Immobili
Veicoli
BAGNIS F. (ARG)
0
MEDVEDEV D. (RUS)
0
1 set
(2-2)
ANDRIANJAFITRIMO T. (FRA)
0
PLISKOVA KA. (CZE)
0
1 set
(3-0)
COLLINS D. (USA)
0
TOMOVA V. (BUL)
0
1 set
(5-0)
Germania
0
Svizzera
1
1. tempo
(0-1)
Svezia
0
Lettonia
0
1. tempo
(0-0)
BAGNIS F. (ARG)
0
MEDVEDEV D. (RUS)
0
1 set
(2-2)
ANDRIANJAFITRIMO T. (FRA)
0
PLISKOVA KA. (CZE)
0
1 set
(3-0)
COLLINS D. (USA)
0
TOMOVA V. (BUL)
0
1 set
(5-0)
Germania
0
Svizzera
1
1. tempo
(0-1)
Svezia
0
Lettonia
0
1. tempo
(0-0)
Ricorso respinto: Djokovic deve lasciare l’Australia
keystone-sda.ch / STR (JAMES ROSS)
+9
MELBOURNE
16.01.22 - 07:560
Aggiornamento : 10:45

Ricorso respinto: Djokovic deve lasciare l’Australia

Vincono il Ministro e l’opinione pubblica: l’Australia espelle il no vax Djokovic

Djokovic ha pagato a caro prezzo la scelta di non vaccinarsi e i comportamenti tenuti una volta scoperto di essere positivo.

MELBOURNE - Questa volta è davvero finita, questa volta Novak Djokovic è stato definitivamente sconfitto. 

Respinto il ricorso presentato contro la decisione presa da Alex Hawke, Ministro dell’Immigrazione, il 34enne di Belgrado si è dovuto arrendere all’annullamento del visto che gli avrebbe permesso di rimanere in Australia. Dovrà tornare in Serbia e non potrà andare a caccia di un nuovo - il decimo - successo nel primo Slam dell’anno. 

Una corte composta da tre giudici in seduta plenaria ha messo il punto a una vicenda intricata e, a livello d’immagine, sanguinosa (per il numero uno al mondo, per il tennis e per l’Australia), cominciata mesi fa e infiammatasi negli ultimi dieci giorni. Dal 5 gennaio scorso, quando Nole è atterrato nell’isola-continente solo poche ore dopo aver avvisato il mondo di aver ottenuto un’esenzione che gli avrebbe consentito, da non vaccinato, di soggiornare comunque a Melbourne e, quindi, di partecipare agli Australian Open. Il sogno di fare la storia è, per Novak, tuttavia svanito presto; l’incontro con gli agenti dell’Australian Border Force lo ha infatti velocemente fatto precipitare in un incubo.

Fermato perché in possesso di un visto ottenuto con documentazione ritenuta irregolare, il serbo è stato costretto a trascorrere, quasi da recluso, quattro giorni nell’ormai famoso Park Hotel. Non si è però arreso: nel frattempo ha infatti presentato un ricorso e questo, studiato dal giudice del Tribunale federale Anthony Kelly, è stato accettato. Gli è insomma stata data ragione. I suoi guai non sono in ogni caso finiti. Il polverone sollevato ha portato all’attenzione delle autorità australiane - e dei tifosi-curiosi di tutto il mondo - i suoi comportamenti disdicevoli e gli errori commessi nelle ultime settimane: i “giri” fatti e i contatti avuti da positivo, i documenti di viaggio compilati dando informazioni sbagliate… Djokovic ha infilato una figuraccia dopo l’altra, facendo storcere il naso sia a Melbourne che in Europa. Si è pubblicamente scusato, ma questo non è bastato: esercitando il potere discrezionale garantito dal suo ruolo, venerdì il Ministro Hawke gli ha infatti nuovamente revocato il visto. A quel punto, spalle al muro, il campionissimo di tennis ha tentato di piazzare l’ultimo colpo e di guadagnare così, grazie all’intervento dei suoi legali, un’altra occasione, un’altra udienza dalla quale provare a uscire vincitore. Ci è riuscito, ma in questa non ha saputo chiudere i conti: l'ultima pallina è finita fuori dal campo, lui fuori dall’Australia.

SPORT: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (James Ross)
Guarda tutte le 13 immagini
Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
NAZIONALE
1 ora
Mattia Bottani, è tutto vero: convocato in Nazionale
Mattia Bottani farà parte della Svizzera impegnata a giugno in Nations League
TAMPERE & HELSINKI
4 ore
Svizzera in pista per blindare il primato
La selezione di Fischer, sin qui imbattuta (6 vittorie su 6), si gioca il primo posto contro gli spigolosi tedeschi.
SUPER LEAGUE
14 ore
«Croci-Torti? Al momento giusto decideremo quello che sarà dal 1. luglio 2023»
«Con i risultati positivi… Lugano più attrattivo»
SUPER LEAGUE
16 ore
Alex Frei torna a Basilea: è lui il nuovo condottiero
Ora è ufficiale: Alex Frei, fresco di promozione con il Winterthur, è il nuovo tecnico dei rossoblù.
SUPER LEAGUE
19 ore
«Non ho diritto a vacanze», Da Silva deve ricostruire il Lugano
«Con le uscite cambia la nostra pianificazione dell’immediato. Ora cerchiamo dei giocatori pronti»
SUPER LEAGUE
22 ore
Croci-Torti: «Bottani in Nazionale? Ciliegina sulla torta»
«Il mercato? Mi aspetto che arrivino giocatori pronti ad aiutare questa squadra»
SUPER LEAGUE
23 ore
Mattia Croci-Torti non si muove da Lugano
Croci-Torti confermato sulla panchina del Lugano
SERIE A
1 gior
«La gente rideva...»
Lo svedese: «L'ultima partita da giocatore? Se starò bene...»
TAMPERE & HELSINKI
1 gior
La Svizzera fa sei su sei: Francia ribaltata
Continua il percorso netto dei rossocrociati, che hanno piegato 5-2 i francesi di Philippe Bozon.
SERIE A
1 gior
Milan campione d'Italia, non succedeva da undici anni
Milano è rossonera: con il 3-0 di Reggio Emilia la squadra di Pioli ha potuto festeggiare la conquista del titolo
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile