Keystone
TENNIS
13.07.18 - 20:570
Aggiornamento : 14.07.18 - 09:04

Leggendario Anderson: finale a Wimbledon dopo 6h39' di battaglia

Già giustiziere di Federer nei quarti, il sudafricano ha superato anche le semi battendo John Isner 7-6 (8-6), (5)6-7, 6-7 (9-11), 6-4, 26-24

WIMBLEDON (GBR) – Al termine di una maratona epica Kevin Anderson si è qualificato per la finale di Wimbledon. Già giustiziere di Federer nei quarti di finale, il sudafricano ha dovuto lottare addirittura 6h39' per avere la meglio 7-6 (8-6), (5)6-7, 6-7 (9-11), 6-4, 26-24 dello statunitense John Isner.

Due atleti fisicamente simili e dal gioco praticamente identico. Due campioni arrivati allo Slam londinese con un punteggio ATP molto “vicino” e in grande condizione. Due contendenti che semplicemente, sul campo si sono equivalsi. Tutto ciò ha partorito una sfida che difficilmente gli appassionati potranno dimenticare.

Il primo a scappare è stato Anderson, bravo a far suo il primo set al tie-break. L'avversario a stelle e strisce ha replicato regalandosi i successivi due tie-break per il momentaneo 1-2. Nel parziale più “strano” dell'intero incontro – nel quale si sono registrati addirittura tre break – il sudafricano ha piazzato il 6-4 che è valso l'equilibrio, e che ha aperto all'incredibile set finale. Cinquanta giochi, un solo break, e vittoria del 32enne dopo addirittura 2h55'.

Commenti
 
Equalizer 1 anno fa su tio
Ma questi due sono scappati dal mondo del Basket per terrorizzare il Tennis? Con 203 cm l'uno e 208 cm l'altro... aveva ragione il Roger quando diceva che è come giocare contro uno che serve da un'albero.
Giuseppe LD Minafra 1 anno fa su fb
tie-break 26-24.... quando aggiorneranno questa regola ferma al XIX secolo? :'(
Cristiano Iccurreip 1 anno fa su fb
Perchè ci piace cosiiiii ?
TOP NEWS Sport
SERIE A
2 ore
Lacrime per Ancelotti, 750'000 euro (per nemmeno sette mesi) per Gattuso
Il ribaltone di Napoli ha visto Carletto lasciare tra i pianti dei giocatori e Rino arrivare atteso da un lauto compenso
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
5 ore
Behrami l'italiano tra scuse e poca fame: «Non si sputa nel piatto dove si è mangiato»
Via da Nazionale e Sion (dove ha rinunciato a 1,5 milioni), Valon ha vissuto mesi turbolenti. Arno Rossini: «Lui un po' ruffiano. Da ex capitano della Svizzera non puoi tifare Italia»
HOCKEY
8 ore
«Non c'è limite ai sogni...»
Christian Stucki vede la luce in fondo al tunnel: «Nella mia testa ci sono già i prossimi obiettivi»
CHAMPIONS LEAGUE
16 ore
L'Inter s'inchina al Barça e saluta la Champions: avanza il Dortmund di Favre
I blaugrana gelano San Siro e spediscono Conte in Europa League (2-1). Sorride il Borussia Dortmund, promosso grazie al 2-1 sullo Slavia Praga. Piange l'Ajax, superato dal Valencia
CHAMPIONS HOCKEY LEAGUE
17 ore
Bienne, epilogo amarissimo! Out anche Zugo e Losanna
Quarti di Champions da incubo: fuori tutte le elvetiche. Il Bienne è stato eliminato all'overtime dal Frölunda, i Tori si sono arresi al Mountfield (0-4). Losanna ko col Lulea (5-2)
HCAP
17 ore
L’Ambrì espugna Davos e si avvicina alla riga
Una grande prestazione difensiva ha permesso ai biancoblù di conquistare tre punti preziosissimi sul ghiaccio grigionese. 2-1 il risultato
CHAMPIONS LEAGUE
18 ore
Liverpool e Napoli: è qualificazione
Grazie ai successi rispettivamente su Salisburgo e Genk le due squadre si sono guadagnate l'accesso alla fase successiva della competizione
HCL
21 ore
«Schlegel? Soluzione a corto e medio termine»
Hnat Domenichelli, GM del Lugano, ha commentato l'ingaggio del 25enne: «In questo modo non utilizzeremo una licenza straniera per un portiere»
HCL
23 ore
Schlegel da subito al Lugano
Il portiere 25enne fa le valigie e sbarca - con effetto immediato - ai bianconeri: accordo fino al 2021. Müller rinnova fino al 2022 e giocherà nei Rockets
FORMULA 1
1 gior
«Vettel ferito»
Jacques Villeneuve ha tirato le orecchie alla Ferrari, poco chiara con Leclerc e per questo indirettamente colpevole della crisi del tedesco: «Non so cosa farà ora Mattia Binotto»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile