Keystone
SAN PAOLO
25.11.18 - 08:000
Aggiornamento : 16:26

Il Rivaldo che non t'aspetti: «Sentivo le voci, credevo di morire»

L'ex campione brasiliano ha raccontato di un periodo delicato della sua vita: «Così decisi di dedicarmi a Dio»

SAN PAOLO (Brasile) - Quando era al Milan non era credente e non aveva fede. Subito dopo aver lasciato i rossoneri Rivaldo ha però vissuto un'esperienza trascendentale, che l'ha portato a "convertirsi".

A raccontarlo è stato lo stesso brasiliano: «Non ero credente, ma nel 2004 mi successe qualcosa di impressionante. Avevo lasciato il Cruzeiro ed ero senza squadra quando iniziai a sentire una voce che mi diceva che sarei morto in un incidente stradale. La sentivo sempre ed era chiara e nitida. Così, benché mi piacesse molto guidare, iniziai a trovare sempre scuse per non andare in macchina. Dicevo a mia moglie: andiamo a piedi, facciamo una passeggiata, e lei non si spiegava il motivo».

Finché un giorno non cambiò la sua vita: «Una volta non potevo proprio fare a meno dell'auto, andai a Mogi Mirim, vicino San Paolo, e durante tutto il viaggio continuavo a sentire quella voce sempre più forte. Avevo la sensazione che stesse per succedere qualcosa di grave e mi vennero in mente conoscenti che erano morti a causa di incidenti stradali, come mio padre ad esempio. Avevo paura, cercavo di stare lontano dai camion e quando arrivai finalmente a casa mi misi a piangere come un bambino. Quel giorno decisi di dedicare la mia vita a Dio. Da allora quella voce non l'ho più sentita».

CALCIO: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
LUGANO
2 ore
Convivere con il virus: Lugano, lentamente si riparte
Il gruppo di Super League si è ritrovato agli ordini di mister Jacobacci.
HCAP
5 ore
«Salary cap, licenze e retrocessioni: giusto riflettere a 360°»
Luca Cereda: «Dal 1. giugno comincerà il secondo blocco della preparazione. Flynn e D'Ags? Ci raggiungeranno in luglio»
SVIZZERA
13 ore
Gli spettatori potrebbero tornare allo stadio da luglio
Daniel Koch: «Lo sport è un settore importante e adesso le restrizioni devono essere allentate»
LIGUE 1
14 ore
«Uno scandalo assoluto, siamo degli idioti»
Aulas, patron del Lione, è furioso: «Ripartono anche in Spagna. Qui il protocollo Uefa non è stato nemmeno guardato»
SCI ALPINO
16 ore
Moser dona 300'000 franchi, Wengen si salva?
Swiss-Ski ha deciso di ritirare la richiesta di sostituzione del Lauberhorn dal calendario della FIS
FORMULA 1
20 ore
«Sogno e prego che Schumi possa migliorare»
Felipe Massa, ex compagno di Schumacher ai tempi della Ferrari: «Ho informazioni dirette sul suo stato di salute, ma...»
SERIE A
23 ore
Dubbi su Juve-Inter: aperta un'indagine
Il patron della Lazio è stato subito convocato per fornire chiarimenti e approfondire i suoi sospetti
TENNIS
1 gior
Naomi Osaka da record: più di 37 milioni d'introiti in un anno
Mai nessuno nella storia del tennis femminile era stato in grado di raggiungere un guadagno simile in una sola stagione
TENNIS
1 gior
King Roger: «Non mi sto allenando e non vedo motivi per farlo»
Il campione renano è rilassato: «Era dal 2016 che non stavo a casa per cinque settimane consecutive»
TENNIS
1 gior
«Quarantena? Faccio sesso con le mie fan...»
Nick Kyrgios si è espresso in merito al suo personale lockdown
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile