Keystone
BERNA
06.07.18 - 12:180
Aggiornamento : 20:49

«Xhaka e Shaqiri? I programmi di formazione solo a chi rinuncia al doppio passaporto»

Attraverso la voce del segretario generale, Alex Miescher, l'ASF ha deciso di prendere posizione in merito a quanto accaduto in occasione del sfida fra Svizzera e Serbia ai Mondiali

BERNA - Due giorni dopo la dolorosa eliminazione dai Mondiali russi - per mano della Svezia negli ottavi di finale - l'ASF (Associazione svizzera di calcio) si è interrogata sui giocatori che possiedono la doppia nazionalità in Svizzera. Uno statuto che comprende la bellezza di 15 giocatori sui 23 selezionati da Vladimir Petkovic. «Gli incidenti hanno messo in evidenza una problematica», è intervenuto il segretario generale dell'ASF, Alex Miescher, riferendosi ai gesti dell'aquila bicefala - simbolo dell'Albania - di Xherdan Shaqiri, Granit Xhaka e Stephan Lichtsteiner contro la Serbia.

Miescher è anche un politico a livello regionale (PPD) e ha proposto una soluzione radicale, mai discussa ufficialmente, che avrebbe come scopo di impedire ai tanti talenti di approfittare del sistema di formazione svizzero, prima di scegliere di giocare per un altro paese: Ivan Rakitic e Mladen Petric scelsero per esempio la Croazia, Zdravko Kuzmanovic la Serbia, anche se negli ultimi anni la maggior parte ha optato per la Svizzera (Embolo, Mvogo e Akanji).

«La Federazione potrebbe aprire le porte del programma di formazione solamente ai giovani giocatori che rinunciano alla loro doppia nazionalità», sono state le parole del segretario generale dell'ASF che pretende garanzie per il futuro. «Sentiamo molte promesse, ma poi quando il ragazzo raggiunge i 21 anni di età decide di giocare per un altro paese, poiché ha più possibilità di mettersi in mostra a livello internazionale. Trovo imbarazzante non essere in una posizione di forza». 

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
SUPER LEAGUE
3 ore
Il Lugano c'è: «Per fortuna abbiamo anticipato l'inizio degli allenamenti...»
Maurizio Jacobacci: «Super League a 12 squadre? Il tempo a disposizione per ragionare era davvero poco»
SUPER LEAGUE
7 ore
Colpo Xamax: ecco i "licenziati" Djourou e Kouassi
I due ex calciatori del Sion, scaricati da Christian Constantin, si sono accordati con la formazione neocastellana
FOTO GALLERY
SUPER LEAGUE
8 ore
Lugano & Covid-19: la misura della temperatura è una... costante
L'ambiente bianconero deve sottoporsi quotidianamente ai controlli del caso. Ecco le immagini in quel di Cornaredo
SUPER LEAGUE
12 ore
Calcio svizzero: ripartono i campionati
Il campionato elvetico riprenderà a porte chiuse il prossimo 20 giugno e... niente nuova formula (12+8)
NATIONAL LEAGUE
14 ore
«Covid-19? Ho avuto un po' di paura, mia moglie è incinta»
Il difensore ticinese del Losanna Matteo Nodari: «Il cambio societario? Stiamo andando nella direzione giusta»
DAVOS
18 ore
Impensabile una Spengler senza tifosi
Marc Gianola: «Una deadline? Possiamo attendere al massimo fino a ottobre, forse novembre».
SERIE A
1 gior
La Serie A riparte il 20 giugno!
Anche in Italia si torna in campo. Si dovrebbe iniziare con la Coppa Italia (13 e 14), poi spazio al campionato
PREMIER LEAGUE
1 gior
«Spero che tuo figlio prenda il coronavirus»
Il capitano del Watford, Deeney, ha raccontato un terribile retroscena riguardante il suo rifiuto ad allenarsi in gruppo
SERIE A
1 gior
L'avventura di Balotelli è giunta al capolinea: «Siamo tutti delusi»
Il presidente del Brescia Massimo Cellino ha probabilmente chiuso le porte a Super Mario: «Gli ho voluto bene»
SUPERLIGAEN
1 gior
Il calcio riparte in Danimarca: tifosi allo stadio con... l'app Zoom!
Questa sera scenderanno in campo Agf e Randers e per l'occasione è prevista un'iniziativa digitale storica
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile