Ti-press (Alessandro Crinari)
+4
SUPER LEAGUE
12.04.21 - 08:000
Aggiornamento : 21:31

I bianconeri possono preparare con serenità la sfida di Coppa

Gli uomini di Jacobacci, piegando 1-0 il Losanna, hanno difeso il terzo posto e raggiunto quota 40.

La fase decisiva della stagione sta sin qui premiando i ticinesi, ancora in corsa anche in Coppa Svizzera. Domani a Cornaredo arriva il Lucerna (17.00).

LUGANO - È stata dura e difficile, ma il Lugano, stringendo i denti con carattere e caparbietà, ha domato anche il Losanna e raggiunto l'importantissima quota dei 40 punti. Il 28esimo turno di Super League ha portato gioie in casa bianconera, dove sono stati messi in cascina altri tre pesantissimi mattoncini. Manca ancora la certezza matematica, ma la “quota-salvezza” dei 39 punti - più volte indicata da mister Jacobacci - è stata ormai raggiunta e superata.

Pur tenendo i piedi ben saldi a terra ora il Lugano può guardare avanti con serenità e convinzione, voglioso di regalarsi un finale di stagione ricco di emozioni. La vittoria sui vodesi, che hanno creato tanto e mostrato una volta di più la brillantezza del proprio gioco, ha confermato tutta la solidità del gruppo bianconero. Ai ticinesi, oltre alle parate di Osigwe, è bastato il lampo di Maric, che al 18' ha graffiato con una splendida deviazione su angolo di Ziegler.

Con questo nuovo acuto - il terzo nelle ultime quattro uscite, cui va aggiunto il pari col Servette -, il Lugano difende anche il terzo posto in classifica, a -1 proprio dai granata. La fase decisiva della stagione sta dunque sin qui premiando Bottani e compagni, ancora in corsa anche in Coppa Svizzera. A questo proposito già domani c’è in agenda un altro match delicato, col Lucerna atteso a Cornaredo per il duello dei quarti di finale. Come sottolineato dal pres Renzetti andare avanti sarebbe importantissimo.

Se il Lugano gongola e può sorridere, c’è anche chi trema e se la passa decisamente male. È il caso del Sion del vulcanico Constantin, crollato a Vaduz nella sfida della paura. I vallesani, affondati da Lüchinger e Djokic (doppietta), sono ora ultimi a -6 dalla squadra del Principato e dal Lucerna.

CALCIO: Risultati e classifiche

Ti-press (Alessandro Crinari)
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
HCL
2 ore
Il dado è tratto: il Lugano ha scelto McSorley
Il 59enne canadese è il nuovo allenatore dei bianconeri.
IL SORPASSO… A 2 RUOTE
4 ore
Ducati, che guaio: Bagnaia è “malato”
Il 24enne e Jack Miller rischiano di fare molto male. Agli avversari.
CHAMPIONS LEAGUE
13 ore
Festa Blues: l'ultimo atto parla inglese
Il Chelsea ha liquidato il Real Madrid 2-0 e in finale ci sarà il derby con il Manchester City di Guardiola.
Hockey
15 ore
Immenso Simion, lo Zugo piega ancora il Ginevra
I Tori si sono imposti fuori casa con il punteggio di 2-1. Gara-3 avrà luogo venerdì
COPPA SVIZZERA
17 ore
Zampata di Stillhart all'83', il San Gallo vola in finale
I biancoverdi hanno superato di misura il Servette: 1-0 il risultato finale in loro favore.
Il SORPASSO… A 4 RUOTE
20 ore
Agguerriti e... disarmati, Hamilton-Verstappen non possono sgomitare
Se una regola stoppa lo show.
SUPER LEAGUE
21 ore
Tegola Lugano: stagione finita per Maric... e anche Bottani è ai box
Il difensore bianconero ha terminato anzi tempo il suo campionato, mentre l'attaccante non ci sarà contro il Vaduz.
SWISS LEAGUE
1 gior
Mottis e i Rockets: «È un grande giorno»
Davide Mottis: «Non dovremo snaturarci, ma in futuro non saremo più soltanto un club di formazione».
SWISS LEAGUE
1 gior
Pericolo scongiurato: i Rockets troveranno ancora spazio in Swiss League
I rivieraschi vogliono diventare un club con una propria identità e una base di tifosi
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
1 gior
Conte-Mou schiavi dei milioni
Arno Rossini: «Triplete strepitoso ma irripetibile: quel gioco è superato».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile