keystone-sda.ch (PETER KLAUNZER)
SUPER LEAGUE
08.07.20 - 22:320

«Chi viene a casa nostra deve ripartire senza punti»

L'allenatore del Lugano Maurizio Jacobacci vuole sgambettare la capolista: «Il San Gallo si gioca una grossa fetta...»

«Formazione? A Berna erano assenti Maric e Gerndt, mentre Janga e Covilo hanno giocato solo uno spezzone. Poter avere a disposizione questi quattro è già importante»

Domani sera - giovedì 9 luglio - il Lugano ospita la capolista San Gallo, in occasione del match valido per il 29esimo turno di Super League (ore 20.30). «I sangallesi si giocano una grossa fetta delle loro possibilità», ha analizzato mister Jacobacci nella consueta conferenza stampa pre-partita. «Stanno annusando un traguardo importante, sono consapevoli dei propri mezzi e faranno di tutto per vincere il campionato. A Cornaredo vorranno i tre punti, ma spetterà a noi cercare di metterli in difficoltà. I nostri avversari sono in salute, hanno carattere e lo si è visto dopo il sonoro 0-4 rimediato contro lo Zurigo. Da quel momento in poi il San Gallo si è ripreso alla grande e ha vinto le ultime tre gare».

La formazione sangallese ha finora dimostrato di avere molta confidenza con la rete, anche se nello stesso tempo la difesa non è così impenetrabile... «I biancoverdi hanno realizzato ben 60 gol e possono vantare il miglior attacco del campionato, ma nello stesso tempo ne hanno incassati 40, che non sono pochi. La squadra è giovane, vivace e gioca un calcio votato all'attacco, poiché pensa costantemente più a offendere che a difendere. Dovremo quindi essere bravi a chiudere gli spazi e a sfruttare le occasioni da rete che ci creeremo. Mi auguro che la cattiveria non mancherà in un frangente come questo». 

Per l'occasione il tecnico bianconero potrà riabbracciare Maric, al rientro dopo la squalifica. «Maric è mancato per esperienza e per tenere assieme la difesa, ma Kecskes che l’ha sostituito al centro si è ben comportato. I gol che abbiamo preso contro l'YB sono nati da due palle inattive e il primo è stata una coincidenza sfortunata. Questo ci deve fare riflettere, anche perché di solito siamo bravi soprattutto in questo. Custodio? Sta migliorando ma il problema alla cartilagine del ginocchio gli impedisce ancora di allenarsi con il gruppo. È un problema delicato, ma si sta allenando e cercheremo di fargli disputare un paio di partite, sperando di salvarci al più presto di modo che lui possa operarsi».

Prima del "lockdown" il Lugano faticava a Cornaredo, mentre adesso la situazione è decisamente cambiata. «Non è un caso, ma una questione di mentalità. Quando qualcuno ha degli ospiti a casa, li accoglie bene ma sono loro a dover portare i regali, fiori o bottiglie di vino per esempio. Nel calcio chi viene a casa nostra deve ripartire senza punti. Al gruppo ho detto che Cornaredo deve diventare una fortezza e dobbiamo farci rispettare. Formazione? A Berna erano assenti Maric e Gerndt, mentre Janga e Covilo hanno giocato solo uno spezzone, di conseguenza poter avere a disposizione questi quattro è già importante. Bisognerà poi vedere chi scegliere a metà campo e sulle fasce. Per me l'importante è la continuità, che dà automatismi fondamentali. Stravolgere sempre il gruppo può essere anche dannoso».

CALCIO: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (DAVIDE AGOSTA)
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
GI 1 mese fa su tio
E' così che deve essere !!! Forza Lügan !!!!
albertolupo 1 mese fa su tio
Il problema è che con gli svarioni difensivi è più il Lugano che deve stare attento... quanto all’attacco, il vero cecchino ancora non si è palesato.
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
TENNIS
52 min
«Il tennis non mi è mancato»
Il vodese rientrerà nel circuito a Praga, torneo in programma dal 17 agosto.
CHAMPIONS LEAGUE
9 ore
Ronaldo gigante in una Juve di nani: gongola il Lione
Avanti anche il Manchester City, sbarazzatosi del Real Madrid.
MOTOMONDIALE
11 ore
Rossi se la prende con le buche
Il Dottore e il forlivese hanno un po’ deluso in Repubblica Ceca.
HCL
13 ore
Il Lugano temporeggia: «Mercato? Siamo tutti sulla stessa barca»
Il ds Domenichelli: «C'è ancora un grande punto di domanda che riguarda l'inizio. Vogliamo avere la garanzia di giocare»
CICLISMO
17 ore
Piccolo, grande, miracolo: Jakobsen si è risvegliato
Il 23enne è in condizioni stabili. Aperta un’inchiesta sull’accaduto.
HCL
21 ore
Riecco l’hockey: 800 tifosi bianconeri con la mascherina
Sabato 15 agosto 800 supporter potranno assistere alla sfida tra i ticinesi e l’Olten.
CHAMPIONS LEAGUE
1 gior
Piangi o ridi? Ronaldo, è la tua notte
In campo anche City e Real e, domani, Bayern-Chelsea e Barça-Napoli.
EUROPA LEAGUE
1 gior
Sorrisone Basilea, si aprono le porte del paradiso
Già impostisi 3-0 all’andata, i renani hanno piegato il Francoforte pure nel ritorno (1-0). Ora lo Shakhtar.
SERIE A
1 gior
Ronaldo si "coccola" (ancora) con un bolide... da 10 milioni
Il campione portoghese della Juventus ha deciso di regalarsi una Bugatti Centodieci. Ne esistono solo dieci esemplari...
CICLISMO
1 gior
5 ore di operazione per Jakobsen: condizioni stabili ma gravi
Il ciclista olandese resta in pericolo di vita, ma i medici che gli hanno ricostruito le ossa del volto sono ottimisti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile