CANOTTAGGIO
22.06.18 - 18:430

Jeannine Gmelin non sgarra l’entrata in materia

Debutto convincente per gli svizzeri in CdM

LINZ-OTTENSHEIM - La seconda tappa di CdM ha preso avvio questa mattina con una novità: il primo turno eliminatorio si è disputato con il sistema dei “Time Trials”, una modalità che ha consentito ad atleti e giudici di testare uno dei possibili scenari alternativi in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020. 

Modalità già sperimentata in passato dalla FISA nella CdM a Monaco nel 2011, che prevede una gara a cronometro con partenze ogni 30” con la tradizionale procedura di partenza “a semaforo”. Dei 9 equipaggi in gara oggi, ben 6 hanno raggiunto le semifinali in programma nella giornata di domani. Se ne potrebbe aggiungere un settimo. In effetti, il doppio élite femminile di Pascal Walker e Valérie Rosset, secondo oggi alle spalle dell’armo della Nuova Zelanda dovrà disputare in tarda mattinata gli esami di riparazione. Un bilancio, per il momento almeno, decisamente incoraggiante.

Jeannine Gmelin non ha tradito le attese della vigilia. Ha vinto autoritariamente la sua batteria (la prima) nel tempo di 7’25”64. La zurighese ha lasciato a oltre 5” la danese Fie Udby Eriches, sesta a inizio a giugno a Belgrado. In campo maschile Markus Kessler, al via in sostituzione di Roman Röösli (al via nel doppio) si è dovuto fermare ai quarti, confrontato con due pezzi da novanta come il primatista del mondo Robert Manson e dal tedesco Oliver Zeidler, medaglia di bronzo nella prima regata di CdM (preceduto dal nostro Röösli).

La sorpresa, in positivo, per i colori rossocrociati, è scaturita dal singolo pesi leggeri. Lo zurighese Fiorin Rüedi ha fatto sua la prima batteria di qualificazione precedendo il quotato norvegese Ask Jarl Tjoem, staccato di 1”41/100. terzo posto per il lucernese Michae, Schmid, uno dei favoriti per il podio.

Note molto positive per il doppio “leggero” femminile di Frédérique Rol e Patricia Merz che accede direttamente alle semifinali in virtù del secondo posto nella batteria di qualificazione alle spalle dell’armo della Romania. In semifinale, raggiunta attraverso i ricuperi, avremo anche i due doppi: quello élite di Roman Röösli e Nico Stahlberg e quello “leggero” di Julian Müller e Andri Struzina.

Poca gloria invece per il rientrante Mario Gyr. Il lucernese affiancato dal giovane zurighese Paul Jacquot, già in difficoltà nella prova d’esordio (4°, staccato di ben 30” dall’armo francese), ha poi fallito anche la gara d’appoggio (3° alle spalle di Bielorussia e Olanda). Gyr e Jacquot dovranno accontentarsi di un piazzamento nella finale C. Un brutto risveglio per il campione olimpico di Rio.

Commenti
 
TOP NEWS Sport
SERIE A
2 ore
«CR7? Serve rispetto per gli allenatori e i compagni»
Roberto Mancini ha detto la sua sul "caso" di Cristiano Ronaldo, furioso dopo essere stato sostituito da Sarri. Nel frattempo l'asso portoghese ha chiuso la polemica sui social
MOTOGP
5 ore
Marquez accarezza Rossi: «Discesa dolce dolce»
Lo spagnolo ha teso la mano al Dottore e parlato di rinnovo: «I soldi non mi interessano. Rimango in Honda se il progetto mi convince»
FORMULA 1
8 ore
«Leclerc veloce quanto Vettel e... più intelligente di quanto si pensi»
Felipe Massa ha spezzato una lancia in favore del pilota della Ferrari: «Sta gestendo perfettamente la situazione. È uno da seguire con attenzione»
SERIE A
11 ore
I fantastiliardi di Ronaldo e le p***e di Sarri
La seconda sostituzione consecutiva ha fatto infuriare il portoghese, che ha lasciato il mondo-Juve sbattendo la porta. Per i bianconeri necessaria una mediazione
SUPER LEAGUE
13 ore
Cornaredo non esplode: il Lugano non riesce a vincere in casa
La formazione bianconera non è ancora stata in grado di regalare un successo casalingo ai propri tifosi
NAZIONALE
16 ore
La giovane Nazionale stupisce: due punti totali per Bertaggia e Fazzini
I rossocrociati hanno conquistato la Deutschland Cup davanti alla Germania
TENNIS
1 gior
Niente da fare per Federer, esulta Thiem
Il campione renano è stato sconfitto con il punteggio di 7-5, 7-5
SUPER LEAGUE
1 gior
«Tutti ci hanno provato, ma senza fortuna. Dobbiamo trovare le giuste soluzioni»
Marco Aratore ha commentato la sconfitta col Basilea: «Non era facile, ma nel secondo tempo la reazione c'è stata. Dovevamo trovare la rete per metterli in difficoltà»
SUPER LEAGUE
1 gior
«L'importante è rimanere calmi, non bisogna stravolgere tutto»
Maurizio Jacobacci, mister del Lugano, si è espresso dopo il ko interno col Basilea: «Loro hanno segnato con troppa facilità. Ora abbiamo 14 giorni per lavorare bene»
SUPER LEAGUE
1 gior
Il Lugano s'inchina al Basilea
I bianconeri di Jacobacci, di scena a Cornaredo, sono stati sconfitti 3-0 dai renani. Sfida pirotecnica allo Stade de Suisse, dove l'YB ha piegato 4-3 il San Gallo. Sorride lo Zurigo (4-2 sul Sion)
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile