Keystone
RUSSIA 2018
17.11.17 - 09:300
Aggiornamento : 21.11.17 - 18:22

Tra protagonisti, comparse e esclusioni. Il casting per la Coppa è terminato

L'Italia non va al Mondiale dopo 60 anni. Panama è presente per la prima volta. I sorteggi del primo dicembre delineeranno meglio il copione in attesa del primo ciak di giugno

Quale girone sogni per la Svizzera?

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

MOSCA - Ciak, si gira. Con l’ultimo posto assegnato la scorsa notte al Perù, il casting per la Russia è terminato. Tra le 32 squadre protagoniste sul palcoscenico Mondiale, però, non ci sarà l’Italia. Dopo 60 anni dall’ultimo flop. Il sipario sul dramma azzurro è infatti tristemente calato lunedì sera quando in una notte da film dell’orrore la Svezia ha fatto piangere una nazione intera. I quattro volte campioni esclusi dal Mondiale. Un colpo di scena degno del “Sesto Senso” di M. Night Shyamalan, solo che in questo caso a vedere la “gente morta” non è stato Bruce Willis, ma i tifosi azzurri presenti allo stadio. L’Armata “Brancaleone” di Ventura non è però l’unica delusa. Dal cast per Russia 2018 sono rimaste fuori pure altre squadre che avrebbero potuto giocare un ruolo da protagonista l’estate prossima. Su tutti il Cile di Sanchez e Vidal e l’Olanda di Robben.

I sudamericani (9 partecipazioni) si sono dovuti inchinare a Brasile - dominatore assoluto delle qualificazioni continentali -, Argentina, Colombia e Uruguay. Le prime due - con le superstar Neymar e Messi - avranno un ruolo da protagonista assoluto nella recita in Russia. Le seconde cercheranno di apparire il più possibile in un copione che, per la prima volta dal 1982, rivede presente anche il Perù. Un posto da comparsa - che ha fatto esultare un Paese intero - se l’è conquistato pure la piccola Panama, che si affaccia per la prima volta su questo palcoscenico a discapito degli Stati Uniti (10 Mondiali). Dalla zona Concacaf volano in Russia - ma con ruoli marginali - pure il Messico e il Costa Rica.

Dall’Europa, oltre alla nostra Svizzera (ormai personaggio ricorrente dello spettacolo iridato con dieci Mondiali, gli ultimi quattro filati), troviamo sicure protagoniste e comparse affamate di rubare la scena alle stelle più affermate. Tra le squadre più ambiziose ci sono naturalmente i campioni del mondo della Germania (percorso netto nelle qualificazioni), la Francia, l’Inghilterra e la Spagna. Il ruolo di outsider se lo giocheranno invece il talentuosissimo Belgio, il Portogallo di Ronaldo e la Polonia di Lewandowski. Anche Croazia, Danimarca e Svezia, che come la truppa di Petkovic hanno conquistato il palcoscenico continentale nell’ultimo decisivo provino, potrebbero ambire a ruoli più importanti rispetto a quelli che gli ha assegnato il copione. La Russia si presenta sul proprio palco da testa di serie, ma come una parte marginale nella storia, così come la Serbia e la sorprendente Islanda.

Le nazioni provenienti dalla zona africana e da quella asiatica sono invece destinate a brevi camei sul palcoscenico mondiale. Le varie Tunisia, Egitto, Senegal, Nigeria e Marocco avranno ruoli secondari. Particine fugaci davanti al ciak pure per Corea del Sud, Giappone, Australia, Arabia Saudita e Iran, che non dovrebbero avere il physique du rôle per un palco tanto importante. Il cast è completo e verrà diviso in gruppi il prossimo primo dicembre a Mosca. Protagonisti e comparse. Il film del Mondiale va in onda a giugno. E solo poco prima dei titoli di coda si saprà come andrà a finire.

Le quattro fasce per il sorteggio al Cremlino del primo dicembre:

Prima fascia - Russia, Germania, Brasile, Portogallo, Argentina, Belgio, Polonia, Francia.

Seconda fascia - Spagna, Svizzera, Inghilterra, Perù, Colombia, Messico, Uruguay, Croazia.

Terza fascia - Danimarca, Islanda, Costa Rica, Tunisia, Egitto, Senegal, Iran, Svezia.

Quarta fascia - Serbia, Nigeria, Australia, Giappone, Marocco, Panama, Corea del Sud, Arabia Saudita.

CALCIO: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
LAS VEGAS
3 ore
Scatti sexy nei giorni del coronavirus: valanga di insulti
La canadese ha interpretato in maniera bizzarra il concetto del “social distancing”.
HCAP
14 ore
«Ad Ambrì, con Cereda, solo perché sono molto veloce»
Il 38enne si gode il presente, guardando al futuro senza paura: «Due anni fa ero pronto a chiudere, ero sereno».
HCAP
17 ore
Ancora Ambrì per Ngoy
Il 38enne rimarrà alla Valascia almeno per un altro anno
SERIE A
18 ore
«Per mettere tutti in quarantena è stato necessario che fosse positivo uno della Juve»
L'attaccante dell'Inter Romelu Lukaku, in una diretta su Instagram, è tornato sulla sospensione del campionato
NATIONAL LEAGUE
1 gior
Il calvario di Grassi: «Mi sono operato di nuovo. Covid-19? A Berna ora c'è consapevolezza»
SI vocifera che l'attaccante degli Orsi potrebbe tornare ad Ambrì: «Futuro? Vedremo con il tempo»
CANTONE
1 gior
«Abbiamo evitato un vero disastro»
Tamponi, squadre blindate e isolamento ad Abu Dhabi: la testimonianza di Mauro Gianetti, dirigente della Uae Emirates.
NHL
1 gior
«Grazie a Josi possiamo distribuire 80'000 pasti»
Il difensore rossocrociato ha fatto una donazione a "Second Harvest"
NORWICH
1 gior
Timm Klose gongola con Pornhub
Bloccato in quarantena a Norwich, il 31enne ha deciso di dare un'occhiata al noto sito pornografico
MOTOMONDIALE
1 gior
Rossi e il coronavirus, ora è tutto in bilico
La pandemia ha forse messo il punto sulla carriera del pilota italiano.
NATIONAL LEAGUE
1 gior
Incognita Covid-19: «Giocatori pronti a firmare per cifre un po' più basse»
Finita bruscamente la stagione, si guarda al futuro con cautela: «Studiamo le opzioni per la prossima preparazione»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile