Keystone
SUPER LEAGUE
11.02.19 - 07:000
Aggiornamento : 14:42

Lugano fragile, un Sion modesto strappa un punto

Avanti 2-1 al 77', i bianconeri non sono riusciti a contenere la sterile spinta dei vallesani, arrivati al pari all'ultimo secondo. La classifica è sempre magrissima

SION - Il Lugano è uscito da Sion con un punto in tasca. Pochino, visto che ha incassato il pari al 94'.

Squadra che stai lottando per salvarti, puoi tu - una volta trovatati in vantaggio a meno di 15' dalla fine in casa di un avversario rognoso - gettare tutto alle ortiche incassando un gol evitabilissimo a un soffio dalla fine? Puoi se ti chiami Lugano.

Questo hanno infatti fatto i bianconeri i quali, pur senza brillare, sono andati vicinissimi al colpo grosso al Tourbillon.

Presto avanti con Gerndt (al 10', su bell'invito di Piccinocchi), ma fattisi velocemente sorprendere da Lenjani (25', approfittando di un intervento impreciso di Baumann), Bottani e compagni hanno a lungo vivacchiato. Senza impressionare. Senza regalar sussulti. La loro prestazione tutt'altro che encomiabile - pari a quella dei vallesani d'altronde - ha in ogni caso improvvisamente assunto sapore con il guizzo di Sabbatini il quale, ben imbeccato da Fazliu, al 77' ha piazzato l'1-2. A quel punto sono però venute a galla tutte le fragilità del Lugano, dimostratosi incapace di tenere lontano dalla propria area un Sion per nulla irresistibile. I biancorossi hanno prima sfiorato il pari al 90', quando N'Doye ha incredibilmente calciato alto dopo aver saltato anche Baumann, per poi capitolare al 94', puniti sugli sviluppi di un calcio d'angolo ancora dal senegalese.

Il gol del centrocampista ha tolto due punti ai bianconeri, ritrovatisi così nuovamente con il morale sotto i tacchi. E questo non è buono, se all'orizzonte hai la trasferta di Lucerna e la sfida casalinga allo Young Boys.

Squadra che stai lottando per salvarti, puoi tu continuare a palesare limiti difensivi tanto evidenti? Puoi, se ti chiami Lugano. Ma così rischi grosso.

Commenti
 
Indira69 5 mesi fa su tio
2 mesi e mezzo di ritiro per ritrovarsi allo stesso punto di prima,giocatori d'esperieza fragili e irriconoscibili,un nome su tutti:Maric,la squadra é lo specchio di un allenatore nel pallone ,incapace di correggere i suoi errori in corsa,legato incomprensibilmente alla sua (unica) idea di gioco,sbilanciata e inapplicabile per una squadra che dovrebbe avere mentalità operaia e umiltà a iosa,qualità che permetterebbero una salvezza tranquilla,perché é per quella che si gioca,basta discorsi assurdi,giornalisti in primis che fomentano voli incoerenti,siamo una piazza piccola con pochi mezzi e pochi spettatori,mantenere il posto in Super League é il nostro scudetto!
Fabio bianconero 5 mesi fa su tio
Direi un bel Lugano per 85 minuti con un bel gioco, impegno e determinazione, poi nei 9 minuti finali un vero e proprio susseguirsi di errori e ingenuità, in particolare Brlek, Sadiku e Gernd (che fino al 85 era stato uno dei migliori e generosi in campo) , veramente incredibile la perdita di lucidità e concentrazione. A mio parere la nota positiva viene dalla difesa che ha veramente giocato bene Maric-Covillo,Sulmoni-Mikajlovic-Lavanchy (fino a quando ha giocato),ma anche qui il goal preso al 94 si poteva forse evitare. Piccinocchi e Sabatini hanno fatto il loro, invece Junior purtroppo in giornata no e infine Baumann gran papera sul primo goal e autentica grande parata su un altro tiro , insomma diciamo prestazione alterna. Adesso andiamo a Lucerna forza e buon lavoro ragazzi, soprattutto attenti agli ultimi 10 minuti.
Evry 5 mesi fa su tio
Giocatori con la testa nelle nuvole in momenti decisivi ! Mandateli a fare un bagno..... (autogol... portire disattento.. ecc ecc) Caro Renzetti fatti sentire e se non agiscono mandali via perché fanno solo danno che la squadra non merita, coraggio e auguri
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
BUNDESLIGA
6 ore

Sveglia alle 5.30, niente docce né telefoni: ritiro "survival" sulle Alpi svizzere

Martin Schmidt, mister rossocrociato alla guida dell'Augsburg, ha deciso di portare la sua squadra in ritiro ad alta quota: «Esperienza che ci aiuterà nel corso della stagione»

LIGA
9 ore

Caso Bale, altri veleni: «Zidane è un ingrato»

Preso atto delle dure parole del mister, ha voluto replicare Jonathan Barnett, agente del giocatore: «Resta tra i migliori al mondo: il suo futuro continuerà ad essere in un grande club»

SUPER LEAGUE
12 ore

Poker Lugano: Zurigo travolto al Letzigrund!

Splendida prestazione dei bianconeri di Celestini, capaci di imporsi 4-0 nel primo turno di Super League. A segno Maric (rigore), Aratore (eurogol), Rodriguez e Vecsei. 1-1 tra YB e Servette

VIDEO
AMICHEVOLI
13 ore

Capolavoro di Kane: sconfitta all'esordio la Juve targata Sarri

I bianconeri, a segno con Higuain e CR7, hanno perso 3-2 dal Tottenham nel match dell'International Champions Cup: decisivo un gol da metà campo di Kane (93')

LIGA
16 ore

Zidane duro su Bale: «Prima se ne va dal Real, meglio è per tutti»

Il tecnico dei Blancos: «Lo stiamo vendendo. Nulla di personale... ma per tutti arriva il momento di cambiare»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile