Ti-press (Pablo Gianinazzi)
+6
SUPER LEAGUE
24.10.20 - 20:550
Aggiornamento : 25.10.20 - 09:47

Pure la capolista si deve inchinare

I bianconeri hanno battuto 1-0 il San Gallo, salendo al secondo posto della classifica.

Decisivi una rete di Lavanchy e un atteggiamento da “grande”.

LUGANO - Il Lugano che non perde mai si è regalato una nuova gioia. Il Lugano che non perde mai... nel quinto turno di Super League ha anche vinto. Contro il San Gallo capolista i bianconeri si sono infatti imposti 1-0 al termine di un match ottimamente pensato e, pure, ottimamente interpretato. Tre punti in tasca e, per una sera almeno, secondo posto della graduatoria. Da far venire le vertigini.

Contro i solidissimi biancoverdi (tre vittorie e un pari, con due sole reti subite, prima della discesa a Cornaredo) i ticinesi hanno saputo mettere in campo la personalità già mostrata a sprazzi in questa primissima parte di stagione. Hanno saputo occupare bene tutte le zone del campo, hanno garantito protezione al rientrante Baumann, hanno chiuso ogni varco a centrocampo. Ciò ha fatto sì che l’incrocio con una delle squadre più pericolose del pallone svizzero diventasse meno complicato del previsto. Maric e soci hanno sudato, questo va sottolineato, ma hanno anche retto l’urto - e a tratti comandato il gioco - con una big. E vinto. Questo è l’importante.

La rete che ha deciso il confronto è arrivata prestissimo, siglata già al quarto d’ora da Lavanchy, ottimamente imbeccato sul secondo palo da Sabbatini. Su quella il Lugano ha costruito le proprie fortune e reso ancor più solide le proprie convinzioni. E quella alla fine, superati i rischi degli ultimi minuti (con un palo e un'occasionissima per gli ospiti), è valsa il successo e una graduatoria ora bellissima. Il campionato è giovane e tutto può, davvero, ancora succedere. Se c’è qualcosa che i bianconeri hanno tuttavia già dimostrato è di avere l'intelligenza indispensabile per far risaltare tutte le loro (grandi) qualità. La strada è tracciata. Se a Cornaredo non si monteranno la testa e se la pandemia non cambierà le carte in tavola, il campionato bianconero potrebbe anche finire con l’essere dolcissimo. 

Nell’altro match di Super League della sera lo Zurigo ha fatto a fettine il Vaduz. I biancoblù sono volati sul 3-0 (Sobiech, Aiyegun, Ceesay) prima di subire il primo gol locale (Schmied). Di Gnonto il punto del definitivo 4-1.

LUGANO-SAN GALLO 1-0 (1-0)
Rete: 16’ Lavanchy 1-0.
LUGANO: Baumann; Daprelà, Kecskes, Maric, Guerrero (88' Facchinetti), Lavanchy; Custodio (88' Covilo), Sabbatini, Lovric (65' Guidotti); Odgaard (65' Bottani), Gerndt (83' Lungoyi).

CALCIO: Risultati e classifiche

Ti-press (Pablo Gianinazzi)
Guarda tutte le 10 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Simone Salvatore 1 mese fa su fb
GRANDISSIMA SQUADRA💪
cle72 1 mese fa su tio
Che dire, primo tempo buono, pochi rischi e paratone con colpo di reni di Baumann, per il resto nulla di che a parte il gran gol di Numa. Secondo tempo di sofferenza con il San Gallo a marcia avanti, ma il Lugano come detto ha retto alla grande l'urto. Peccato la poca affluenza...serata piacevole con temperatura buona. Forza Lugano!
Roberto Puglisi 1 mese fa su fb
Che squadrone quest anno....
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
ARGENTINA
2 ore
«Con la palla era Dio, senza era umano»
Il mondo dello sport è in lutto e sotto shock per la scomparsa di Maradona: «Diego è eterno. Ci lascia, ma non se ne va»
ARGENTINA
5 ore
Maradona, le parole che voleva sulla lapide
Ecco ciò che disse l'asso argentino nel corso di un programma televisivo
ARGENTINA
7 ore
Add10 Diego: «Stiamo piangendo per te»
La leggenda del calcio si è spenta a 60 anni. Non si contano i messaggi dedicati al giocatore del secolo
ARGENTINA
7 ore
«Un giorno giocheremo a calcio insieme in cielo» 
La scomparsa dell'ex campione argentino ha scosso il mondo del calcio e non solo.
NATIONS LEAGUE
8 ore
Ucraina sconfitta a tavolino, Svizzera salva
L'Uefa ha stabilito che l'Ucraina è responsabile del mancato svolgimento della partita di Nations League.
MOTOMONDIALE
10 ore
Rossi ha fatto il grande passo
Il pilota italiano ha chiesto la mano alla sua fidanzata Francesca Sofia Novello.
STABIO
14 ore
Il coraggio di Murat Pelit: dalla sedia a rotelle al sogno olimpico
Il ticinese, protagonista alle ultime paralimpiadi di Pyeongchang: «Io in una parola? Felicità».
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
18 ore
Milioni, toilette e Rolls Royce: «Guardiola non è il numero uno al mondo»
Arno Rossini e le (difficili) classifiche dei tecnici: «Trovatemene uno "grande" con qualsiasi squadra guidata».
HCL
1 gior
Sportellate vincenti, il Lugano mostra i muscoli
Pesante e convincente successo per i bianconeri, avanti 2-0 contro un buon Ginevra.
FORMULA 1
1 gior
Schumacher cuore d'oro
Alan Permane, attualmente alla Renault, aveva lavorato con il tedesco ai tempi della Benetton
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile