MOTOMONDIALE
31.10.15 - 13:390
Aggiornamento : 20:20

Insulti, botte e umiliazioni: Marquez denuncia inviati de "Le Iene"

Gli inviati si erano recati ieri presso l'abitazione della famiglia del pilota spagnola: il tutto è però sfociato in una violenta lite

CERVERA (Spagna)  - Un diverbio tramutatosi in rissa con strascichi giudiziari. Non è finito bene il tentativo degli inviati della trasmissione “Le Iene” di Italia1 di scherzare con Marc Marquez dopo la stra-nota lite con Valentino Rossi.

C’è stata un’aggressione con rottura delle telecamere al rifiuto del pilota di farsi consegnare un premio dal nome poco simpatico e in un momento decisamente poco opportuno con reciproci scambi di accuse. Gli inviati italiani sostengono di essere stati malmenati e sui social network hanno scritto: "Siamo arrivati nei pressi dell’abitazione dei genitori del pilota dove abbiamo incontrato Marc Marquez, suo padre, suo fratello e un loro amico. Quando abbiamo provato a consegnare la nostra coppa siamo stati aggrediti e nella colluttazione hanno rotto la telecamera e sottratto le schede video. Probabilmente volevano una coppa più grossa”.

I due ora sono in ospedale dove si stanno facendo medicare le lesioni riportate mentre l’entourage del pilota ha deciso di denunciare i due inviati.

Questo il comunicato dello staff di Marquez: "Ieri (venerdì 30 ottobre, ndr) ci sono stati alcuni sfortunati eventi a Cervera. Un gruppo di persone è arrivato alla casa del pilota e ha rivolto una serie di insulti, con determinate azioni umilianti e ridicole verso il pilota e arrivando anche a spingere e aggredire i suoi parenti più stretti. Data la gravità dell'azione, questi atti sono stati denunciati e seguiranno il normale svolgimento di un procedimento penale nei confronti di tali persone".

Commenti
 
TOP NEWS Sport
HCL
55 min

L'estate bianconera? Festa a Reuille, sfilate e sette amichevoli

Definiti gli appuntamenti prestagionali del Lugano. Prima alla Cornèr Arena il 1. agosto

VIDEO
UN DISCO PER L'ESTATE
3 ore

Le tredici gemme del mago Valeri

Giunto in Leventina a seguito del primo lockout della NHL, Kamensky ha fatto innamorare di sé un’intera tifoseria in sole dodici partite

TENNIS
12 ore

«Quando avevo dieci anni odiavo Roger Federer»

Daniil Medvedev ha svelato un curioso retroscena riguardante la sua infanzia: «Non potevo più vederlo vincere»

TENNIS
15 ore

La prima sull'erba sorride a King Roger

Il campione renano ha superato John Millman con il punteggio di 7-6, 6-3. Dal canto suo Wawrinka, impegnato al Queen's, non è sceso in campo per maltempo

SUPER LEAGUE
16 ore

Celestini sereno: «Io molto tranquillo, senza Renzetti... vedremo»

Mercato e allenamenti sono le uniche preoccupazioni del mister del Lugano, che al momento non sta pensando al possibile arrivo di Novoselskiy. «Io e lui potremmo convivere? Certo»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report