Ti-Press (foto d'archivio)
+ 9
SUPER LEAGUE
21.03.19 - 10:010
Aggiornamento : 21:48

«Io socio di maggioranza? Non penso che Leonid voglia pagare senza poter decidere»

Un occhio all'ottimo momento in campionato, l'altro ai movimenti societari: per Angelo Renzetti niente grigio, solo bianco o nero: «Il 31 marzo non cadrà il mondo»

LUGANO - Ottanta uno, venti l'altro. No, sessanta il primo, quaranta il secondo. Non stiamo dando i numeri, non del tutto. Le cifre riportate sono percentuali; raccontano come Angelo Renzetti - attuale azionista di riferimento - e Leonid Novoselskiy stanno dividendosi il Lugano.

In passato uomo solo al comando, negli ultimi mesi l'attuale presidente ha aperto all'ingresso del socio russo. I ruoli, com'è noto, potrebbero invertirsi con l'arrivo di aprile quando, se non si concretizzerà un piano B, Renzetti accetterà di farsi da parte e aprirà alla cessione - dalla prossima stagione - di un ulteriore 40% di azioni.

Trovato un sostegno economico e tenuto conto dell'amore che prova per la sua creatura, il numero uno bianconero non potrebbe semplicemente "congelare" la situazione attuale? Tra il bianco del cedere tutto e il nero del tenere tutto... non può verificarsi un po' di grigio?
«La situazione è abbastanza chiara - ha raccontato proprio Renzetti - Non me la sentivo più di rimanere da solo».

Con Leonid accanto si potrebbe almeno tentare.
«Un aiuto da parte dell'azionariato l'ho sempre cercato. Questo perché dopo tanto non volevo più avere patemi. Se dovesse accadere qualcosa come al Grasshopper come andrebbe a finire?».

In due, con lei che rimane socio di maggioranza... lo sforzo economico sarebbe sostenibile?
«A livello economico non ci sarebbero problemi. Ci sarebbero molte più certezze. Non penso in ogni caso che Leonid voglia pagare senza poter decidere».

Trovate un compromesso: 50% a testa e sfere di competenza diverse...
«Già adesso ci occupiamo di problematiche differenti, con lui che è concentrato sul Settore giovanile. In realtà penso che, comprensibilmente, Leonid stia attendendo una mia decisione per portare avanti il suo progetto, trovando un trait d'union tra i giovani e la Prima squadra».

Vista la sua passione, sarà dura staccarsi dai colori bianconeri.
«Rimarrei socio di minoranza, starà poi alla sensibilità di chi ha l'ultima parola definire le competenze. Il 31 marzo, in ogni caso, non cadrà il mondo. Non ci sarà nulla di rilevante a livello societario. Più importante è quel che accadrà a livello sportivo».

C'è il match di Zurigo con il Grasshopper.
«E dopo quello affronteremo in casa lo Xamax. Sono due partite fondamentali per la nostra stagione. Con due buoni risultati potremmo chiudere definitivamente il discorso retrocessione e, contemporaneamente, vedere aprirsi scenari interessanti per la corsa all'Europa. Potremmo cominciare a guardare a chi ci precede, al quarto-quinto posto della graduatoria».

Posizioni che fino a qualche settimana fa sembravano inarrivabili.
«Da tempo dico che questa squadra è molto forte, ha delle qualità. Ora stiamo facendo bene in difesa e davanti riusciamo a segnare con regolarità. Siamo in periodo positivo. Speriamo di poterlo allungare».

Ti-Press (foto d'archivio)
Guarda tutte le 13 immagini
Commenti
 
cle72 8 mesi fa su tio
Se per il bene del Lugano vuol dire passare la palla a colui che sta portando avanti un progetto valido e professionale con i giovani è giusto dargli l'opportunità di creare questo legame giovani e prima squadra per il futuro loro e della società. Forza Renzetti dai fiducia a lui e rimani a guidare il nuovo stadio. Grazie per quanto fatto e farai per il Lugano.
Zarco 8 mesi fa su tio
Basta! Hai fatto il tuo tempo ...
Zarco 8 mesi fa su tio
@Zarco Non l’ho mai troppo amato , qualcosa di buono l’ha fatto ..., ma si cambi .
Alessio Nesurini 8 mesi fa su fb
Tu vorresti farti pagare e continuare a decidere
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SERIE A
2 ore
Lacrime per Ancelotti, 750'000 euro (per nemmeno sette mesi) per Gattuso
Il ribaltone di Napoli ha visto Carletto lasciare tra i pianti dei giocatori e Rino arrivare atteso da un lauto compenso
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
5 ore
Behrami l'italiano tra scuse e poca fame: «Non si sputa nel piatto dove si è mangiato»
Via da Nazionale e Sion (dove ha rinunciato a 1,5 milioni), Valon ha vissuto mesi turbolenti. Arno Rossini: «Lui un po' ruffiano. Da ex capitano della Svizzera non puoi tifare Italia»
HOCKEY
8 ore
«Non c'è limite ai sogni...»
Christian Stucki vede la luce in fondo al tunnel: «Nella mia testa ci sono già i prossimi obiettivi»
CHAMPIONS LEAGUE
16 ore
L'Inter s'inchina al Barça e saluta la Champions: avanza il Dortmund di Favre
I blaugrana gelano San Siro e spediscono Conte in Europa League (2-1). Sorride il Borussia Dortmund, promosso grazie al 2-1 sullo Slavia Praga. Piange l'Ajax, superato dal Valencia
CHAMPIONS HOCKEY LEAGUE
16 ore
Bienne, epilogo amarissimo! Out anche Zugo e Losanna
Quarti di Champions da incubo: fuori tutte le elvetiche. Il Bienne è stato eliminato all'overtime dal Frölunda, i Tori si sono arresi al Mountfield (0-4). Losanna ko col Lulea (5-2)
HCAP
17 ore
L’Ambrì espugna Davos e si avvicina alla riga
Una grande prestazione difensiva ha permesso ai biancoblù di conquistare tre punti preziosissimi sul ghiaccio grigionese. 2-1 il risultato
CHAMPIONS LEAGUE
18 ore
Liverpool e Napoli: è qualificazione
Grazie ai successi rispettivamente su Salisburgo e Genk le due squadre si sono guadagnate l'accesso alla fase successiva della competizione
HCL
21 ore
«Schlegel? Soluzione a corto e medio termine»
Hnat Domenichelli, GM del Lugano, ha commentato l'ingaggio del 25enne: «In questo modo non utilizzeremo una licenza straniera per un portiere»
HCL
23 ore
Schlegel da subito al Lugano
Il portiere 25enne fa le valigie e sbarca - con effetto immediato - ai bianconeri: accordo fino al 2021. Müller rinnova fino al 2022 e giocherà nei Rockets
FORMULA 1
1 gior
«Vettel ferito»
Jacques Villeneuve ha tirato le orecchie alla Ferrari, poco chiara con Leclerc e per questo indirettamente colpevole della crisi del tedesco: «Non so cosa farà ora Mattia Binotto»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile