TI-Press
+3
L'OSPITE - ARNO ROSSINI
23.06.21 - 08:010
Aggiornamento : 24.06.21 - 08:25

«Renzetti? Vedendo quel che è girato attorno al Lugano...»

«Renzetti è spessissimo riuscito a trasformare il ferro in argento. Ogni tanto in oro»

Arno Rossini: «In Ticino Renzetti ha la sua vita, il suo lavoro, i suoi affetti. Nel club ha messo tutto quello che ha, compresa la credibilità».

LUGANO - Thyago De Souza e Giammarco Valbusa? Evaporati ancora prima di riuscire veramente a lasciare il segno a Lugano. Anzi, forse - visti i contratti già firmati -, sarebbe più corretto dire: evaporati nonostante i danni già fatti a Lugano. 

La breve liaison con il Ticino dei due pittoreschi dirigenti è stata chiusa dall’emotivamente coinvolgente conferenza stampa di Angelo Renzetti il quale, capito il guaio in cui aveva messo il “suo” Lugano, si è cosparso il capo di cenere e ha fatto marcia indietro. 

Tutto è bene quel che finisce bene, dunque? Diciamo che la situazione economica dei bianconeri rimane difficile; con l’uscita della strana coppia il club ha tuttavia sicuramente scampato problemi più grandi, molto più grandi.

«Vedendo quel che è girato attorno al Lugano nelle ultime settimane, sapere che Renzetti è tornato in sella dà sicuramente grande sollievo - ha specificato Arno Rossini - I due acquirenti, con il loro progetto fumoso condito da nomi altisonanti, hanno infatti fin da subito fatto venire dubbi. Poi se di soldi non ne hanno neppure messi…».

I soldi, è questo il nodo della questione. Il presidente, da solo, non può sostenere il peso di un club di Super League.
«Sono d’accordo. Considero però il suo rientro una bellissima notizia, perché so quanto tiene alla società. So che la conosce a fondo - come conosce a fondo la realtà del pallone svizzero - e che difficilmente fa il passo più lungo della gamba. La situazione è difficile? È chiaro: se c’è una persona affidabile, che può far sopravvivere il club, questa è però sicuramente Renzetti. Gli altri due invece… dai, come ci si sarebbe potuti fidare?».

Non hanno fatto molto per coltivare la loro credibilità, effettivamente.
«C’è un altro aspetto da considerare. In Ticino Angelo ha la sua vita, il suo lavoro, i suoi affetti. Nel club, che ama, ha messo tutto quello che ha, compresa la credibilità. Quindi c’è la certezza che si batterà per garantirgli un futuro. Nella stessa situazione, tra un anno magari, De Souza sarebbe invece scappato: avremmo giusto trovato la chiave sotto lo zerbino».

I prossimi bianconeri saranno estremamente meno competitivi?
«Io credo che, proprio perché alla fine è rimasto, Renzetti riceverà aiuto dalla città e dalle istituzioni. Ha fatto un atto di amore? Gli verrà riconosciuto. Qualcuno il borsino lo aprirà. Sicuro, con Thyago non sarebbe successo».

Non significa però che gli investimenti sulla squadra saranno importanti.
«No, ma si deve riconoscere che negli anni, anche quando i mezzi erano scarsi, il presidente è sempre riuscito ad allestire gruppi competitivi. È spessissimo riuscito a trasformare il ferro in argento. Ogni tanto in oro. Credo quindi che anche stavolta, pur nelle difficoltà, i bianconeri sapranno disputare un buon campionato. Non mi aspetto quindi una stagione drammatica a livello di risultati: sfruttando al meglio le risorse potranno battersi per difendere la categoria».

CALCIO: Risultati e classifiche

Ti-press (Pablo Gianinazzi)
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
TENNIS
1 ora
«Non è accettabile che Novak sia sempre il cattivo, mentre Roger e Rafa...»
Boris Becker: «Conosco Nole sia a livello privato che professionale ed è un bravo ragazzo».
HCL
11 ore
McSorley torna a Ginevra e il Lugano vince
Prestazione convincente fornita dai sottocenerini, vittoriosi 5-3 in terra romanda.
BORDEAUX
13 ore
Rabbia Petkovic
L'ex selezionatore rossocrociato è arrabbiato con i vertici della Federazione elvetica.
COPPA SVIZZERA
13 ore
Il Paradiso sfiora l'impresa
Gli argoviesi hanno deciso la sfida in terra ticinese all'84' con Kevin Spadanuda
MOTOMONDIALE
16 ore
«Impossibile raccogliere il testimone di Valentino Rossi»
Il pilota della Ducati sta attraversando un periodo magico: «Sono contento, stiamo lavorando veramente bene»
MOTOMONDIALE
18 ore
Pazzesco Bagnaia: pole e record della pista
A Misano Adriatico l'italiano ha stabilito il nuovo primato del circuito fermando il tempo in 1'31''065.
MOTO GP
21 ore
«Non mi sto divertendo»
Marc Marquez non si sente in forma: «Sto cercando di lottare e di fare progressi, ma purtroppo soffro».
FORMULA 1
1 gior
Wolff su Verstappen: ecco il chiarimento
Il boss della Mercedes ha parlato nuovamente del contatto avvenuto fra i due piloti nell'ultimo Gran Premio.
HCAP
1 gior
L’Ambrì cade ma non piange
Ambrì agguerrito, Zugo implacabile: prima sconfitta in campionato
HCL
1 gior
Tre gol dell'ex Brunner: Lugano colpito e affondato
Il BIenne ha espugnato la Cornèr Arena 5-3. Per i sottocenerini da segnalare la doppietta di Fazzini.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile