Keystone
ARGENTINA
02.12.20 - 16:310
Aggiornamento : 03.12.20 - 09:13

I dubbi aumentano: «In qualsiasi altra casa Maradona non sarebbe morto»

Rodolfo Baqué - legale dell’infermiera Dahiana Madrid - non si capacita di come l'argentino sia stato curato.

«Non aveva assistenza specialistica».

BUONES AIRES - Giorno dopo giorno i dettagli relativi alla scomparsa di Diego Armando Maradona sono sempre più misteriosi e inquietanti. Sembra infatti che - secondo alcuni testimoni oculari - Maradona venisse curato in un'abitazione poco confortevole e non adatta a una persona nelle condizioni in cui versava l'argentino.  

«Non meritava un trattamento del genere. Diego aveva i soldi per garantirsi un luogo più confortevole. Maradona è stato parcheggiato alla buona in una stanza improvvisata accanto alla cucina. C’erano un materasso, un televisore e un bagno chimico. Per oscurare le finestre erano stati piazzati dei semplici pallet per tappare la luce», le parole a "Olé" di una persona vicina alla famiglia. 

E a gettare ulteriori ombre sul "caso" della morte dell'ex campione del Napoli ci ha pensato Rodolfo Baqué, legale dell’infermiera Dahiana Madrid, che vede troppa negligenza da parte di chi si è preso cura di Diego: «Non aveva assistenza specialistica, non c’erano bombole d’ossigeno, mancava un semplice defibrillatore e dormiva accanto a un bagno chimico. È assurdo. Non c’era nemmeno un’ambulanza a stazionare davanti ai cancelli per qualsiasi evenienza, allucinante se oltre si pensa che stiamo parlando di Maradona e non di un paziente qualsiasi. La verità è che in qualsiasi altro posto e con qualsiasi altra persona accanto, Maradona non sarebbe morto».

Ma anche la famiglia potrebbe avere qualche responsabilità per quanto successo. Nel certificato di dimissioni dalla clinica Olivos, dove Diego nelle scorse settimane aveva subito un delicato intervento al cervello, si evince come la famiglia abbia detto "no" al ricovero del loro caro in una clinica specializzata (come consigliato dai medici). 

 

 

 

CALCIO: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch / STF (Markus Schreiber)
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 1 mese fa su tio
Ma basta, onore al calciatore Maradona ma la vita continua!!
F/A-19 1 mese fa su tio
@seo56 Non offendere chi cerca di far luce sulla morte di un grande personaggio....
Tato50 1 mese fa su tio
@F/A-19 Forse volevi dire grande giocatore, ma in quanto a personaggio ............. ;-((
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SCI ALPINO
59 min
Tremendo schianto per Kryenbühl
Il 26enne è caduto a pochi metri dal traguardo. Paura anche per Cochran-Siegle.
SUPER LEAGUE
2 ore
Ingressi e uscite in bianconero
L’attaccante rimarrà a Lugano. Il laterale arriva in prestito
NATIONAL LEAGUE
6 ore
Importante crocevia per Lugano e Ambrì
I biancoblù a caccia di costanza, i sottocenerini di una veemente reazione.
FORMULA 1
15 ore
«Vettel non è una minaccia»
Helmut Marko, consulente della Red Bull: «Aston Martin? Anche con il miglior Seb, non colmerà il divario con noi».
MOTOMONDIALE
19 ore
«Rossi? Vorrebbe vincere anche guidando una bara»
Dal 2000 sempre insieme, il matrimonio tra il meccanico Alex Briggs e Vale si è chiuso al termine dello scorso Mondiale.
TORINO
23 ore
«Bisessuale, credo di sì», Miss Dybala getta la maschera
L’attrice e cantante argentina senza tabù: «Non c’è niente di più bello che sentirsi ed essere liberi».
NATIONAL LEAGUE
1 gior
Raffainer: un'opportunità irrinunciabile, le sue mansioni e...Cereda
Il 39enne ha spiegato i motivi che l'hanno spinto a dire "sì" alla chiamata degli Orsi.
BELLINZONA
1 gior
Dal calcio ai test per il Covid-19: Martignoni cambia vita
Il difensore ticinese: «Le giornate sono davvero piene, ma è motivo di grande soddisfazione essere utile alla comunità».
SUPER LEAGUE
1 gior
«Sono deluso, non meritavamo di perdere. Bottani? Non potevo crederci»
Maurizio Jacobacci: «Abbiamo messo la museruola all'YB, ma ci hanno castigati. Dispiace per i ragazzi».
SUPER LEAGUE
1 gior
Il Lugano non graffia, l'YB sbanca Cornaredo
Diverse le occasioni sciupate dai bianconeri, piegati 2-0 dalla capolista. Reti di Fassnacht e Nsame.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile