Immobili
Veicoli
Affamato, non arrogante: il Lugano può pensare in grande
Ti-press (Pablo Gianinazzi)
+13
SUPER LEAGUE
22.11.21 - 12:000
Aggiornamento : 23:42

Affamato, non arrogante: il Lugano può pensare in grande

Preso per mano da Croci-Torti, il Lugano sta brillando per maturità e consapevolezza

Davanti a sé il Lugano ha un ciclo terribile; campo e... PSE.

LUGANO - Si può essere estremamente felici per un successo casalingo su un avversario incerottato e ora ultimo della classifica?

Nel caso del Lugano… si deve esserlo. Per il risultato in sé, ok, ma anche per come è maturato e per il suo significato nell’economia di una stagione che ancora molto ha da dire. Il Lugano non ha solo battuto un Lucerna balbettante e incerto, lo ha fatto mostrando buonissima personalità, quella propria solo delle grandi squadre. Lo ha aspettato e colpito nel primo tempo e poi lo ha tenuto lontano dalla sua area, facendolo giocare sotto ritmo, nella ripresa. Lo ha sfidato sapendo quel che avrebbe dovuto fare per sconfiggerlo e, con calma e grandissima padronanza della situazione, ha raggiunto il suo scopo attuando alla perfezione il piano che aveva studiato. 

Tutto ciò, la programmazione e il raggiungimento dell’obiettivo, è una costante di questi bianconeri, che giornata dopo giornata stanno accrescendo la loro autostima e, contemporaneamente, guadagnando rispetto tra gli squali di Super League. 

C’è anche quella cosuccia del terzo posto della classifica, è vero. In un campionato con quattro “gironi” come il nostro la graduatoria novembrina conta tuttavia praticamente nulla: va bene sbirciarla ed esserne fieri ma, vista la sua natura volubile, non conviene darle troppo peso. Meglio è che, per evitare imprevisti e dolorosi scivoloni, per evitare di gettare alle ortiche quanto di buonissimo fatto finora, a Lugano si concentrino sulle prossime sfide. Quelle di una settimana, la prossima, che sarà intensissima. Sabato Sabbatini e soci andranno a far visita a un Grasshopper deluso e affamato dopo la sconfitta patita con il Servette, mercoledì andranno a Berna per il complicatissimo recupero contro lo Young Boys e infine domenica 5 dicembre ospiteranno il velenoso Sion dell’ex Tramezzani. Un tour de force? Qualcosa del genere, sicuramente qualcosa di fisicamente ma anche e soprattutto mentalmente impegnativo. Se poi a tutto ciò si aggiunge la partita del PSE, ormai prossima a concludersi con un risultato inequivocabile, potete immaginare quale sia il livello di stress che dovranno provare a sopportare i bianconeri nell’immediato futuro. Per ora, comunque, nelle difficoltà si sono quasi sempre esaltati…

CALCIO: Risultati e classifiche

Ti-press (Pablo Gianinazzi)
Guarda tutte le 17 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
uriah heep 5 mesi fa su tio
Bravi 👏 tutti è bravissimo il Crus!!👍👍💪💪 si sta dimostrando un ottimo allenatore, sia a livello tattico , sia a livello di psicologia verso la squadra !! Avanti così e forza votiamo sì al PSE di fine settimana contro il MPS che non c’entra con Lugano , quantite negligeable e contro i borsoni immobiliari del centro Lugano che hanno sempre e solo tirato l’acqua al loro mulino !!😩😩
sergejville 5 mesi fa su tio
ottimo Lugano. Peccato che nel campionato CH, non essendoci i Playoff (o cmq maggiore equilibrio) le prime due poszioni son sempre... assegnate ad ottobre. Arrivare terzi sarebbe un gran risultato ma... il pathos è quello che è.
Diablo 5 mesi fa su tio
La questione 4 giorni ha un senso...basti guardare dove eravamo a natale negli anni di qualificazione all EL, detto questo FORZA LUGANO
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
TAMPERE & HELSINKI 2022
43 min
La Svizzera sulla scia del Canada: contro il Kazakistan si può
Per l'occasione Patrick Fischer potrà contare su Miranda e Riat, i quali hanno preso gli ultimi due posti disponibili.
SERIE A
8 ore
Juve beffata in extremis
La Vecchia Signora ha pareggiato 2-2 contro la Lazio. Qualche ora prima la Sampdoria ha piegato la Fiorentina 4-1.
TAMPERE & HELSINKI 2022
9 ore
La Finlandia sculaccia gli USA e vola
Gli scandinavi hanno prevalso sugli Stati Uniti 4-1. Nel Gruppo A la Germania ha invece superato la Francia 3-2.
TAMPERE & HELSINKI 2022
13 ore
Il Canada non sbaglia, vince anche la Lettonia di Merzlikins
La Nazionale con la foglia d'Acero si è imposta per 5-1 sulla Slovacchia, mente i lettoni per 3-2 sulla Norvegia
NAZIONALE
16 ore
Miranda e Riat premiati da Patrick Fischer
Patrick Fischer ha assegnato gli ultimi due posti disponibili nel roster
COPPA SVIZZERA
18 ore
Coppa Svizzera, festeggia anche Vacallo: «Alcuni a Berna solo per il Crus»
Il sindaco di Vacallo, comune nel quale Mattia Croci-Torti è nato e cresciuto, è naturalmente felice e orgoglioso
PREMIER LEAGUE
20 ore
Klopp sbotta: «È la competizione più ridicola nel calcio»
Troppi impegni, tanti infortuni (l'ultimo quello di Salah). Il mister dei Reds dice la sua...
FCL
1 gior
Il Lugano, la Coppa e (ancora) l'Europa: l'impresa del Crus è servita
I bianconeri hanno riportato la Coppa nazionale a Cornaredo: si tratta della quarta affermazione nella storia del club.
COPPA SVIZZERA
1 gior
Lugano, l'euforia è grande: «Il Ticino ha vinto»
Oltre al gladiatore Mijat Maric, si è espresso anche Martin Blaser, CEO del club: «Croci-Torti? Scelta azzeccata».
TAMPERE & HELSINKI 2022
1 gior
Danimarca, poca cosa: la Svizzera la demolisce
Secondo successo “mondiale” per la Svizzera, sbarazzatasi 6-0 della Danimarca
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile