Keystone, archivio
+ 8
NATIONS LEAGUE
11.06.19 - 07:000
Aggiornamento : 13:26

«Il risultato della Svizzera? Tanto di cappello a Petkovic»

Livio Bordoli si è espresso in merito alla neonata competizione europea in cui Xhaka e compagni si sono piazzati quarti

GUIMARAES (Portogallo) - La prima edizione della Final Four di Nations League è stata vinta dal Portogallo, impostosi 1-0 sull'Olanda. Quarto posto per la Svizzera.

I rossocrociati erano stati sconfitti dapprima in semifinale dai padroni di casa lusitani 3-1 – in virtù della tripletta di Cristiano Ronaldo – per poi cadere ai rigori contro l'Inghilterra nella finalina (0-0 dopo 120'). «Alla vigilia ci si aspettava ovviamente molto di più, anche perché arrivare quarti nella Final Four è sinonimo di ultimo posto», ha analizzato il responsabile tecnico della Federazione ticinese di calcio Livio Bordoli. «Peccato perché malgrado gli elvetici abbiano perso entrambi i match, contro il Portogallo avrebbero meritato un risultato diverso. Alla Svizzera manca ancora qualcosa a livello di giocatori, ma attualmente non penso che ci sia molta altra scelta. La dimostrazione l'abbiamo avuta contro l'Inghilterra, dove non c'è stata partita ed è stato bravo Petkovic a capire la situazione, riuscendo a portare la squadra fino ai rigori. I nostri erano stanchi, sono mancati nella corsa e la gara è stata decisa dalla qualità degli avversari in campo. Abbiamo dei buoni giocatori, ma purtroppo non sono dei fenomeni».

Nemmeno Xhaka? «Lui è un buonissimo calciatore, ma non è in grado di fare la differenza. Al contrario di Portogallo, Olanda e Inghilterra per esempio – che ne hanno almeno quattro a testa nel proprio roster – nessuno dei nazionali svizzeri milita in una squadra facente parte della top-10 europea come Juventus, Barcellona o Manchester City. Ci sarebbe Shaqiri ma non ha molto spazio a Liverpool, lo stesso Granit è titolare nell'Arsenal ma reputo i Gunners un gradino sotto le altre. Tanto di cappello a Petkovic che è riuscito a mettere insieme una signora squadra a livello internazionale».

Cosa ne pensi della Nations League? «Personalmente non so se l'avrei seguita se non ci fosse stata la Svizzera e non so nemmeno se a livello europeo ci sia stato un grande interesse. Le emozioni durante i rigori erano nulle, ma è un torneo che deve ancora prendere piede».

Keystone, archivio
Guarda tutte le 12 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
MOTOMONDIALE
1 ora

Valentino Rossi papà? «Mi prendo tempo ma forse ho la donna giusta»

Il campione di Tavullia ha posticipato il momento della paternità: «Difficile conciliare la vita che faccio con quella di babbo»

SUPER LEAGUE
4 ore

Un ex Juve per rinforzare lo Young Boys

I bernesi sono vicini all'ingaggio del 27enne danese Frederik Sorensen

PREMIER LEAGUE
13 ore

Guardiola-Agüero: non son botte ma poco ci manca

Lite furiosa tra l'allenatore e la punta del City durante la sfida al Tottenham. Tutto è “rientrato” a fine match, con un abbraccio pacificatore

COPPA SVIZZERA
16 ore

Chiasso, che figuraccia: fuori da una squadra di Prima Lega

Nel primo turno di coppa, i rossoblù sono caduti 2-1 – ai supplementari – contro i friborghesi del Bulle. Bellinzona avanti 5-0 sul Gambarogno-Contone. Taverne fuori per mano del Kriens

HCAP
18 ore

Hofer-show e l'Ambrì travolge il Vitkovice

Buona prestazione e bella vittoria per i biancoblù i quali, grazie alle quattro reti dell'attaccante, hanno chiuso la Lehner Cup battendo 6-1 i cechi

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile