keystone-sda.ch (Gian Mattia D'Alberto)
+5
CICLISMO
24.05.21 - 16:070
Aggiornamento : 23:27

Domata la tappa (accorciata) del Giau

Il colombiano ha preceduto Bardet e Caruso

Azione generosa ma sfortunata per Vincenzo Nibali.

CORTINA D'AMPEZZO - La 16esima tappa del Giro d’Italia - la Sacile-Cortina d’Ampezzo di 153 km - è finita nella bacheca di Egan Bernal il quale, con un’azione prepotente, ha trovato la vittoria su Romain Bardet e Damiano Caruso (entrambi arrivati con 26" di ritardo). Staccati Vlasov (2'10”) e Yates (2'36”).

Inizialmente programmata su 212 km, la frazione è stata “tagliata” in mattinata quando, tenendo conto delle condizioni meteo problematiche e di un percorso ricco di discese insidiose, l’organizzazione ha deciso di cancellare i passaggi sul Passo Fedaia e sul Passo Pordoi.

Ciò non ha in ogni caso smorzato lo spettacolo. Come definire infatti - se non spettacolare - la lunga fuga che ha visto protagonista Vincenzo Nibali? Scattato insieme a ventitré altri “avventurieri” sul primo GPM di giornata, quello de La Crosetta, il siciliano è riuscito a fare ulteriore selezione in discesa lanciandosi in fuga con cinque compagni e arrivando a guadagnare fino a quasi 6’ sul gruppo della maglia rosa. Sul Giau una nuova azione, di Pedrero e Formolo, ha poi ridato linfa a una fuga che stava spegnendosi, accendendo ulteriormente un finale di tappa nel quale è stato grande protagonista Egan Bernal.

Prima del secondo GPM, il colombiano ha infatti ripreso Nibali e tutti gli altri fuggitivi, lanciandosi - in solitaria - verso l’arrivo. Imprendibile, il 24enne di Bogotà è transitato per primo sotto lo striscione del traguardo, rendendo ancor più solida la sua leadership in classifica generale. Bernal ha infatti ora un vantaggio di 2’24” sull’italiano Damiano Caruso, 3’40” sul britannico Hugh Carthy, 4’18” su russo Aleksandr Vlasov e 4’20” sul britannico Simon Yates.

SPORT: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (LUCA ZENNARO)
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 3 mesi fa su tio
È partito con uno scatto e girandosi un attimo ha salutato tutti con un "Giau, giau " ;-) Spero che domani abbiano la buona idea di non passare sulla montagna oggetto della terribile disgrazia di tre giorni fa . Disgrazia, visti gli sviluppi, causata di chi sapeva che un giorno o l'altro doveva capitare. Maledetti !!!!!!!!!!
Eimco104 3 mesi fa su tio
Perché si deve sempre pèensare che un ciclista che vince non sia pulito? Pensate che i calciatori o atleti di altri sport siano meno a rischio doping? il ciclismo é uno degli sport più controllati al mondo, informatevi.
pardo54 3 mesi fa su tio
Spero che sia pulito
Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile