Keystone
TENNIS
08.02.18 - 17:060
Aggiornamento : 09.02.18 - 09:03

Basilea, che storiaccia: volta le spalle a Federer (solo per soldi?)

Slitta ancora l'intitolazione della St. Jakobshalle a Roger. Il motivo probabile? Cedendo il nome a uno sponsor in Municipio potrebbero far cassa

BASILEA - «A Rod Laver hanno intitolato uno stadio. A me, per ora, hanno regalato una mucca». Roger Federer scherzava così, alludendo a Juliette (la mucca avuta in omaggio nel torneo di Gstaad), quando gli chiedevano notizie sulla possibile intitolazione di un campo, un impianto o un palazzetto in suo onore. La questione è tornata alla ribalta in questi giorni per la curiosa – e impopolare – presa di posizione della città di Basilea, che ha fatto un passo indietro per il cambiamento di nome della St.Jakobshalle, dove si gioca il locale ATP 500.

È dal 2009 che si pensa di rinominare l'impianto, denominandolo “Roger Federer Arena”. L'inaugurazione sarebbe dovuta avvenire nel 2018, a ristrutturazione ultimata. Tra l'altro, molti avevano pensato che proprio il torneo di Basilea, nel 2018, avrebbe segnato il ritiro agonistico dello svizzero. Secondo Conradin Cramer, assessore allo sport della città renana, non ci sarà invece nessuna cerimonia pro Federer.

«Rinominare la St. Jakobshalle richiederebbe un ampio sostegno politico», ha detto Cramer, che non vuole correre il rischio di mettersi contro l'opinione pubblica. A suo dire, proporre l'intitolazione a Federer potrebbe riscuotere scarso successo o addirittura portare a una risposta negativa. «E Federer non lo meriterebbe. Comunque la regione ha già manifestato la sua gratitudine: di recente al campionissimo hanno infatti conferito la laurea ad honorem presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Basilea».

Di diverso avviso la consigliera Martina Bernasconi, tra i più accesi sostenitori dell'iniziativa. «Roger è la persona più famosa della regione. Rinominare il palazzetto sarebbe un guadagno per tutti, perché si attirerebbero molti turisti in città. Sono convinta che se Federer fosse di Zurigo, avrebbero già fatto qualcosa da tempo».

La stampa renana ha avanzato un'altra tesi per la mancata intitolazione dell'impianto: tutto sarebbe bloccato da questioni economiche. Omaggiando Roger, si pererebbe infatti la possibilità di sponsorizzare il palazzetto il quale, come accade per tanti impianti sportivi, cedendo i diritti per il proprio nome, potrebbe portare introiti per una cifra compresa tra 500'000 e 1'000'000 di franchi l'anno.

Commenti
 
GI 1 anno fa su tio
Beh....per fortuna che a Bienne ed a Halle hanno già "omaggiato" RogerOne con una via !!
TOP NEWS Sport
NATIONAL LEAGUE
1 ora
«Bisogna avere pazienza e fiducia in Kapanen»
Marco Baron ha parlato del momento dei bianconeri: «Al Lugano manca qualche gol, soprattutto da giocatori del calibro di Bürgler»
HCAP/HCL
4 ore
Esame doppio per l'Ambrì, trappole per il Lugano
Weekend di campionato; i biancoblù sfideranno Friborgo e Losanna, i bianconeri se la vedranno con il Langnau
NAZIONALE
5 ore
C'è la sfida alla Georgia, i tre punti sono d'obbligo
Questa sera la Nati giocherà a San Gallo il penultimo match di qualificazione all'Europeo. Serve solo vincere
TENNIS
13 ore
Maestoso King Roger: piega Djokovic e vola in semifinale
Il campione renano ha liquidato il serbo con il punteggio di 6-4, 6-3
MOTOMONDIALE
14 ore
«Lorenzo? Triste vederlo in questa situazione»
In molti hanno commentato l'addio dello spagnolo. Marc Marquez: «È una sorpresa, ma ha dimostrato coraggio e personalità». Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati: «Decisione sofferta»
SERIE A
16 ore
CR7 smentisce Sarri: «Non sto bene, sto molto bene...»
L'attaccante della Juve, dal ritiro del Portogallo, manda un messaggio al tecnico: «Vi dico una cosa per tutte le prime pagine dei giornali...»
MOTOMONDIALE
18 ore
L'addio di Lorenzo: «Impossibile trovare ancora le motivazioni»
Jorge Lorenzo ha annunciato il ritiro all'età di 32 anni: «Adoro questo sport, ma adoro vincere. Mi sono reso conto che questo non è più possibile»
MOTOMONDIALE
21 ore
Lorenzo si ritira!
Il 32enne pilota spagnolo, cinque volte campione del mondo (tre nella classe regina), ha annunciato il suo addio al circus
FORMULA 1
23 ore
«La Ferrari bara», Verstappen ingenuo portavoce della Mercedes
Helmut Marko ha provato a chiudere la querelle innescata dall'olandese. «Lui ha esagerato, ma l'indagine è partita dalla Mercedes»
NATIONAL LEAGUE
1 gior
«Non stiamo panicando», a Berna tra preoccupazione e pancia piena
Cosa sta succedendo agli Orsi? Alex Chatelain: «Non c'è un unico aspetto che non va, dobbiamo rimanere positivi»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile