TiPress/archivio
BERNA
20.01.21 - 09:300
Aggiornamento : 17:19

«Noi lavoriamo per aiutare ragazzi, ma sta a loro compiere l’ultimo grande passo»

Il ticinese Alessandro Mangiarratti, tecnico della U21 dell'YB, ci ha parlato del suo lavoro e della sfida di Cornaredo.

«Un punto di forza dell’YB è la stabilità. U21? Il nostro obiettivo è quello di portare ogni anno 1-2 giocatori in Prima squadra. Il livello da raggiungere è alto, ma sin qui sta andando bene».

BERNA - Arrivato nella Capitale nell’estate 2019 dopo la parentesi sulla panchina del Chiasso, il ticinese Alessandro Mangiarratti guida da oltre un anno la U21 dell’YB, club sempre ambizioso che sta lavorando molto bene anche a livello di formazione. Entrare stabilmente nella rosa dei gialloneri - attesi questa sera a Cornaredo - non è però semplice né scontato.

«Il nostro obiettivo è quello di portare ogni anno 1-2 giocatori in Prima squadra, ma sappiamo che il livello da raggiungere è molto alto - spiega il mister ticinese - L’YB ha vinto gli ultimi tre campionati ed è abituato a giocare anche le Coppe europee. Noi lavoriamo ogni giorno per aiutare ragazzi, ma sta a loro fare la differenza e compiere l’ultimo grande passo».

Anche quest’anno qualcuno ce l’ha fatta.
«Nico Maier e Fabian Rieder hanno appena firmato i primi contratti da professionisti. Poi ci sono i vari Aebischer, Lauper e Mambimbi - che ha già segnato anche in Europa League - che da un po’ di tempo hanno già fatto il salto».

Il lavoro di Mangiarratti è stimolante e prestigioso.
«Un punto di forza dell’YB è la stabilità, fattore che da qualche anno gli permette di essere la squadra faro del calcio svizzero. Lavorare qui è una bella soddisfazione».

Al momento, causa Covid, il campionato della U21 è però in stand-by.
«Proprio così, la Prima Lega è tra i tanti campionati sospesi. Forse potremo ricominciare in aprile. Per ora, avendo lo statuto di giovani leve/professionisti, possiamo comunque allenarci. L'ASF ha anche organizzato un torneo tra le U21 in attesa della ripresa. Competere è uno stimolo indispensabile per migliorare».

Nel frattempo in Super si è già tornati in campo. Stasera scontro d’alta classifica tra la corazzata giallonera e il solido Lugano.
«Sono due squadre con filosofie un po’ diverse. L’YB prova a dominare la partita con dinamismo, mentre il Lugano è una squadra esperta e accorta. Mi aspetto una bella partita, con i due allenatori - Seoane e Jacobacci - che avranno studiato al meglio l’avversario».

Oltre Gottardo come è visto il Lugano?
«Come una bella realtà cresciuta negli ultimi anni. Ha raggiunto buoni risultati e giocato due volte l’Europa League. Ha una buona mentalità e non molla mai. Se non sbaglio è la squadra che ha segnato più gol negli ultimi minuti... l'ultimo proprio l'altro giorno col Sion».

Ultime battute sulla difficile situazione generata dal Covid, che tra spalti vuoti e calendari stravolti ha investito in pieno anche il mondo dello sport.
«Si cerca sempre di fare il massimo, garantendo i concetti di protezione e sicurezza. A livello economico, per tutti i club, certamente non è facile. Qui a Berna, in una situazione normale, ogni partita sarebbe una festa. Quest’anno non si è potuto vivere niente di tutto ciò. L’YB è una società intelligente con un equilibrio economico, ma anche qui non si potrà andare avanti anni e anni senza spettatori. Per il resto si cerca di lavorare con ottimismo e continuare a insistere sulla formazione dei giovani, aspetto sempre importante anche per abbassare un pochino i costi».

CALCIO: Risultati e classifiche

TiPress
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
NATIONAL LEAGUE
2 ore
Hofmann-NHL? Allo Zugo 260'000 dollari
Firmasse per Columbus, lo svizzero dovrebbe probabilmente rinunciare a centinaia di migliaia di franchi.
NATIONAL LEAGUE
5 ore
Ambrì e Lugano: altro giro di giostra
Biancoblù impegnati sul ghiaccio della capolista, incrocio importante per gli uomini di Pelletier.
MERCATO
12 ore
L'affare della vita sfumato per colpa del fuso orario
Un errore dei dirigenti del Manchester ha radicalmente cambiato il percorso del talento norvegese del Borussia Dortmund
TENNIS
16 ore
Federer torna, «Ma il migliore non tornerà più»
Roger rientrerà a Doha, mentre Nole diverrà il numero uno più longevo.
MOTOMONDIALE
20 ore
Non più fenomeno, neppure leader del team
Il Dottore sarà "solo" la spalla di Morbidelli.
BARCELLONA
1 gior
Arrestato Bartomeu, ex presidente del Barcellona
Il dirigente era in guerra con Messi.
SUPER LEAGUE
1 gior
Lugano schiaffeggiato, ora serve una reazione
Incassato il terzo ko nelle ultime quattro gare, i ticinesi hanno un margine di soli 5 punti su Sion e Vaduz.
NATIONAL LEAGUE
1 gior
L'Ambrì ha cambiato marcia. Lugano, chi sei davvero?
Tre successi di fila per i biancoblù, una scoppola e una larga vittoria per i sottocenerini
COPPA SVIZZERA
1 gior
Il Berna di Pestoni vince la Coppa Svizzera
Orsi vittoriosi 5-2 all'Hallenstadion, decisivo un secondo periodo "esagerato" terminato con un 3-0 di parziale.
SERIE A
1 gior
Il Napoli si rialza
I partenopei di Gattuso superano 2-0 il Benevento e salgono al sesto posto
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile