Ti-Press (foto d'archivio)
+9
SUPER LEAGUE
21.03.19 - 10:010
Aggiornamento : 21:48

«Io socio di maggioranza? Non penso che Leonid voglia pagare senza poter decidere»

Un occhio all'ottimo momento in campionato, l'altro ai movimenti societari: per Angelo Renzetti niente grigio, solo bianco o nero: «Il 31 marzo non cadrà il mondo»

LUGANO - Ottanta uno, venti l'altro. No, sessanta il primo, quaranta il secondo. Non stiamo dando i numeri, non del tutto. Le cifre riportate sono percentuali; raccontano come Angelo Renzetti - attuale azionista di riferimento - e Leonid Novoselskiy stanno dividendosi il Lugano.

In passato uomo solo al comando, negli ultimi mesi l'attuale presidente ha aperto all'ingresso del socio russo. I ruoli, com'è noto, potrebbero invertirsi con l'arrivo di aprile quando, se non si concretizzerà un piano B, Renzetti accetterà di farsi da parte e aprirà alla cessione - dalla prossima stagione - di un ulteriore 40% di azioni.

Trovato un sostegno economico e tenuto conto dell'amore che prova per la sua creatura, il numero uno bianconero non potrebbe semplicemente "congelare" la situazione attuale? Tra il bianco del cedere tutto e il nero del tenere tutto... non può verificarsi un po' di grigio?
«La situazione è abbastanza chiara - ha raccontato proprio Renzetti - Non me la sentivo più di rimanere da solo».

Con Leonid accanto si potrebbe almeno tentare.
«Un aiuto da parte dell'azionariato l'ho sempre cercato. Questo perché dopo tanto non volevo più avere patemi. Se dovesse accadere qualcosa come al Grasshopper come andrebbe a finire?».

In due, con lei che rimane socio di maggioranza... lo sforzo economico sarebbe sostenibile?
«A livello economico non ci sarebbero problemi. Ci sarebbero molte più certezze. Non penso in ogni caso che Leonid voglia pagare senza poter decidere».

Trovate un compromesso: 50% a testa e sfere di competenza diverse...
«Già adesso ci occupiamo di problematiche differenti, con lui che è concentrato sul Settore giovanile. In realtà penso che, comprensibilmente, Leonid stia attendendo una mia decisione per portare avanti il suo progetto, trovando un trait d'union tra i giovani e la Prima squadra».

Vista la sua passione, sarà dura staccarsi dai colori bianconeri.
«Rimarrei socio di minoranza, starà poi alla sensibilità di chi ha l'ultima parola definire le competenze. Il 31 marzo, in ogni caso, non cadrà il mondo. Non ci sarà nulla di rilevante a livello societario. Più importante è quel che accadrà a livello sportivo».

C'è il match di Zurigo con il Grasshopper.
«E dopo quello affronteremo in casa lo Xamax. Sono due partite fondamentali per la nostra stagione. Con due buoni risultati potremmo chiudere definitivamente il discorso retrocessione e, contemporaneamente, vedere aprirsi scenari interessanti per la corsa all'Europa. Potremmo cominciare a guardare a chi ci precede, al quarto-quinto posto della graduatoria».

Posizioni che fino a qualche settimana fa sembravano inarrivabili.
«Da tempo dico che questa squadra è molto forte, ha delle qualità. Ora stiamo facendo bene in difesa e davanti riusciamo a segnare con regolarità. Siamo in periodo positivo. Speriamo di poterlo allungare».

CALCIO: Risultati e classifiche

Ti-Press (foto d'archivio)
Guarda tutte le 13 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
cle72 1 anno fa su tio
Se per il bene del Lugano vuol dire passare la palla a colui che sta portando avanti un progetto valido e professionale con i giovani è giusto dargli l'opportunità di creare questo legame giovani e prima squadra per il futuro loro e della società. Forza Renzetti dai fiducia a lui e rimani a guidare il nuovo stadio. Grazie per quanto fatto e farai per il Lugano.
Zarco 1 anno fa su tio
Basta! Hai fatto il tuo tempo ...
Zarco 1 anno fa su tio
@Zarco Non l’ho mai troppo amato , qualcosa di buono l’ha fatto ..., ma si cambi .
Alessio Nesurini 1 anno fa su fb
Tu vorresti farti pagare e continuare a decidere
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
HCAP
2 ore
«Salary cap, licenze e retrocessioni: giusto riflettere a 360°»
Luca Cereda: «Dal 1. giugno comincerà il secondo blocco della preparazione. Flynn e D'Ags? Ci raggiungeranno in luglio»
SVIZZERA
11 ore
Gli spettatori potrebbero tornare allo stadio da luglio
Daniel Koch: «Lo sport è un settore importante e adesso le restrizioni devono essere allentate»
LIGUE 1
11 ore
«Uno scandalo assoluto, siamo degli idioti»
Aulas, patron del Lione, è furioso: «Ripartono anche in Spagna. Qui il protocollo Uefa non è stato nemmeno guardato»
SCI ALPINO
13 ore
Moser dona 300'000 franchi, Wengen si salva?
Swiss-Ski ha deciso di ritirare la richiesta di sostituzione del Lauberhorn dal calendario della FIS
FORMULA 1
17 ore
«Sogno e prego che Schumi possa migliorare»
Felipe Massa, ex compagno di Schumacher ai tempi della Ferrari: «Ho informazioni dirette sul suo stato di salute, ma...»
SERIE A
20 ore
Dubbi su Juve-Inter: aperta un'indagine
Il patron della Lazio è stato subito convocato per fornire chiarimenti e approfondire i suoi sospetti
TENNIS
22 ore
Naomi Osaka da record: più di 37 milioni d'introiti in un anno
Mai nessuno nella storia del tennis femminile era stato in grado di raggiungere un guadagno simile in una sola stagione
TENNIS
1 gior
King Roger: «Non mi sto allenando e non vedo motivi per farlo»
Il campione renano è rilassato: «Era dal 2016 che non stavo a casa per cinque settimane consecutive»
TENNIS
1 gior
«Quarantena? Faccio sesso con le mie fan...»
Nick Kyrgios si è espresso in merito al suo personale lockdown
SCI ALPINO
1 gior
Anna Veith (Fenninger): «È giunto il momento di fare qualcosa di nuovo»
La campionessa austriaca ha deciso di ritirarsi dalle competizioni: «Sono pronta per il prossimo capitolo»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile