Tipress
SUPER LEAGUE
15.04.19 - 10:010
Aggiornamento : 15:12

Pari e rimpianti: il Lugano crea, ma sciupa (ancora) troppo

Quarto pareggio filato per i bianconeri, che ieri hanno impattato col Sion sprecando nel finale. Si allunga la striscia positiva (7 risultati utili consecutivi), ma si avanza a passo lento

LUGANO - Un punto dal sapore amarognolo, un punto che muove ancora la classifica ma lascia anche qualche rimpianto. Di questo si è dovuto accontentare il Lugano al termine del match casalingo col Sion, dove ha saputo farsi preferire sotto tutti - o quasi -  gli aspetti.

Più brillante nella manovra e capace di crearsi alcune ghiotte occasioni per colpire, la squadra di Celestini - a cui manca sempre un po’ di cattiveria sottoporta - si è invece ritrovata sotto dopo il gol di Adryan. Il brasiliano, approfittando di un pasticcio fra il neoentrato Covilo (passaggio troppo corto) e Kecskes (scivolata sul terreno bagnato), si è presentato tutto solo al cospetto di Da Costa e ha infilato l’1-0 al 74’.

Il colpo, duro da digerire, poteva affondare il Lugano, che invece ha avuto il merito e la capacità di reagire firmando l’immediato 1-1 con Junior. L’attaccante verdeoro, con una vera e propria invenzione personale, ha fulminato Fickentscher da oltre 20 metri (77’). Una prodezza... questo è servito ai bianconeri per trovare la via del gol. Sì, perché anche ieri - come già in altre partite -, gli uomini di Celestini hanno fatto troppa fatica a concretizzare le numerose occasioni create. Anche nel finale, quando hanno spinto alla ricerca della posta piena, non sono mancate le chance sciupate: almeno 2-3 davvero importanti.

Il momento resta positivo, ma serve maggior incisività. Col pareggio di ieri i ticinesi - a +5 sullo Xamax, penultimo - allungano a 7 la striscia di risultati utili consecutivi, ma a Cornaredo non acciuffano i tre punti dallo scorso 28 ottobre. Venerdì una nuova occasione per cercare la posta piena e rilanciare anche la sempre accesissima corsa all’Europa: in Ticino arriva lo Zurigo.

Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
TENNIS
9 ore

Federer testa di serie numero 2? Nadal non ci sta

Il tennista spagnolo non ha per niente apprezzato che Wimbledon l'abbia relegato dietro a King Roger come testa di serie nonostante sia davanti a lui nella classifica Atp

VIDEO
COPA AMERICA
13 ore

Suarez, che confusione! Il portiere para ma lui chiede il rigore...

Nel corso della sfida contro il Cile l'attaccante dell'Uruguay ha vissuto un paio di secondi di totale follia

SUPER LEAGUE
13 ore

La conferma della società: Renzetti resta in sella

«Tutte le energie saranno ora riposte sulla nuova stagione sportiva», recita uno stralcio del comunicato

SWISS LEAGUE
14 ore

Tosques, Bionda e Fritsche per un altro anno ai Rockets

Tutti e tre i giocatori hanno sottoscritto un accordo valido per la stagione 2019-20

SUPER LEAGUE
16 ore

Dal lungo stop al rinnovo... dopo un folle finale: «A 30 anni non era semplice tornare»

Il ticinese Igor Djuric, fresco di rinnovo fino al 2022, è uno dei leader dello Xamax: «Posso parlare di premio per il duro lavoro. Joël Magnin? È un mister molto attivo e positivo»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report