Keystone
+ 1
L'OSPITE - ARNO ROSSINI
13.02.19 - 07:000
Aggiornamento : 23:03

«Salah per Dybala? La Juve dovrebbe muoversi a caricare l'argentino sul treno»

Arno Rossini ha commentato il rumor del possibile scambio tra l'attaccante del Liverpool e quello della Juve. «Tecnicamente Paulo è meglio di Momo, però è incostante, si accende e si spegne»

LIVERPOOL (GBR) - La Juventus vuole Mohamed Salah. Dopo essersi svenata per Ronaldo, la scorsa estate, la Vecchia Signora sta facendo un pensierino all'attaccante del Liverpool. Questa è la notizia "sparata" a caratteri cubitali dai tabloid d'oltremanica. Verità? Rumor? Fantacalcio? Al momento non è dato saperlo. L'unica (altra) chicca aggiunta alla news riguarda il modo che potrebbero usare i bianconeri per arrivare all'egiziano: dar via Paulo Dybala.

«Uno scambio tra Paulo e Momo? Penso che Paratici si leccherebbe i baffi - è intervenuto Arno Rossini - Al momento tra i due non c'è partita».

L'egiziano è nettamente avanti?
«Mettiamola così: se il Liverpool acconsentisse allo scambio, anche se chiedesse in aggiunta qualche milione, la Juve dovrebbe essere veloce a caricare l'argentino sul treno. E a spedirlo».

Le qualità di Dybala sono indiscutibili.
«Vero. Se si guarda alla tecnica è meglio di Salah. E non è lontano da Messi. È bravissimo. Però...».

Però?
«Però va a sprazzi. Si accende e si spegne. Ha dei lampi e poi lunghe pause. Quest'anno poi, sta soffrendo molto la presenza in squadra di Ronaldo. Allegri lo ha spostato un po' più lontano dalla porta e lui incide molto meno. È forte-forte, ma nel calcio di oggi non ti puoi permettere di non essere continuo».

La continuità è invece un marchio di fabbrica di Salah.
«L'egiziano è eccezionale. Dietro Ronaldo e Messi, alla pari di Neymar, nella classifica dei migliori al mondo metto lui. È semplicemente la quintessenza del calciatore moderno».

Ai tempi del Basilea era già da applausi. Ma arrivare a questo livello...
«Devo essere sincero, non l'avrei mai creduto. Ricordo una partita di Coppa Svizzera, un Sion-Basilea deciso da Stocker. In quel match ero in panchina con Gattuso e Salah giocava proprio davanti a noi. Sapete... non siamo praticamente mai riusciti a vederlo. Andava come un espresso. Velocissimo, non si fermava mai. Lì abbiamo davvero capito le sue qualità. Lì abbiamo intuito il suo vero potenziale. Poi però è andato oltre alle aspettative».

È cresciuto.
«Ha lavorato molto, facendo tesoro delle esperienze fatte in Premier con il Chelsea e in Italia, con Fiorentina e Roma. Come si dice: "impara l'arte e mettila da parte". Lui lo ha fatto. Decisivo nella sua esplosione è inoltre stato il cambio di posizione. Adesso gioca più vicino alla porta, trova il gol con regolarità... e questo lo ha fatto diventare un idolo ad Anfield Road. Il trasferimento in bianconero? Secondo me è molto improbabile».

Keystone
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
MERCATO
4 ore

Juve, assalto a Neymar: offerti Dybala e 100'000'000

La società bianconera avrebbe avanzato un'offerta molto ricca, sia al giocatore che al PSG

HCAP
6 ore

L'Ambrì ha toccato con mano la Champions

Luca Cereda e Marco Müller non vedono l'ora di esordire giovedì 29 agosto sul ghiaccio dei Red Bull Monaco

MERCATO
8 ore

Wanda Nara ferma tutto: «Icardi non andrà al Monaco»

La moglie-agente di Maurito smentisce il possibile passaggio dell'attaccante al club monegasco

SERIE A
11 ore

«Cristiano Ronaldo è un egoista, passava le giornate allo specchio»

La parola a Diego Forlan, compagno di squadra di CR7 ai tempi del Manchester United

BUNDESLIGA
14 ore

Coutinho al Bayern, è fatta: opzione d’acquisto a 120 milioni

Il brasiliano saluta il Barcellona e approda al club bavarese con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile