Wil
0
Thun
0
1. tempo
(0-0)
FC Stade Ls Ouchy
SC Kriens
18:00
 
Torino
2
Atalanta
4
fine
(2-3)
Cagliari
Lazio
18:00
 
Sampdoria
Benevento
18:00
 
Keystone (foto d'archivio)
+7
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
03.06.20 - 08:000
Aggiornamento : 04.06.20 - 03:33

Parigi è bella, ma perché rimanere? «Soldi e poi… andrà»

50 milioni (più bonus): poco o tanto per l’attaccante argentino?

Arno Rossini: «Ci attende un mercato probabilmente non scintillante: di soldi ce ne saranno meno».

PARIGI - Cinquanta milioni garantiti più un ricco bonus. Questo pagherà il PSG all’Inter per continuare a godere delle gesta di Mauro Icardi. Arrivato in prestito la scorsa estate, con una stagione “monca” da 20 reti in 31 presenze, l’argentino ha convinto Leonardo a puntare forte su di lui, trasformando in definitivo il suo permesso di soggiorno in terra di Francia. 

Cinquanta milioni garantiti più un ricco bonus sono il giusto prezzo per un attaccante nel pieno della maturità e in grado di trasformare in oro - in gol - ogni pallone toccato dentro l’area di rigore? 

«Si deve tenere conto del momento storico e del fatto che tra Mauro e l’Inter il rapporto non funzionava più - è intervenuto Arno Rossini - Questi fattori hanno sicuramente giocato in favore dei parigini, che così si sono assicurati un bomber vero. Ma si deve tenere conto pure della fame del calciatore, che si è garantito uno stipendio top a livello mondiale». 

Un trasferimento del genere solo la scorsa estate non si sarebbe concretizzato per meno di 100 milioni.
«Sono d’accordo. Stiamo in fondo parlando di uno dei migliori attaccanti del mondo. La realtà è però che ci attende un mercato probabilmente non scintillante. Le grandi rimarranno grandi e le piccole continueranno a fare affari minori, in generale però di soldi ce ne saranno meno, ce ne saranno pochi. Insomma, non mi aspetto molti trasferimenti multimilionari. Quello di Icardi potrebbe essere comunque uno dei più cari». 

Il PSG è forte e Parigi è bella. Ma la Ligue 1… come si fa a scegliere la Francia quando si è al top della carriera?
«Il livello del campionato francese non è eccelso, è vero, ma non è detto che, per Icardi, quella all’ombra della Tour Eiffel sia l’ultima tappa importante della carriera. Il ragazzo non mi pare infatti una bandiera; penso quindi che, in un futuro neanche troppo lontano, potrà provare la Spagna o la più che competitiva Premier League. Il PSG è quasi senza avversari in Patria e quindi difficilmente gli darà la possibilità di migliorarsi molto. Comunque è sempre una società importante e ricca».

Elementi non da poco.
«Lo sceicco Nasser Al-Khelaïfi è appassionato e continua a sostenere con grande impegno un club che già ora è da considerare come uno dei top 8-10 d’Europa. Per crescere ulteriormente servirà però parecchio lavoro. A livello organizzativo e strutturale ancora prima che per la squadra. Primeggiare in Champions League quando non hai una Lega “allenante” non è infatti di sicuro semplice. Rinnovare pure Neymar e Mbappé, oltre a Icardi, sarebbe comunque un nuovo passo verso l’eccellenza».

In attesa di raggiungere l'Olimpo, la società potrà continuare a collezionare campionati e coppe nazionali e Icardi, probabilmente, titoli da capocannoniere.
«E Wanda Nara, che sicuramente ha influito nella scelta del marito, potrà godersi le vetrine di una città affascinante. E magari sfruttare qualche offerta lavorativa francese». 

CALCIO: Risultati e classifiche

Keystone (foto d'archivio)
Guarda tutte le 11 immagini
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
FORMULA 1
2 ore
Hamilton domina, Vettel si schianta
Nuova prova di forza del britannico della Mercedes, primo davanti a Verstappen e Bottas.
FORMULA 1
5 ore
Mick Schumacher vince e celebra (Lewis)
Il tedesco ha elogiato il britannico, che a Sochi potrebbe agganciare il leggendario Michael a quota 91 vittorie.
CICLISMO
9 ore
«Quando ho guardato la gamba... ho capito»
Chloé Dygert è stata operata con successo dopo la caduta shock ai Mondiali di Imola: «Tornerò»
SERIE A
19 ore
«Chiediamo la Juve in B se ha truccato l'esame di Suarez»
Anche se al momento il club bianconero non risulta nemmeno indagato, fa rumore la richiesta del Codacons
SUPER LEAGUE
23 ore
«A Zurigo sarà una battaglia»
Maurizio Jacobacci, mister del Lugano, lancia la sfida del Letzigrund: «Serviranno grinta e umiltà».
CICLISMO
1 gior
Küng si prende il bronzo ad Imola!
Il rossocrociato ha chiuso al terzo posto la cronometro di 31,7 km vinta dall'italiano Ganna. Argento a Van Aert
MOTOMONDIALE
1 gior
Tom Lüthi si dovrà cercare un nuovo team
Il bernese lascerà il team IntactGP al termine del Mondiale 2020
CICLISMO
1 gior
Un caso di Covid-19 ai Mondiali di Imola
Positiva la 40enne Olga Zabelinskaya
FORMULA 1
1 gior
Hamilton a caccia del leggendario Schumi
La F1 fa tappa a Sochi per il GP di Russia. Il britannico, in vetta al Mondiale, può raggiungere quota 91 vittorie
SUPER LEAGUE
1 gior
A Zurigo per restare in alto: il Lugano ci prova
La truppa di Jacobacci aveva sconfitto all'esordio il Lucerna
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile