TiPress (foto d'archivio)
+1
LUGANO
02.03.21 - 20:320
Aggiornamento : 03.03.21 - 10:02

Polo sportivo: «Solo una catastrofe potrebbe bloccare tutto»

Filippo Lombardi e le grandi opere: «È sempre più facile bloccare che avanzare».

«Per la Valascia ho dovuto superare difficoltà enormi per fare passi avanti che mi hanno preso quasi dieci anni di vita».

LUGANO - Fulvio Pelli con i suoi interessi personali e l’MPS con il referendum da una parte, il Municipio con il suo progetto e le società sportive con la loro speranza dall’altra. In mezzo? Il Polo sportivo e degli eventi (PSE), attorno al quale il clima s’è fatto infuocato.

Progetto esagerato? Passo verso il futuro? Contenuti non sportivi da “spacchettare”? Il PSE è contemporaneamente indispensabile e criticabile; è il tavolo da gioco sul quale, in piena campagna elettorale, schiere diverse stanno calando i propri assi.

«L’esperienza mi dice questo: in qualunque campo, sui grandi progetti è sempre più facile bloccare piuttosto che avanzare - ci ha raccontato Filippo Lombardi, candidato al Municipio di Lugano, presidente dell’Ambrì, nonché uno dei “padri” della nuova casa biancoblù - Con la Valascia, io ho dovuto superare difficoltà enormi per fare passi avanti che mi hanno preso quasi dieci anni di vita. Tutto ciò per arrivare, spero, a tagliare il nastro fra sei mesi. In questo genere di progetti il tempo è un fattore importantissimo. Anche noi ad Ambrì abbiamo avuto, strada facendo, molti dubbi. Ci siamo confrontati con una proposta migliore, con un'altra idea, con un “si potrebbe fare diversamente”, con un “si potrebbe finanziare così”... Alla fine in ogni caso la conclusione che abbiamo tratto - e non dico che possa valere automaticamente altrove - è che quando si è avanzati abbastanza su una strada, deve esserci una catastrofe per dire “blocchiamo tutto”. Perché bloccare significa perdere di nuovo numerosi anni. Quindi... è sicuramente possibile che anche a Lugano qualcosa possa essere fatta meglio di quanto non sia già stato deciso - io non facevo parte e non faccio tuttora parte di nessuna istanza luganese quindi non mi permetto di giudicare - il rischio è però legato alle società sportive. Se servissero numerosi anni prima di arrivare a una soluzione, al FC Lugano, per esempio, non sarebbe permesso di restare in Super League».
 
Senza la nuova Valascia l’Ambrì esisterebbe ancora?
«Assolutamente no: avremmo già chiuso. Non giocheremmo più già da due stagioni: abbiamo ricevuto la proroga della deroga del prolungamento... due anni fa solo perché abbiamo fatto la cerimonia d'inaugurazione con Ueli Maurer. Da quel giorno, poi, per far partire il cantiere sono serviti altri cinque mesi. E il Lugano Calcio è nella stessa situazione».
 
La strada da percorrere sembra dunque una sola.
«Fare qualcosa di diverso è sempre possibile. Se cominciassi adesso con la Valascia, per esempio, ripartirei in maniera diversa da come si è fatto. Se tuttavia dopo tanti anni fossimo ancora qui a chiederci come partire… allora non partiremmo più».
 
A proposito della Valascia, settembre è dietro l’angolo.
«Per adesso siamo nei tempi e nei costi, e stiamo evidentemente lottando per restare nei tempi e nei costi. Perché non abbiamo un franco di troppo da spendere. È una lotta continua ma per adesso ci stiamo riuscendo».

CALCIO: Risultati e classifiche

TiPress (foto d'archivio)
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
la garita 6 mesi fa su tio
ci sono proprio dei poveri diavoli... non dico altro che giudicano con un gran mal di pancia. Poveri diavoli. Grazie Filippo forza Ambrì
fapio 6 mesi fa su tio
Grande Filippo! Amore e dedizione! Grazie per aver tenuto in piedi il mito e poter far rosicare i corvi ogni volta che li battiamo. Forza Ambrì forever!
streciadalbüter 6 mesi fa su tio
Si puo`vivere anche senza L`HcAP.
Ro 6 mesi fa su tio
Neanche fossimo 1 milioni di ticinesi ? Sono per lo sport ma per la megalomania di pochi
cle72 6 mesi fa su tio
Grazie a lui Ambri avrà la sua nuova pista di proprietà. Ha lavorato per arrivare a questo risultato, sarà stato pagato? per portare a termine questo lavoro... a chi scrive scemenze in tal senso, lavorate per la gloria nella vostra vita? piangina? Non direi espone i fatti come sono. Mi preoccuperei per la situazione a Lugano, perché grazie al MPS e peggio ancora ad un personaggio pieno di soldi che ha proprietà in centro Lugano che vuole mettere i bastoni tra le ruote solo per la paura di perdere affitti in centro. Queste le sue parole... vergognoso da un ex politici e peggio presidente di un partito. Che dire un gran luganese che vuole bloccare la città ai tempi di Giulio Cesare.
angie2020 6 mesi fa su tio
pippone ha la giacca macchiata!!!
ciapp 6 mesi fa su tio
eh siquramente lavrà fatto gratis , che piangina
Nano10 6 mesi fa su tio
@ciapp Via via fo di ball buffone
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
FORMULA 1
1 ora
Wolff su Verstappen: ecco il chiarimento
Il boss della Mercedes ha parlato nuovamente del contatto avvenuto fra i due piloti nell'ultimo Gran Premio.
HCAP
11 ore
L’Ambrì cade ma non piange
Ambrì agguerrito, Zugo implacabile: prima sconfitta in campionato
HCL
11 ore
Tre gol dell'ex Brunner: Lugano colpito e affondato
Il BIenne ha espugnato la Cornèr Arena 5-3. Per i sottocenerini da segnalare la doppietta di Fazzini.
COPPA SVIZZERA
11 ore
Il Lugano soffre ma si qualifica
Lungoyi, in extremis, ha regalato la qualificazione al Lugano
MOTOGP
14 ore
Non solo l'infortunio: «Marquez? Non è più rispettato come prima»
L'ex pilota Sito Pons si è espresso a proposito del motomondiale: «Quartararo, Mir e Martin non hanno paura di lui».
EUROPA LEAGUE
15 ore
Insulti e botte da orbi: arrestati 9 tifosi del Napoli
È successo prima della partita fra il Leicester e i partenopei, terminata in parità (2-2).
NHL
17 ore
Zanetti, il ticinese in NHL: «Devo continuare a lavorare al massimo»
Il difensore - draftato dai Flyers - è reduce dal Camp organizzato dalla franchigia di Philadelphia.
HCAP
21 ore
«Convincere: questa è stata la difficoltà più grande»
L'avvocato Brenno Canevascini: «Venerdì scorso sono rimasto a bocca aperta»
TICINO
22 ore
Miglior sportivo ticinese: ecco i venti finalisti
Guida la classifica provvisoria Ajla Del Ponte, davanti a Noé Ponti e Filippo Colombo.
NATIONAL LEAGUE
1 gior
«Si cresce un passo alla volta: ogni sfida è un’occasione per farlo»
Il Lugano di McSorley e l'Ambrì di Cereda guardano con fiducia agli insidiosi duelli del weekend.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile