CANOTTAGGIO
03.06.18 - 15:560

Medaglia d’oro per Jeannine Gmelin, d’argento per Roman Röösli

Chiusura in crescendo per gli armi svizzeri alla CdM di Belgrado

BELGRADO (Serbia) - Il canottaggio elvetico esce da questa prima regata di Coppa del mondo con un bottino da leccarsi i baffi. Medaglia d’oro per Jeannine Gmelin, d’argento per Roman Röösli, 5 barche in finale A, un primo posto nella finale B. “Un risultato che premia il duro lavoro svolto in questi ultimi mesi e che lascia per sperare per il prosieguo della stagione”. È il commento “a caldo” del neo Head Coach dei rossocrociati, Edouard Blanc.

Jeannine Gmelin ha iniziato la stagione così come aveva concluso il 2017, ossia con una vittoria. La campionessa del mondo in carica, prudente nelle fasi iniziali della contesa, ha poi saputo imprimere un ritmo infernale alla sua possente azione, a suon di 35 colpi al minuti che le ha consentito di passare a condurre le danze già ai 750 metri, posizione che ha poi saputo saggiamente mantenere sino alla fine, parando il veemente rush finale dell’irlandese Sanita Purspure, quarta classificata ai mondiali 2017 di Sarasota. Medaglia di bronzo per l’austriaca

Magdalena Lopning, al comando al passaggio dei 500 metri. Semplicemente splendida la prova offerta da Roman Rössli nella finale del singolo. L’atleta di Sempach, presente qui nella capitale della Serbia in qualità di “spalla” al numero uno, Nico Stahlberg per l’assenza del compagno di doppio, Barnabé Délarze, alle prese con forti dolori alla schiena, ha disputato una gara perfetta sotto tutti i punti di vista, rivaleggiando ad armi con il campione del mondo Ondrej Synek. Rössli, ancora terzo ai 1750 metri ha poi saputo imprimere una cadenza superiore a tutti gli altri finalisti ciò che gli ha consentito di raggiungere e superare il coriaceo tedesco Oliver Zeidler. Il rossocrociato ha terminato la gara, come detto al secondo posto, a soli 77/100 dal ceco Synek. In quest’ultima giornata la Svizzera aveva al via nella finale A altri due equipaggi di doppio nel contesto dei pesi leggeri. In campo femminile, Frédérique Rol e Patricia Merz hanno portato a termine la prova al quinto rango in 6’54”62. Medaglia d’oro per l’Olanda, d’argento per il Sudafrica e di bronzo per la Gran Bretagna. In campo maschile, Andri Struzina e Julian Müller hanno chiuso al sesto rango in 6’23”87. Sul podio, nell’ordine, troviamo Polonia, Belgio e Irlanda. Un risultato che fa ben sperare in vista dei Giochi olimpici 202° di Tokyo. Successo elvetico nella finale B del doppio femminile élite, grazie a Pascakl Walker e Valérie Rosset. Quarto rango per l’altro singolista elvetico, Nico Stahlberg, vincitore della passata edizione della Coppa del mondo.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
NATIONAL LEAGUE
55 min
Lo Zurigo si tiene stretto Noreau
Il difensore canadese ha rinnovato fino al 2022 il suo accordo con i Lions. Sven Leuenberger: «Maxim dà impulsi importanti al nostro gioco»
NATIONAL LEAGUE
2 ore
Calle Andersson resta fedele al Berna
Il difensore 25enne, che di recente era stato accostato a diversi club - tra cui anche il Lugano -, ha rinnovato con gli Orsi fino al 2023
TENNIS
5 ore
Federer battuto, a Buenos Aires la spunta Zverev
Il 22enne tedesco ha vinto il secondo round del tour d'esibizione. King Roger piegato 7-6(2), 7-6(2)
HCL
6 ore
«Il mio Lugano era in crisi, non questo»
Penultimo ma combattivo, sul ghiaccio della Cornèr Arena il Rapperswil non baderà troppo ai bianconeri: «A noi interessa poco come sta il nostro avversario»
SUPER LEAGUE
8 ore
«Sabbatini potrebbe non rientrare prima dell'anno nuovo»
Maurizio Jacobacci sta preparando il Lugano per Thun: «Siamo pronti. Abbiamo recuperato Bottani, Gerndt ha avuto qualche problema con la pubalgia ma si è allenato con il gruppo»
FORMULA 1
15 ore
«La Ferrari è un posto strano, non andarci»
Bernie Ecclestone ha messo in guardia Hamilton, che nel 2021 potrebbe cambiare scuderia: «Fossi in lui vincerei un altro titolo e mi ritirerei»
SUPER LEAGUE
19 ore
«Stéphane Henchoz è un falso...»
Il portiere del Sion - Kevin Fickentscher - non ha per niente apprezzato le ultime dichiarazioni del suo ex allenatore: «È impossibile per me lavorare con personaggi del genere, mi ha deluso»
FORMULA 1
22 ore
Ferrari, 40'000'000 per liberarsi di Vettel
L'incidente di Interlagos è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso. A Maranello stanno pensando di lasciar libero il tedesco, che però ha ancora un anno di ricchissimo contratto
MOTOGP
1 gior
Marc Marquez: «Alex con me in Honda? Lo avrei preferito in un altro box»
Il campione del Mondo della classe regina ha commentato l'arrivo del fratello nel team ufficiale HCR: «Mi è stato chiesto un parere, non potevo dire di no. Cercherò di dargli alcuni consigli, ma...»
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
1 gior
«Vlado da incatenare e da portare a Muri»
La Svizzera andrà all'Europeo senza il suo selezionatore, tentato dal Napoli? «Il suo eventuale rinnovo è anche una scelta politica»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile