TiPress
SUPER LEAGUE
19.07.18 - 10:010
Aggiornamento : 13:02

«Nessuna squadra si è rinforzata, Super League più debole»

Livio Bordoli si è espresso a pochi giorni dall'inizio della nuova stagione

LUGANO - In Super League il mercato estivo, seppur non si sia ancora concluso, ha sin qui regalato pochi fuochi d'artificio. Le varie società si sono mostrate piuttosto "timide". Questo però non significa che il campionato non saprà farci vibrare. Ancora poche ore e avremo le prime risposte: il pallone tornerà a rotolare negli stadi svizzeri. Prime partite, prime emozioni e primi verdetti. 

Livio Bordoli, che tre anni fa sulla panchina del Lugano aveva riportato la Super League in Ticino, ha espresso le sue idee: «È una Super League più debole. Nessuno si è rinforzato, l'acquisto più importante è stato Widmer del Basilea. Se pensiamo però che i renani hanno perso giocatori del calibro di Elyounoussi, Lang e Vaclik, ecco che la squadra si è indebolita. Un po' tutti hanno pensato a risparmiare, puntando più che altro su alcune scommesse. È stato un mercato scarno, mi aspettavo qualcosa in più. Dal punto di vista tecnico chiaramente non si sono fatti passi avanti, ma questo non vuol dire che non sarà un bel campionato. Le sorprese sono sempre dietro l'angolo».

Chi vincerà il titolo?
«Lo Young Boys è ancora la favorita, ha cambiato pochissimo...». 

...e il Lugano?
«L'ho visto contro l'Inter e mi sembra ben lontano dall'essere in una buona condizione. La partenza di Rouiller e l'infortunio di Sulmoni sono perdite importantissime per la difesa. Davanti non si può invece puntare tutto su Ceesay, sarebbe da incoscienti. Se il Lugano recupererà al 100% Gerndt, Bottani e Janko allora potrà fare bene, altrimenti sarà molto difficile. Anche perché hanno pochi ricambi». 

Sarà una lotta salvezza più accesa che mai, vista anche l'introduzione dello spareggio?
«Difficile da dire oggi. Bisogna vedere i vari Xamax e  Thun come si comporteranno. Ma come detto prima tutte le squadre si sono mosse poco sul mercato, ecco perché i valori rischiano di essere molto simili a quelli dell'anno scorso».

Lo spareggio metterà un po' di pepe al finale di stagione...
«È una novità. Sarà molto più stressante per le squadre in fondo alla classifica. Il tutto potrebbe diventare maggiormente caotico e non so se lo spettacolo ne guadagnerà, le squadre avranno maggior paura di perdere. È positivo invece per la Challenge League, così che rimarrà viva fino alla fine». 

CALCIO: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
HCL
5 ore
Lugano malamente sconfitto a Bienne
I bianconeri sono stati battuti 6-4 in terra bernese.
ROMA
6 ore
«Maradona? Quel gesto non lo dimenticherò mai...»
Francesco Totti: «Le emozioni che ci ha lasciato sono irripetibili, avevo un bellissimo rapporto con Diego»
ARGENTINA
10 ore
"È morto povero", ma ora è battaglia
L'eredità di Diego fa gola ai familiari. Secondo la stampa argentina tutti vogliono qualcosa.
SUPER LEAGUE
12 ore
Basilea e Maradona: parola a Jacobacci
Il tecnico bianconero ha parlato in vista della sfida contro i renani. Assenti Custodio, Sabbatini e Oss.
NATIONAL LEAGUE
15 ore
Ambrì-Langnau non si gioca: bernesi in quarantena
Salta il match della Valascia: i Tigers in isolamento fino al 3 dicembre. Un caso positivo anche in Leventina.
NAZIONALE
15 ore
Qualificazioni ai Mondiali 2022: Svizzera in seconda fascia
Tra dieci giorni scopriremo il girone rossocrociato.
FORMULA 1
16 ore
«Può arrivare a dieci Mondiali»
Ross Brawn è convinto che Lewis Hamilton non solo non smetterà, ma che è pronto a regalarsi altri successi
SUPER LEAGUE
19 ore
Stanare anche il Basilea per restare in alto
Domenica pomeriggio a Cornaredo arriveranno i renani, non più la grande potenza del calcio svizzero
ARGENTINA
1 gior
Una persona ancora non sa che Maradona è morto
Il fratello di Bilardo: «A Carlos è stato detto che il cavo del televisore si è rotto».
SCI ALPINO
1 gior
Lara Gut-Behrami sul podio nel parallelo
Sulle nevi di Lech-Zürs secondo posto per l'americana Paula Moltzan
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile