Langenthal
Winterthur
19:45
 
Langenthal
LNB
0 - 0
19:45
Winterthur
Ultimo aggiornamento: 16.10.2019 19:16
keystone-sda.ch/ (Liselotte Sabroe)
+ 19
EUROPA LEAGUE
19.09.19 - 20:500
Aggiornamento : 20.09.19 - 10:07

L'EuroLugano lotta, ma cade a Copenaghen

Prestazione positiva dei bianconeri di Celestini, che però sono stati sconfitti 1-0 in Danimarca. Decisiva una disattenzione al 50' (rete di Santos)

COPENAGHEN (Danimarca) - In difficoltà in campionato e malamente battuto dal Losanna in Coppa, il Lugano di Celestini cercava riscatto nella difficile trasferta di Europa League. Impegnati sul campo del Copenaghen, i bianconeri hanno giocato un buon match e lottato col coltello tra i denti, ma si sono infine dovuti arrendere ai danesi. 1-0 il risultato finale, col Lugano che ha comunque mostrato segnali positivi restando in partita sino alla fine.

Compagine abituata al palcoscenico europeo e già al settimo match internazionale della stagione calcolando anche i preliminari di Champions ed Europa League, il Copenaghen ha iniziato col piede sull'acceleratore mettendo pressione ai bianconeri. Nei primi 30' i padroni di casa hanno mostrato un buon possesso palla e una supremazia piuttosto chiara, creandosi diverse ghiotte occasioni. Dopo una chiusura provvidenziale di Yao (12') e un intervento davvero super di Baumann su un colpo di testa di Pieros Sotiriou (18'), i danesi hanno anche colpito un palo con Bengtsson (24'). Superato il momento di maggior difficoltà, il Lugano ha via via preso coraggio e si è fatto vedere dalle parti di Johnsson. In particolare i ticinesi si sono resi insidiosi con un colpo di testa di Lavanchy su cross di Daprelà.

In parità all'intervallo, a inizio ripresa le due squadre si sono ripresentate in campo col medesimo "undici" che aveva cominciato l'incontro. Al 49' Bottani, dolorante, ha però dovuto lasciare spazio ad Aratore. Impreparati sulla discesa di Bengtsson, i bianconeri sono capitolati al 50', con Santos - liberissimo in area - che ha trafitto Baumann con una precisa incornata (1-0). Incassato il colpo, il Lugano ha rischiato grosso anche al 63', quando Falk - da posizione invitante - ha spedito alto un bel servizio di Varela.

Dal 70', subito dopo l'ingresso di Holender (fuori Yao), si è rivisto il Lugano in proiezione offensiva. Al 74', su traversone di Junior, Aratore ha superato Johnsson di testa, ma la rete del bianconero è stata annullata per fuorigioco (Holender si trovava in posizione irregolare). Al 76' il Lugano è poi stato salvato dai ferri, con una sfortunata deviazione di Maric che ha colpito la traversa a Baumann battuto.

Nel finale, con anche Dalmonte gettato nella mischia, gli uomini di Celestini hanno cercato il tutto per tutto, ma nonostante alcuni pericoli dalle parti del portiere Johnsson (in particolare c'è stata un'occasione per Holender) il risultato non è più cambiato.

Nell'altro match del girone B successo di misura della Dinamo Kyev, che davanti ai propri tifosi ha superato 1-0 il Malmö. Rete decisiva di Buyalskyy all'84'.

Tra le altre sfide spicca il netto successo del Basilea, che al St.Jakob-Park ha strapazzato 5-0 il Krasnodar. Reti di Bua (9', 40'), Zuffi (52'), Vilhea (autogol al 55') e Okafor (79'). Chiara anche la vittoria dell'Arsenal di Granit Xhaka, che ha piegato 3-0 in trasferta l'Eintracht Francoforte di Sow. Per i Gunners a segno Willock (38'), Saka (85') e Aubameyang all'88'.

COPENAGHEN - LUGANO 1-0 (0-0)

Reti: 50' Santos 1-0.

LUGANO. Baumann; Yao (70' Holender), Kecskes, Maric, Daprelà; Lavanchy, Custodo, Sabbatini, Vecsei (82' Dalmonte); Carlinhos, Bottani(49' Aratore).

keystone-sda.ch/STR (Samuel Golay)
Guarda tutte le 23 immagini
Commenti
 
Indira69 3 sett fa su tio
Non si doveva sfigurare e non si é sfigurato,con un po' di fortuna si poteva portare a casa il pareggio,segno che in Europa niente é scontato,vedasi il 5-0 del Basilea al Krasnodar che si gioca il campionato russo con lo Zenit;un plauso a Sabbatini,grandissima partita la sua,a mio avviso un giocatore che potrebbe tranquillamente giocare in squadre più blasonate.Ora testa e cuore a domenica:col Lucerna é lo spartiacque,si deve imperativamente vincere,sempre forza Lugano e fuori gli attributi!
Fabio bianconero 3 sett fa su tio
vero la Rsi poteva risparmiarsi in un momento come questo di invitare Tramezzani (peraltro ottimo commentatore), significa mettere dubbi e pressione , veramente una scelta infelice!!!
magimi63 3 sett fa su tio
Pure io ho trovato la presenza di Tramezzani alla RSI non molto gradita, anche se in caso di avvicendamento non mi dispiacerebbe il suo ritorno in panchina. In tutti i casi un buon Lugano contro una squadra decisamente superiore in qualità. Forza Lugano.
El Jardinero 3 sett fa su tio
risp... a cle72 (pf. redazione sistemate sta cosa che non si possono cancellare i post inseriti erroneamente : È odiosa ;) )
El Jardinero 3 sett fa su tio
Io non assocerei la presenza di Tramezzani con la panchina del Lugano. Poi magari mi sbaglio ma non vedo un suo ritorno. Sui piazzamenti non bisogna nemmeno snobbare la finale di Coppa di Zeman che si salvò a pelo ma facemmo benissimo in Coppa con un Lugano molto più inesperto. Il problema del Lugano in questi anni di SL non va sicuramente cercato nei tecnici perchè ognuno, a proprio modo ha dato il suo (pure Manzo).
El Jardinero 3 sett fa su tio
Partita preparata in maniera ottimale da Celestini. Si è cercato ti tarpare le ali ad un avversario decisamente più forte e più in palla del Lugano. Ottima la diagonale di Yao in chiusura nel primo tempo invece. Bottani il vero 1/2 uomo in meno, ma poi esce acciaccato. Peccato perchè in pratica abbiamo giocato senza punte con Junior in fascia. Capitan Sabbatini stoico, bene pure Custodio e Vecsei. Se giochiamo con questa fame in campionato ritorneremo senza problemi. FORZA LUGANO !
skorpio 3 sett fa su tio
Peccato, almeno il pari era possibile, cque buona attitudine. A quasi tutti darei la sufficienza, a parte Yao, sinceramente non non è da serie A/EL. nota molto insufficiente invece la darei alla RSI. Ho trovato di cattivo gusto e fuori luogo Invitare in questo momento Tramezzani.... Tra l altro diceva gia : " noi"..."siamo"....
cle72 3 sett fa su tio
@skorpio Ho fatto anche io una riflessione sulla presenza di Ttamezzani, forse non un caso ma se devo pensare ad un cambiamento di Celestini, sarebbe un gradito ritorno a mio avviso. Si lo so tanti penseranno che se ne andato solo per una questione anche di soldi, ma lo sport è questo. Cmq l'unico con Celestini a portare il Lugano al 3 posto negli ultimi anni. Ma a parte tutti questi discorsi tutti domenica a tifare Lugano!
mats70 3 sett fa su tio
@skorpio L'ho notato anche io. Purtroppo per il buon Celestini le valigie sono già pronte.
Fabio bianconero 3 sett fa su tio
Buona reazione, ottimo il nostro capitano, veramente una bandiera, Baumann superbo (per me uno dei migliori portieri in Svizzera) Custodo stasera veramente efficace, però alcune assenze si sentono, purtroppo secondo me continua a deludere Holender....bè in 23 minuti goal sbagliato e fuori gioco attivo ...si vede che il giocatore partecipa al gioco ma un attaccante non può commettere una serie di errore come fa lui....mi aspetto da lui più concentrazione, concretezza e decisione...per il resto aspettiamo , i giocatori ci sono ma devono conservare quell'umiltà che mi sembra sia venuta a mancare negli ultimi 40 giorni....forza ragazzi Domenica dovete dimostrare di non essere dei presuntuosi e fate valere oltre alla vostra classe l'attaccamento alla maglia!!! FORZA LUGANO
RobediK71 3 sett fa su tio
L’onor non porta mai soddisfazion
cle72 3 sett fa su tio
Un buon Lugano cmq. Ci si dimentica che mancano diversi giocatori e soprattutto punte di ruolo. Speriamo che per Mattia non sia nulla di grave, ma da quello che si è visto temo per il peccio. Forza Mattia forza Lugano domenica serve una vittoria! Tutti allo stadio.
Arciere 3 sett fa su tio
Chiaro, normale, la classica "onorevole sconfitta"...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
MARANELLO
54 min

"Schumacherino" rompe gli indugi: «Io pronto per la F1», ma c'è chi lo smonta

Attualmente impegnato in F2, il 20enne tedesco vuole il grande salto. Scettico Flavio Briatore, protagonista di alcune tra le grandi stagioni di Michael: «Non paragonatelo al papà»

SERIE A
3 ore

Paperone Ronaldo primo al mondo: doppiato Messi

Uno studio ha messo sotto la lente il ricco bottino che le star ricavano da Instagram. Inarrivabile CR7 (44,1 milioni), poi la Pulce e Kendall Jenner

TENNIS
6 ore

Federer non aveva i requisiti per andare alle Olimpiadi (ma un cambio di regolamento...)

Fino a Rio 2016, per prendere parte al torneo olimpico un tennista doveva aver giocato tre volte in Davis nel quadriennio precedente. Poi la ITF è corsa ai ripari

UNIHOCKEY
9 ore

Rampoldi e Crivelli ora sono... Mondiali: «Un sogno»

Convocazione di lusso per la coppia ticinese, chiamata a dirigere i campionati del mondo femminili in programma in dicembre a Neuchâtel

L'OSPITE - ARNO ROSSINI
12 ore

Ronaldo come Federer, lui in nazionale anche dopo sei mesi alle Bahamas

CR7 o CR700? Con il suo ultimo record, il portoghese si è candidato alla corona di miglior calciatore di sempre. Ma è in buona compagnia

NAZIONALE
20 ore

La Svizzera fa quello che deve: battuta l'Irlanda

A Ginevra i rossocrociati hanno ottenuto tre punti pesantissimi nella corsa che porta al prossimo Europeo: 2-0 il risultato finale, reti di Seferovic e Edimilson Fernandes

HCL
21 ore

Il Lugano si sveglia nel finale e piega i Lakers al supplementare

I bianconeri – con Spooner ancora in tribuna – hanno ribaltato la sfida grazie a Lajunen e Zangger. 2-1 il risultato finale dopo l’overtime

HCAP/CHAMPIONS LEAGUE
23 ore

Champions al capolinea per l'Ambrì: il Färjestad batte il Monaco

La vittoria degli svedesi per 3-1 ha tagliato fuori i leventinesi, in pista domani alla Valascia nell'inutile gara contro il Banska Bystrica

SERIE A
1 gior

Depressione, errori, notti brave: Buffon scrive a sé stesso: «Soffrirai...»

Il portiere della Juve si racconta in una lettera "inviata" al sé stesso 17enne: «A 41 anni non sarai ancora soddisfatto, mi dispiace dirlo. Sei Buffon, mostrerai al mondo che esisti»

BARCELLONA
1 gior

Che ci fa Ivan Rakitic a piedi sull'autostrada?

Il croato, di ritorno a Barcellona dopo il match disputato con la sua nazionale, non è riuscito a trovare un veicolo per rientrare a casa a causa di una manifestazione

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile