Keystone (foto d'archivio)
+6
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
22.04.20 - 08:000
Aggiornamento : 23.04.20 - 01:28

«Calcio inattendibile, avete mai provato a togliere il volume della tv durante una partita?»

Ripartire dopo lo stop per il coronavirus? Per Arno Rossini è uno sbaglio.

«Si dovrebbe pensare ai giocatori. Credete possano giocare sereni? Credete siano immuni?».

MONACO DI BAVIERA - Ancora 24 ore e si saprà se il grande calcio europeo potrà ripartire. Domani, in un'Assemblea generale, i dirigenti del pallone tedesco decideranno infatti se la Bundesliga potrà ricominciare, a porte chiuse ovviamente. La data è già fissata - si parla dell'8 maggio – e di voglia ce n'è tanta: le possibilità che si torni a rincorrere il Bayern Monaco sono molto, molto grandi. A "ruota" potrebbero poi rivedersi la Liga e la Premier League le quali, salvo imprevisti, si riaccenderanno a fine maggio-inizio giugno. Non si hanno invece certezze su Italia e Francia, che al momento hanno ipotizzato il via poco prima dell'estate.

«Di cosa stiamo parlando? Questo non è un calcio attendibile – è intervenuto Arno Rossini – Quello che potrebbe ricominciare non è certo lo sport capace di entusiasmare che tutti conosciamo. È tutto forzato, tutto obbligato...».

È sempre pallone.
«Non sono d'accordo. Questo calcio non avrebbe nulla a che vedere con quello normale. In primis perché gli stadi sarebbero vuoti. E i tifosi sono parte dello spettacolo».

Il risultato è deciso dai ventidue in campo...
«Avete mai provato a togliere il volume della tv durante una partita? Non ditemi che le emozioni e le sensazioni provate sono state le solite. Il sottofondo è sempre trascinante. Va bene non averlo in una o due occasioni, ma sempre... Il problema, lo abbiamo già detto più volte, è al momento solo economico. Ci sono contratti firmati, le televisioni che spingono... solo per questo motivo si sta ancora pensando a ripartire. Credo in ogni caso che avrebbe più senso chiudere qua tutto, trovare un accordo rischiando anche di perdere soldi, per poi ripartire in sicurezza per la nuova stagione. Che possa essere seria».

Pur sapendo che non sarà perfetto, non si può immaginare il calcio di oggi come un segnale di speranza?
«Potrebbe ma, senza essere ipocriti, si dovrebbe pensare anche a chi mantiene vivo lo spettacolo. I calciatori, nello specifico. Credete possano giocare sereni? Credete siano immuni?».

Questo no.
«Esatto, e invece li si sta trattando come carne da macello. Non va bene e non ha senso. E poi, perdonatemi, ma se dopo le prime partite uno risulta positivo, cosa si fa? Si blocca nuovamente tutto? Sono inoltre convinto che gli stessi atleti non muoiano dalla voglia di tornare in campo nell'incertezza. Non lo diranno mai, non possono farlo, ma chiudere qui li renderebbe solo felici».

Così facendo però, fermando tutto, si aprirebbero altri interrogativi. Che fare con i titoli: sono da assegnare con le classifiche attuali?
«Questa pandemia è un evento eccezionale, di quelli che capitano una volta ogni cent'anni. È una guerra. Si può fare: "Stagione 2019/2020, titolo non assegnato". Non ci vedo nulla di male».

Si deve avere una graduatoria da proporre alla UEFA per le prossime coppe...
«Per questo ogni Federazione può prendere l'ultima classifica aggiornata. Consegna quella e il gioco è fatto. Ma i dirigenti del pallone sono deboli...».

CALCIO: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch / STF (BARBARA GINDL)
Guarda tutte le 10 immagini
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CHAMPIONS LEAGUE
3 ore
Re e reucci supponenti, ecco gli alleati di Sarri
Non è solo l’eliminazione dalla coppa a far traballare il tecnico.
TENNIS
6 ore
«Il tennis non mi è mancato»
Il vodese rientrerà nel circuito a Praga, torneo in programma dal 17 agosto.
CHAMPIONS LEAGUE
15 ore
Ronaldo gigante in una Juve di nani: gongola il Lione
Avanti anche il Manchester City, sbarazzatosi del Real Madrid.
MOTOMONDIALE
16 ore
Rossi se la prende con le buche
Il Dottore e il forlivese hanno un po’ deluso in Repubblica Ceca.
HCL
19 ore
Il Lugano temporeggia: «Mercato? Siamo tutti sulla stessa barca»
Il ds Domenichelli: «C'è ancora un grande punto di domanda che riguarda l'inizio. Vogliamo avere la garanzia di giocare»
CICLISMO
23 ore
Piccolo, grande, miracolo: Jakobsen si è risvegliato
Il 23enne è in condizioni stabili. Aperta un’inchiesta sull’accaduto.
HCL
1 gior
Riecco l’hockey: 800 tifosi bianconeri con la mascherina
Sabato 15 agosto 800 supporter potranno assistere alla sfida tra i ticinesi e l’Olten.
CHAMPIONS LEAGUE
1 gior
Piangi o ridi? Ronaldo, è la tua notte
In campo anche City e Real e, domani, Bayern-Chelsea e Barça-Napoli.
EUROPA LEAGUE
1 gior
Sorrisone Basilea, si aprono le porte del paradiso
Già impostisi 3-0 all’andata, i renani hanno piegato il Francoforte pure nel ritorno (1-0). Ora lo Shakhtar.
SERIE A
1 gior
Ronaldo si "coccola" (ancora) con un bolide... da 10 milioni
Il campione portoghese della Juventus ha deciso di regalarsi una Bugatti Centodieci. Ne esistono solo dieci esemplari...
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile