Keystone
SERIE A
17.10.18 - 13:200
Aggiornamento : 18:52

«Juve antipatica? Ne ho subite talmente tante...»

Radja Nainggolan: «Il derby di Milano? È più tranquillo rispetto a quello di Roma»

MILANO (Italia) - Il suo primo derby milanese, in programma domenica sera, lo carica. Di stracittadine Radja Nainggolan ne ha già giocate tante a Roma, e la differenza la avverte anche alla vigilia («Qui qualcuno mi ferma e mi dice “Oh, mi raccomando domenica”. Però è tutto più tranquillo. Lì c’erano compagni romani che mi caricavano di continuo. E se perdevi, te lo ricordavano pure due mesi dopo… Ora Spalletti mi ripete di continuo che le due gare con il Milan valgono un campionato a parte. E sono sicuro che allo stadio il boato sarà impressionante ma a un mio amico ho detto questo: se perdo i due derby e a fine stagione io vado in Champions e il Milan finisce quinto, a me va bene lo stesso».), anche se la voglia di vincerlo è la stessa.

Il Ninja si è confessato a "La Gazzetta dello Sport" parlando del momento sì dell'Inter: «Le sei vittorie ci hanno dato autostima. L’Inter vale tanto, ma deve ancora migliorare nel soffrire meno per vincere. La sofferenza è bella, vittorie come quella con la Spal sono pesanti. Ma ogni tanto un successo largo ci vuole».

Un pensiero al derby contro i rossoneri: «Noi abbiamo tanti giocatori di livello più alto. Però ho visto il Milan delle ultime partite e mi sono fatto l’idea di una squadra forte forte, che ci farà sudare. Higuain e Icardi? Il Pipita gira di più per il campo e con i compagni. Ma io mi tengo Mauro, uno che se ha mezza palla in area fa gol, vive per quello».

La cresta non c'è più («Basta, ho 30 anni, non la vedrete più. L’ho tenuta a lungo, mi piaceva che i bambini volessero avere i miei capelli»), ma l'antipatia per la Juve sempre: «Ne ho subite talmente tante che dopo un po’ non ce la fai più, dicono che parlo per invidia? Ma se loro mi hanno cercato per cinque anni di fila! Io ho sempre detto di no e forse è per quello che ce l’hanno ancora con me. Loro sono forti, vincono da 7 anni. Ma il campionato è lungo e finora ci sono stati pochi scontri diretti. Dovremo essere bravi noi che siamo dietro a sbagliare il meno possibile. La pressione dev’essere su di loro, devono sapere che siamo pronti ad approfittare dei loro passi falsi».

Commenti
 
marcopolo13 6 mesi fa su tio
Hahahah!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report