Ti-press (Pablo Gianinazzi)
+21
COPPA SVIZZERA
13.04.21 - 19:410
Aggiornamento : 23:06

Eolo dispettoso e rigore fallito: bianconeri eliminati

Espugnato 1-2 Cornaredo, il Lucerna è in semifinale.

Gli svizzerocentrali si sono salvati grazie a un tiro-cross di Schürpf e poi hanno chiuso i conti nei supplementari.

LUGANO - Beffato 1-2 dal Lucerna, il Lugano ha mancato la qualificazione alle semifinali di Coppa Svizzera. Il tabellone completo? Lo si saprà mercoledì quando, già registrato il passaggio del turno dell’Aarau, Kriens-Servette e Grasshopper-San Gallo completeranno il programma dei quarti di finale.

Quella contro gli svizzerocentrali era una sfida insidiosa per i bianconeri, chiamati a confermare l’ottimo momento di forma (quattro vittorie e un pari nelle ultime cinque partite, compresi gli ottavi di coppa) contro un rivale in difficoltà ma comunque pericoloso. Imperfetta in difesa, in tutta la stagione la truppa dell’ex Celestini ha provato a creare le proprie fortune su un canovaccio estremamente offensivo, non sempre ben interpretato da attori discontinui. Proprio questi, i vari Schürpf, Schaub, Ndiaye e Tasar, hanno levato il sonno alla vigilia a Maurizio Jacobacci, che però ha ottimamente istruito i suoi. Molto compatto, molto attento, capace di giocare “corto”, il Lugano ha infatti aggredito il match fin dai primissimi minuti, riuscendo a limitare le iniziative e il raggio d’azione dei rivali. Equilibrati in un 4-3-1-2 con Bottani dietro le punte, nel primo tempo soprattutto i bianconeri sono inoltre riusciti anche a essere frizzanti dalla metà campo in su. E sono riusciti a lasciare il segno. Merito di Lovric, che al 20’ ha infilzato Müller per il pesantissimo vantaggio. A quel punto, per nulla disposti a rischiare, Maric e compagni hanno lasciato l’iniziativa a un avversario che non è tuttavia stato in grado di “salire di livello”. Lento in transizione e raramente in grado di creare superiorità numerica, il Lucerna non ha infatti saputo infilarsi tra le strette linee bianconere, arrivando all’intervallo senza conclusioni all’attivo.

Tenuto conto della scarsa vena rivale, a inizio secondo tempo Jacobacci ha deciso che era inutile rischiare richiamando l'acciaccato Bottani per affidarsi al peso di Covilo. Risultato? Già in ambasce, con un baluardo in più da superare gli svizzerocentrali sono a lungo stati costretti a girare lontanissimi da Osigwe. Capita la malaparata, Celestini è corso ai ripari e poco prima di metà ripresa ha buttato nella mischia Alabi, Wehrmann e Schwegler. La mossa ha pagato visto che, ridestatisi, gli ospiti hanno almeno provato ad accelerare, cominciando (davvero) a spingere sull’acceleratore. Con i suoi pressati ma non passivi, Jacobacci ha invece pensato al contropiede inserendo Ardaiz al posto di un Gerndt dedito al lavoro sporco. La contromossa non ha tuttavia pagato. Al 79’, con il risultato che sembrava “in ghiaccio” il Lucerna ha infatti trovato il pari. Merito di Eolo, Dio del vento, che con una folata improvvisa ha spinto un cross di Schürpf nella porta bianconera, costringendo i ventidue in campo a una sofferenza extra, quella dei supplementari.

Stanche e senza troppa iniziativa, per buona parte dell’“overtime” le due squadre hanno badato soprattutto a coprirsi. Non hanno tuttavia rinunciato totalmente a inseguire una gloria che ha strizzato l’occhio solo agli ospiti. Ndiaye, favorito dal vento e dalle incertezze della difesa bianconera, ha concretizzato l’occasione che gli è capitata direttamente su rilancio di Müller. Ardaiz (palo), non ci è invece riuscito. Fine della storia? Per nulla. Al 122’ i ticinesi hanno infatti comunque avuto la possibilità di rientrare grazie a un penalty concesso da Bieri. Improvvido, Maric ha però fallito l’occasione, facendo definitivamente evaporare i sogni dei suoi.

LUGANO-LUCERNA 1-2 (1-0, 1-1)
Reti: 20’ Lovric 1-0; 79’ Schürpf 1-1; 107’ Ndiaye 1-2.
LUGANO: Osigwe; Daprelà (112’ Facchinetti), Lavanchy, Maric, Ziegler; Custodio (86’ Macek), Lovric (112’ Lungoyi), Sabbatini; Bottani (46’ Covilo); Gerndt (70’ Ardaiz), Abubakar.
Note: 122’ rigore fallito da Maric.

CALCIO: Risultati e classifiche

Ti-press (Pablo Gianinazzi)
Guarda tutte le 25 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Evry 7 mesi fa su tio
Troppi errori e un "Ciabattini" fannullone e tanto comodo.... ma chi pensa di essere, püotrebbe andare a far compüagnia al buondo ossigenato che ghioca nell'Udinese. Inoltre chi sabaglia un rigore deve riflettere sul danno commesso e rinuinciare una buona fetta dello stipendio. Inoltre non c'è stato l'impegno totale da parte di tutti. Caro Presidente una bacchettata non sarebbe fuori posto, adesso avanti tutta da parte di TUTTI, auguri
papi 7 mesi fa su tio
avevano l`occasione di pareggiare a pochi istanti dalla fine...ma Maric su rigore ha passato il pallone al portiere invece di tirare un missile
Genchi 67 7 mesi fa su tio
Lungoyi attaccante di razza 😂😂😂😂😂,adesso piangete grande Lucerna 🍾🍾🍾🍾🍾🎂🎂🎂🎂🎂
roma 7 mesi fa su tio
@Genchi 67 ...meglio piangere da terzi in campionato che in una lega da oratorio...
Genchi 67 7 mesi fa su tio
@roma Certo hai ragione,meglio essere intelligenti che gnuc come te
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
HCAP
1 ora
Alla Gottardo Arena soltanto con il 2G
Soltanto vaccinati e guariti potranno entrare nella pista leventinese.
CALCIO
3 ore
Losanna: vittima (nuovamente) di razzismo, Mory Diaw non ci sta
Dopo la partita di domenica, il portiere del Losanna Diaw ha ricevuto un messaggio su Instagram contenente una scimmia
CHAMPIONS LEAGUE
5 ore
Milan: tutto in una notte
I rossoneri dovranno battere il Liverpool, ma potrebbe anche non bastare...
NATIONAL LEAGUE
15 ore
«Siamo ancora un po’ troppo “straniero-dipendenti”»
Con Jan Cadieux il Ginevra è tornato in carreggiata «Pre-playoff? In condizioni "normali" non possiamo restarne fuori».
HCL
18 ore
3G o 2G? «Non vorremmo fare distinzioni»
Domani potrebbe cadere la decisione della Lega in merito alle modalità con cui si entrerà in pista.
NATIONAL LEAGUE
21 ore
All'Ambrì mancano i punti degli stranieri. Lugano? Adesso è più solido
Venerdì 10 dicembre è in programma il quinto derby stagionale alla Gottardo Arena (ore 19.45).
SERIE A
1 gior
Arrestato Massimo Ferrero
Il presidente è finito in manette per reati societari e bancarotta. Club non coinvolto.
NATIONAL LEAGUE
1 gior
Bachofner torna allo Zurigo
L'attaccante 25enne, attualmente in forza allo Zugo, tornerà ad indossare la maglia del Lions.
FORMULA 1
1 gior
Botti, penalità e polemiche: alla fine gode Hamilton
Hamilton primo su Verstappen in Arabia Saudita. Piloti appaiati in classifica, si decide tutto ad Abu Dhabi
SCI ALPINO
1 gior
Lara seconda in super G, trionfa ancora la Goggia
Bella prestazione della ticinese, staccata di soli 11 centesimi dall'azzurra, intrattabile sulle nevi di Lake Louise.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile