Immobili
Veicoli
ANA Ducks
0
COL Avalanche
2
fine
(0-0 : 0-1 : 0-1)
ANA Ducks
0
COL Avalanche
2
fine
(0-0 : 0-1 : 0-1)
Keystone
+1
ARGENTINA
27.11.20 - 17:480
Aggiornamento : 21:29

"È morto povero", ma ora è battaglia

L'eredità di Diego fa gola ai familiari. Secondo la stampa argentina tutti vogliono qualcosa.

Sul conto non ci sarebbero più di 100'000 dollari, ma le proprietà sono diverse.

BUONE - Con il pallone tra i piedi non ce n'era per nessuno: Diego era il migliore e rubargli palla era quasi impossibile. Nella sfera privata, invece, qualche problema in più l'argentino l'ha avuto in una vita fatta di eccessi ma anche di generosità. Generosità molto spesso pagata a carissimo prezzo.

«Non lascerò niente ai figli in eredità, donerò tutto», aveva detto in un'intervista concessa un anno fa. E in effetti sembra che, attorno a lui, sia partita una battaglia tra i tanti familiari del "Diez" (dall'ex moglie Claudia fino alle due ex fidanzate Veronica Ojeda e Rocio Oliva, passando per i figli) per accaparrarsi i beni di Maradona. 

"È morto povero", dicono in tanti. Ma è davvero così? Luis Ventura - giornalista argentino da sempre vicinissimo a Maradona - ha scritto che sul suo conto non ci sarebbero più di 100'000 dollari. E dove sono finiti i diversi quattrini intascati in carriera? Sempre secondo Ventura sarebbero scomparsi a causa dell'eccessiva generosità del campione, in svariate occasioni pagata con raggiri di persone che, una volta incassato il denaro, non si sono più viste. Diego aveva un cuore grande così, aiutava gli amici e persino gli amici degli amici. Il resto lo hanno fatto gli eccessi dell'ex campione del Napoli, che quasi mai diceva "no" a feste e serate con amici.

Se il contante "piange" Maradona ha però molti beni di sua proprietà. Terreni, immobili, auto di lusso, un intero edificio a Buenos Aires e contratti d'immagine che restano in vigore anche dopo la morte. Ed è proprio su questi beni che i familiari hanno aperto la loro battaglia. 

 

 

 

CALCIO: Risultati e classifiche

Keystone
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
PECHINO 2022
28 min
«Fora e Simion sono due leader. Pestoni? Non avrebbe sfigurato»
Manuele Celio è convinto che la Nazionale svizzera possa ben comportarsi a Pechino. «Roster di assoluta qualità».
PROMOTION LEAGUE
1 ora
Ambizione-Bellinzona: Cortelezzi resta e arriva Correia
All’ombra dei castelli hanno deciso di blindare Cortelezzi e preso Correia
SUPER LEAGUE
10 ore
Non solo Lugano: il Losanna vuole (subito) Sabbatini
Il Losanna ha messo gli occhi su Sabbatini, che è in scadenza di contratto
FORMULA 1
13 ore
«Non supereremo mai quanto accaduto»
Il team principal della Mercedes è tornato a parlare in merito al turbolento finale di stagione di F1
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
16 ore
«Quasi 1’000’000 al mese per Dybala? Non scherziamo»
Arno Rossini: «Dybala all’Inter? Lui farebbe un affare, i nerazzurri non so»
FCL
18 ore
Il Lugano saluta Lungoyi e Monzialo
L'esterno si è accordato con il St. Pölten, mentre il nazionale U21 difenderà i colori del San Gallo.
HCL
21 ore
25 anni a Lugano possono bastare: Vauclair lascia la Cornèr Arena
Le due parti hanno concordato di sciogliere consensualmente il loro rapporto di lavoro.
TENNIS
22 ore
La Svizzera piange agli Australian Open
Belinda Bencic e Jil Teichmann si sono inchinate rispettivamente alla Anisimova (per infortunio) e alla Azarenka.
TENNIS
1 gior
«Una figuraccia, non solo per lo sconfitto Djokovic»
Dagli Slam agli sponsor, altre nuvole nere incombono sulla testa di Nole. La parola al ticinese Luca Margaroli.
HCL
1 gior
Il Lugano esce alla distanza e vince a Porrentruy
Nonostante una gara contraddistinta da alcuni alti e bassi i bianconeri si sono imposti 7-3 in terra giurassiana
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile