KEYSTONE/AP (Peter Dejong)
+ 30
CHAMPIONS LEAGUE
09.05.19 - 10:150
Aggiornamento : 13:17

Lucas Moura eroe di Champions: «Spero gli facciano una statua»

Il Tottenham, trascinato dalla tripletta del brasiliano, ha affondato l’Ajax e vissuto una serata indimenticabile. Eriksen: «È stata una sfida assurda». Moura: «Impossibile spiegare come mi sento»

AMSTERDAM (Olanda) - Dopo quella del Liverpool sul Barcellona, ieri sera è andata in scena un'altra "remuntada" memorabile firmata questa volta dal Tottenham. Finale di Champions tutta inglese al Wanda Metropolitano, dove l'1 giugno si troveranno di fronte i Reds di Klopp e gli Spurs di Pochettino, che ad Amsterdam hanno affondato l'Ajax quando molti tifosi olandesi stavano già prenotando i biglietti per Madrid…

Il duello, pazzesco e spettacolare, si è deciso al 96' col tris calato da Lucas Moura, che ha completato una rimonta incredibile. Battuti 0-1 all'andata e sotto 0-2 ieri all'intervallo, gli Spurs hanno vinto 3-2 all'ultimo respiro.

Il brasiliano, autore di una sontuosa tripletta, ha vissuto una serata indimenticabile. «È il miglior momento della mia carriera e di questo devo ringraziare i miei compagni: quello che sto vivendo è incredibile. È davvero impossibile spiegare come mi sento. Era difficile affrontare e superare l'Ajax in questo stadio, ma ci abbiamo sempre creduto nonostante le numerose assenze».

Anche Christian Eriksen, fantasista danese, ha commentato l'incredibile epilogo della Johan Cruijff Arena. «È stata una sfida assurda. Eravamo al tappeto, poi abbiamo provato a reagire e siamo stati anche fortunati. Da sportivo dispiace per l'Ajax, che nelle due partite ha giocato meglio do noi. Siamo stati bravi a segnare, abbiamo vinto con il cuore e con Lucas Moura... Ha avuto una stagione con diversi alti e bassi ma ci ha portati in finale: spero gli facciano una statua».

KEYSTONE/EPA (OLAF KRAAK)
Guarda tutte le 34 immagini
Commenti
 
skorpio 6 mesi fa su tio
prima della partita per me era uguale chi andava in finale , ero tifoso neutro , ma poi vedendo il portiere dell' Ajax così irrispettoso e sleale ( per di più lo aveva già fatto all'andata), ho pensato che un gol del Totenham gli servirebbe da lezione, questo 30 secondi prima del gol.... quando si tratta di perdere del tempo nel calcio, tutto il mondo è paese, ma quanto lo fai così esageratamente qualcuno prima o poi ti castiga, ed è successo!!
Tony15 6 mesi fa su tio
@skorpio Esatto Ed inoltre la legge dello sport che chi sbaglia paga Il palo colpito pochi minuti prima dall'attaccante dell'Ajax probabilmente avrebbe chiuso la partita definitivamente. E come non pensare al mega goal mancato del Barca in casa a pochi secondi dalla fine,sarebbe stato un quattro a zero devastante ,ed invece....
mats70 6 mesi fa su tio
Una statua si può fare ad un dottore che salva delle vite, non ad un calciatore del c... O
El Jardinero 6 mesi fa su tio
....e poi ci sono giocatori "strani" che di colpo escono come il coniglio dal cilindro Lucas, Wijnaldum, Origi. :)))) Complimentoni, hanno ribaltato le sorti di una bella finale che sarebbe potuta starci, ma questi giocatori mi sa che in Italia farebbero fatica ... boh... e poi si sostiene che le italiane siano indietro. Champions League affascinante per i colpi di scena e per i tifosi neutri, ma oltremodo bizzarra... Ma le pazzie credo siano finite i Reds solleveranno il trofeo! Sempre forza Barça&Ajax!
BarryMc 6 mesi fa su tio
@El Jardinero Peccato, sognavo l'Ajax con il "mio" Liverpool! Comunque i giovani lancieri ieri sera non c'erano proprio. Troppi uomini fuori fase...gli inglesi non hanno rubato nulla. I tre che hai citato sono comunque giocatori di una certa importanza. Il primo nel giro della nazionale brasiliana, il secondo titolare di quella olandese ed il terzo riserva di lusso nella nazionale belga, la quale ha una scelta di attaccanti impressionante! Il calcio italiano è molto preparato tatticamente ma dal profilo del gioco, dell'intensità fisica, della corsa, del ritmo, è rimasto molto indietro. Per lo spettacolo meglio partite con errori tattici ma giocate con grande intensità e con la ricerca continua del gioco offensivo. Spero tu non abbia gufato...eheheh
GI 6 mesi fa su tio
ha semplicemente dell'incredibile ma, oltre a ringraziare il loro portiere (gli inglesi)....gli avversari si sono dimenticati che la partita termina SOLO quando l'arbitro ha fischiato tre volte...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
VIDEP
MOTO 3
1 ora
Terribile caduta a Valencia: ecco il video
Sono stati cinque i piloti coinvolti nel maxi crash: Foggia (che ha avuto la peggio), Antonelli, Tatay, Yurchenko e Alcoba
PREMIER LEAGUE
3 ore
Granit Xhaka il reietto è ostaggio dell'Arsenal
Praticamente chiusa la sua avventura da Gunner, il centrocampista rossocrociato sogna la Serie A. A Londra però, per non perdere troppi soldi, potrebbero spedirlo al Newcastle
MOTOGP
6 ore
Marquez-Marquez, la Honda pensa ai fratelli-coltelli
Via Jorge Lorenzo, sarà Alex a diventare compagno di squadra di Marc? «Più svantaggi che vantaggi»
HCAP
15 ore
Ambrì punito ai supplementari, alla Valascia passa il Losanna
I biancoblù sono usciti sconfitti di misura al termine di una sfida combattuta e decisa solo all’overtime. 2-1 il risultato finale
HCL
16 ore
Il Lugano piange ancora
Velocemente avanti con Sannitz, alla Cornèr Arena i bianconeri – alla quinta sconfitta consecutiva - si sono fatti riprendere e superare dal Langnau, che si è imposto 2-1
FORMULA 1
17 ore
Verstappen, non solo lingua lunga: è pole in Brasile
L'olandese della Red Bull scatterà davanti a tutti a Interlagos. Preceduti Vettel, Hamilton e Leclerc
TENNIS
20 ore
Federer sprecone, Tsitsipas lo infilza
Capace di trasformare solo una delle dodici palle break avute, Roger si è inchinato 3-6, 4-6 al greco, volato così all'ultimo atto delle ATP Finals
MOTOGP
22 ore
Quartararo sprinta, Marquez tiene, Rossi affonda
Il francese scatterà in pole a Valencia. Preceduti il campione del mondo e Jack Miller. Dovizioso sesto, Vale Rossi addirittura dodicesimo
FORMULA 1
23 ore
Verstappen sulla Rossa: «Le Ferrari come prima di Austin? Vedremo»
Il pilota olandese è carico in vista del Gran Premio del Brasile
NATIONAL LEAGUE
1 gior
Niente ritorno sul ghiaccio: Robert Nilsson pronto al ritiro
Il 34enne svedese dello Zurigo non ha superato l'ultima commozione cerebrale: «Voglio solo poter condurre una vita normale»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile