+ 15
TENNIS
25.02.19 - 12:290
Aggiornamento : 26.02.19 - 10:28

«Federer giocherà altri due Wimbledon, ragazzi rovinati dai telefonini»

Juan Carlos Ferrero ha allontanato il ritiro di Re Roger e criticato le giovani leve

DUBAI (EAU) - Sul campo ha mostrato sprazzi di grandissimo tennis. Ha illuminato la scena, ha vinto uno Slam e si è preso la vetta della classifica ATP (prima che cominciassero a imperversare i big four). A bordo campo ha sempre mostrato il suo vero volto, senza mai nascondersi dietro dichiarazioni di facciata. Juan Carlos Ferrero è sempre stato uno "vero". E continua a esserlo ora, pensionato di lusso a 39 anni.

In un'intervista concessa a Tennis World Italia, il valenciano ha puntato il dito (anche) contro la tecnologia per spiegare la longevità di campionissimi come Federer, Nadal e Djokovic.

«Si deve rendere merito a Novak, Rafa e Roger - ha raccontato lo spagnolo - ma la verità è che al giorno d'oggi i giovani giocatori sono attaccati al telefonino 24 ore al giorno. E questa è un'arma a doppio taglio. Prima i ragazzini pensavano al tennis, guardavano il tennis e giocavano a tennis. Ora invece sono meno concentrati».

Tra una critica a qualche giocatore e pure a quegli allenatori che "lavorano part-time", l'iberico ha toccato anche l'argomento Federer-terra rossa: «Roger ha già dimostrato di poter giocare ad alto livello ogni volta che scende in campo e questo grazie a una programmazione leggera. Se ha deciso di giocare a Parigi è perché crede di potercela fare, e lui ha una forza mentale enorme. Continua a divertirsi nonostante sia vicino ai 40 anni; rimarrà nel circuito finché vorrà e penso che giocherà altri due Wimbledon».

Guarda tutte le 19 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
NATIONAL LEAGUE
8 ore
Tanto tuonò che piovve: squalifica per Künzle
Reo di aver colpito e affondato Sabolic, il 25enne attaccante del Bienne è stato "richiamato" dalla Commissione disciplinare: aperta una procedura a suo carico
MOTOGP/FORMULA1
8 ore
Rossi-Hamilton, scambio di bolidi? «Ci stiamo lavorando»
Il Dottore sulla Mercedes AMG F1 e Lewis in sella alla Yamaha M1: in dicembre "l'incrocio" dovrebbe concretizzarsi
HCAP
11 ore
L'Ambrì perde Sabolic per 6-8 settimane
L'attaccante sloveno, toccato duro da Mike Künzle nel match di Coppa giocato a Bienne, ha subito un infortunio ai legamenti del ginocchio destro
HCL - L'ANALISI
13 ore
Lugano: Coppa amara, ma...
Ancora una volta gli ottavi di finale di Coppa rappresentano il capolinea per il Lugano. Ma in campionato...
SUPER LEAGUE
16 ore
Un pareggio senza infamia e senza lode
Per capire se la vittoria di Sion, ottenuta prima della pausa, ha rilanciato i bianconeri bisognerà attendere i prossimi impegni. Ieri il pesante campo di Cornaredo ha condizionato la partita
HCL
19 ore
Lugano, via Spooner: «Equilibrio soddisfacente senza di lui»
Hnat Domenichelli, GM bianconero: «Ryan si è sempre comportato in modo serio e professionale. Non ci sembrava giusto bloccare la sua carriera, gli auguriamo buona fortuna»
HCL
20 ore
Spooner-Lugano: è finita
L'attaccante canadese lascia i bianconeri: continuerà la stagione in KHL
HCAP - L'ANALISI
23 ore
Un blackout che macchia la settimana dell'Ambrì
Due vittorie e una sconfitta all'ultimo respiro: in casa leventinese, malgrado la beffa di Bienne, segnali di miglioramento. Manzato in forma smagliante
STOP AND GO
1 gior
Il Lugano stecca, l'Ambrì si distrae, l'urlo rimane strozzato in gola
L'eliminazione in Coppa Svizzera ha sporcato la settimana delle due ticinesi. Pestoni, un Orso a Berna
SUPER LEAGUE
1 gior
«Si poteva fare meglio»
Bottani titolare e soddisfatto? Non del tutto. «Ma guardiamo avanti sicuramente con fiducia»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile