keystone-sda.ch/ (ENNIO LEANZA)
+ 22
SUPER LEAGUE
21.07.19 - 17:590
Aggiornamento : 22.07.19 - 09:36

Poker Lugano: Zurigo travolto al Letzigrund!

Splendida prestazione dei bianconeri di Celestini, capaci di imporsi 4-0 nel primo turno di Super League. A segno Maric (rigore), Aratore (eurogol), Rodriguez e Vecsei. 1-1 tra YB e Servette

ZURIGO - Difficile (davvero molto difficile...) immaginare un esordio migliore. Lucido, dinamico e perfettamente organizzato, il Lugano di Celestini ha travolto lo Zurigo al Letzigrund nella prima giornata di Super League. Sempre in vantaggio sul pallone e padroni della sfida, i bianconeri si sono imposti con un secco e meritatissimo 4-0.

Dopo un avvio di gara che ha visto i tigurini rendersi maggiormente pericolosi soprattutto con Kololli - fermato da un grande Baumann al 5' -, gli ospiti sono cresciuti e prima dell'intervallo hanno piazzato un tris letale.

Rapidi e incisivi, i ticinesi hanno colpito una prima volta al 30', quando Maric ha trasformato con freddezza un penalty concesso dall'arbitro Bieri per un intervento ingenuo di Bangura su capitan Sabbatini. Sbloccato il punteggio il Lugano ha continuato a spingere e, dopo un'iniziativa sull'asse Aratore-Lavanchy (sulla quale si è dovuto superare il portiere Brecher), hanno siglato il 2-0 al 39'. Ancora Aratore, ispiratissimo, ha trovato la via del gol con una splendida conclusione a giro dal limite dell'area. Frastornati, gli uomini di Magnin sono capitolati anche una terza volta prima dell'intervallo, con Francisco Rodriguez liberissimo di controllare un pallone al limite dell'area e battere nuovamente Brecher.

Nella ripresa, con i bianconeri avanti di tre lunghezze, lo Zurigo ha cercato (invano) di reagire e tornare in partita. Bravissimi nel gestire tempi e spazi, i bianconeri hanno gestito il vantaggio calando poi il poker al 79'. Vecsei, inserito al 55' al posto di Rodriguez, ha finalizzato al meglio un'azione iniziata sulla fascia dallo scatenato Gerndt e proseguita da Bottani. Servito in area dal passaggio rasoterra del ticinese, Vecsei ha anticipato la (non impeccabile) difesa zurighese e infilato il pesantissimo 4-0.

Se il buongiorno si vede dal mattino, questo Lugano - che sarà impegnato anche in Coppa Svizzera ed Europa League - pare destinato a regalare tante emozioni ai propri tifosi.

Nell'altra sfida giocata questo pomeriggio ottima operazione del neopromosso Servette, che ha strappato un pareggio allo Stade de Suisse contro i campioni svizzeri. In vantaggio al 2' con Ngamaleu, l'YB ha subito la reazione dei ginevrini, che al 31' hanno impattato la contesa con Wuthrich.

ZURIGO - LUGANO 0-4 (0-3)

Reti: 30' Maric (rig.) 0-1; 39' Aratore 0-2; 44' Rodriguez 0-3; 79' Vecsei 0-4.

LUGANO. Baumann, Kecskes, Maric, Daprelà, Custodio, Lavanchy, Sabbatini, Rodriguez (55' Vecsei), Aratore (63' Obexer), Gerndt, Bottani (80' Holender).

 

keystone-sda.ch/ (ENNIO LEANZA)
Guarda tutte le 26 immagini
Commenti
 
Evry 1 mese fa su tio
Molto bene , avanti cosi ma con umiltà
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SERIE A
47 min

Sarri non guiderà la Juve contro Parma e Napoli

Il mister, costretto a fare i conti con una polmonite, non siederà in panchina in occasione delle prime due giornate di campionato

TENNIS
2 ore

US Open: Federer con Wawrinka e Djokovic

King Roger, che inizierà contro un qualificato, è stato sorteggiato nella parte alta insieme al vodese e Nole. Negli ottavi possibile duello tra Stan e Djokovic. Sfide intriganti in campo femminile

BELLINZONA
5 ore

ACB-Team Ticino, si va in Pretura. E Renzetti sbotta

L'assemblea dello scorso luglio è stata regolare? Non secondo il Bellinzona, che si troverà con l'Associazione Team Ticino davanti al pretore. Contestato il ruolo di Novoselskiy

NATIONAL LEAGUE
6 ore

4'000'000 (quasi) per Berra, bruciato anche il Lugano

Alla corsa al 32enne portiere hanno partecipato pure i bianconeri. Steinegger: «Alla fine eravamo rimasti noi e il Friborgo. Ora uno straniero? Molto meglio uno svizzero. Magari Joel Daccord»

MOTOGP
9 ore

«Valentino Rossi? Ha 40 anni, non 20, non gli si può chiedere di più»

Luca Cadalora, ex personal coach del Dottore, ha criticato la Yamaha e applaudito Marquez: «Fa letteralmente paura»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile