Ponte
SUPER LEAGUE
14 ore
«Ho una squadra di qualità. Mercato? Ne discuteremo»
Maurizio Jacobacci si è detto soddisfatto per l'attitudine e le prestazioni del suo Lugano: «La squadra ha accettato quello che volevo»
SUPER LEAGUE
16 ore
Cessione? Renzetti nero (ma è rinfrancato dalla squadra)
Il presidente bianconero è deluso da come sta andando la trattativa per il passaggio di mano del club. Sul piano sportivo, invece, guarda con fiducia al futuro
SUPER LEAGUE
17 ore
Per il Lugano arrivano pari, record e vacanze (ma non per tutti)
I bianconeri hanno chiuso la prima parte del campionato pareggiando 0-0 contro lo Young Boys. Ora il rompete le righe, mentre Renzetti proverà a completare la vendita del club
FORMULA 1
20 ore
Vettel declassato: «Era inevitabile»
L'ad del Cavallino Louis Camilleri ha parlato della stagione che si è appena conclusa, elogiando le doti del monegasco
SCI ALPINO
22 ore
Pinturault vince, Kristoffersen giganteggia, Zenhäusern inforca
Il francese si è imposto nello slalom di Val-d'isère, precedendo Gross e Myhrer. Top ten per Meillard e Yule
NAZIONALE U20
1 gior
Un pezzo di Ambrì e Rockets al Mondiale
Rocco Pezzullo è ancora in corsa per prendere parte alla rassegna iridata di Ostrava e Trinec
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile