NAZIONALE
08.09.15 - 22:360
Aggiornamento : 09.09.15 - 13:14

Svizzera fumosa: una piccola Inghilterra ci piega

I rossocrociati, generosi ma troppo imprecisi, sono stati sconfitti a Wembley. Per la qualificazione a Euro 2016 si dovrà attendere ancora

LONDRA (Gbr) - Una Svizzera generosa ma imprecisa è stata battuta 0-2 dall’Inghilterra a Wembley.

I grandi ritmi solitamente propri della squadra di Roy Hodgson e del calcio inglese non si sono visti. Almeno non nella prima frazione di gioco. Forse sazia dopo essersi matematicamente assicurata la qualificazione alla fase finale di Euro2016, l’Inghilterra non è infatti partita a con il piede pigiato sull’acceleratore.

Contro un avversario non proprio agguerrito, anche Wembley è così divenuto meno opprimente per la Nazionale, che con il passare dei minuti è cresciuta in personalità e sicurezza. Decisi a conquistare gli ultimi punti che ancora mancavano per ottenere il pass europeo, i rossocrociati hanno cominciato a osare, facendosi vedere, pericolosi, dalle parti di Hart con Shaqiri e Drmic. Imprecisione e fretta sono state in ogni caso cattive consigliere per la Svizzera, che non ha saputo chiudere il primo tempo in vantaggio.

Nella ripresa i padroni di casa hanno alzato il baricentro del proprio gioco. Il risultato? Più pressione sulla difesa guidata da Sommer e più spazi per le folate degli esterni rossocrociati. I primi a sfruttare la nuova situazione tattica sono stati Rooney e soci i quali, al 67’, hanno sbloccato il punteggio grazie ad Harry Kane. Lo 0-1 non ha fiaccato la voglia e le convinzioni della Nazionale: Shaqiri, Lichtsteiner ed Embolo hanno spesso preso il tempo ai marcatori rivali, senza però riuscire ad arrivare alla conclusione. L’occasione migliore è così capitata sui piedi di Klose il quale, dopo una percussione centrale, non ha saputo bucare Hart. Scampato ogni pericolo, l’Inghilterra ha chiuso i conti all’84’ quando, con un rigore di Rooney (superato Bobby Charlton nella lista dei migliori marcatori inglesi in nazionale), è salita sul 2-0.

La corsa della Svizzera verso l'Europeo è tornata a complicarsi anche tenuto conto del risultato di Slovenia-Estonia. Un gol di Beric al 63' ha sancito l'1-0 per i padroni di casa, ora staccati di appena 3 punti dai ragazzi di Vlado Petkovic.

Metti alla prova le tue conoscenze di hockey. Registrati e partecipa anche tu all’Azzeccahockey.

Guarda le 3 immagini
Commenti
 
TOP NEWS Sport
HCL
1 ora
Una “discata” alla crisi? Chissà...
Segnali incoraggianti di ripresa per un Lugano finalmente convincente
STOP AND GO
10 ore
Punti e fiducia (rinnovata): avanti con Kapanen. Ambrì tra sorrisi e rimpianti
In una settimana delicata, quella dove si decidevano le sorti del coach, il Lugano ha raccolto 6 punti. Tante note positive per i biancoblù (e qualche problema in powerplay). Il Berna si è risvegliato
SCI ALPINO
11 ore
Gut-Behrami, altro boccone amaro. Corinne Suter sul podio
Il super G di Lake Louise è andato alla Rebensburg davanti all'italiana Delago e alla svittese. Solo 12esima la ticinese, attardata di 1''28
SCI ALPINO
13 ore
Ford comanda a Beaver Creek, out Odermatt
Lo statunitense è in testa dopo la prima manche del Gigante. Il migliore degli elvetici è Murisier, momentaneamente nono
HCAP
13 ore
L’Ambrì mostra i muscoli e piega i Tori all’overtime
I biancoblù hanno superato 3-2 lo Zugo grazie ad una prova di sacrificio e carattere. Decisiva la rete di Zwerger al supplementare
SUPER LEAGUE
14 ore
San Gallo da sballo. Fanno la voce grossa anche Servette e Basilea
In trasferta i biancoverdi, terzi a -2 dalla capolista YB, hanno piegato 4-1 il Thun. I granata hanno liquidato lo Zurigo (5-0), mentre i renani hanno strapazzato il Sion (4-0)
SERIE A
15 ore
Balotelli rialza il Brescia
Importante successo esterno per gli uomini di Corini: SPAL sconfitta 1-0. Il Torino piega la Viola (2-1) e inguaia Montella. 2-2 tra Sassuolo e Cagliari
HCL
18 ore
Lugano interessato a McIntyre?
I bianconeri starebbero valutando la possibilità di portare in Ticino l'attaccante dello Zugo
FORMULA 1
21 ore
«Vettel e Leclerc? Ogni anno vedo piloti che si sbattono fuori a vicenda»
Fernando Alonso si è espresso in merito alla F1 in generale: «La reputazione si basa sui fatti. Mi viene in mente quando lasciavo la scia a Monza per spirito di collaborazione»
MOTO GP
1 gior
«Lorenzo era duro con tutti. Valentino Rossi? Stava per lasciarci»
Lin Jarvis ha parlato dei suoi due pupilli dei tempi d'oro: «Necessitavamo di qualcuno con un talento straordinario e l'istinto assassino»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile