Berna
Losanna
19:45
 
Bienne
Langnau
19:45
 
Ginevra
Friborgo
19:45
 
Lugano
Lakers
19:45
 
Zugo
Zurigo
19:45
 
Berna
LNA
0 - 0
19:45
Losanna
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 18:46
Bienne
LNA
0 - 0
19:45
Langnau
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 18:46
Ginevra
LNA
0 - 0
19:45
Friborgo
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 18:46
Lugano
LNA
0 - 0
19:45
Lakers
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 18:46
Zugo
LNA
0 - 0
19:45
Zurigo
Ultimo aggiornamento: 22.11.2019 18:46
TENNIS
12.07.15 - 10:490
Aggiornamento : 12:01

Superman Federer tra favori e timori. Oggi si fa la storia

Riuscirà il renano, in campo per la 40esima volta contro Djokovic, a nascondere per un pomeriggio le verità raccontate dalla carta d’identità?

LONDRA (Gbr) - Il numero uno al mondo contro il numero due. I protagonisti della finale dello scorso anno. Il recordman di Slam vinti contro uno dei più competitivi di sempre. L’ultimo atto di Wimbledon 2015 mette di fronte quanto di meglio il tennis possa offrire. Perso per strada Nadal, rallentato da mille problemi di un fisico che non regge più i supersforzi, Djokovic e Federer sono i due unici fenomeni rimasti nel mondo della racchetta. È dunque giusto che siano loro a giocarsi il “mondiale sull’erba”.

Il match è ormai prossimo e la tensione, per i protagonisti ma anche per gli appassionati, pronti a gustarsi qualche ora di spettacolo, è già altissima. Questa sarà stemperata solo in serata quando uno dei due campioni potrà esultare. Mentre all’altro non rimarrà che il rammarico.

Già ma… chi vincerà?

Quello di questo pomeriggio sarà il 40esimo scontro tra Roger e Nole. Il renano per ora conduce 20-19 questa particolare sfida. Nell’era Open solo un’altra rivalità ha ottenuto numeri migliori, quella tra Djokovic e Nadal (42 incroci).

Federer è a caccia dell’ottavo titolo a Londra (che gli farebbe distanziare Sampras) e il 18esimo Slam. Il serbo rincorre invece il terzo successo sull’erba e il nono Slam.

Credere che uno dei due possa perdere due finali di Slam consecutive risulta difficile. Eppure accadrà. Roger è reduce dal capitombolo di dodici mesi fa quando, proprio a Wimbledon, si arrese in cinque set davanti a Nole. Djokovic non ha invece ancora digerito lo sgambetto subito qualche settimana fa da Wawrinka al Roland Garros. In altre condizioni Novak sarebbe il grande favorito. Oggi no. Certo sarà lui a partire “avanti”, Federer non comincerà tuttavia già da battuto. Questo è quel che dicono le maggiori compagnie di scommesse mondiali: il serbo è dato vincente a 1.70-1.80, il renano “solo” a 1.90-1.95.

Il punto è che Djokovic, in un match “classico”, è più forte. Se però Roger giocherà come fatto contro Murray, allora anche il miglior Nole di sempre non potrà far altro che arrendersi.

E quindi, tenuto conto di ciò, probabilmente sarà il rossocrociato l’uomo che deciderà il confronto. Starà a lui “scegliere” se presentarsi in campo vestito da superman o solo da campione. Nel primo caso il trionfo non potrà sfuggire. Nel secondo, invece, sarà per lui dura resistere alla voglia e alla grinta dell’avversario.

Commenti
 
TOP NEWS Sport
MOTO GP
2 ore
Rossi è carico: «L'obiettivo del 2020? Andare un po' meno... piano!»
Nella prossima stagione il pilota italiano vorrebbe tornare a essere competitivo
SUPER LEAGUE
4 ore
«Col Thun non è uno spareggio. Pochi gol? Sottoporta non bisogna voler strafare»
Maurizio Jacobacci lancia la sfida della Stockhorn Arena: «Ci aspettiamo una partita molto intensa. La pausa? È stata positiva, ho potuto lavorare sul mio calcio»
SERIE A
7 ore
«Con CR7 non servono chiarimenti. Il match di Bergamo? Al 99% non giocherà»
Maurizio Sarri ha parlato alla vigilia della sfida contro l'Atalanta: «Cristiano Ronaldo ha un problema che lo sta condizionando anche mentalmente. Puntiamo a recuperarlo per la gara di Champions»
DERBY
9 ore
Ambrì & Lugano: è tutto pronto per il terzo derby
La stracantonale si giocherà alla Valascia: i biancoblù saranno forse più freschi visto che non giocano questa sera, al contrario dei bianconeri (in casa contro il Rapperswil)
SUPER LEAGUE
12 ore
Esame fanalino di coda per il Lugano: a Thun bisogna vincere
I bianconeri se la vedranno contro l'ultima della classe. In Challenge League il Chiasso cerca il terzo successo consecutivo
UDINE
21 ore
«Vivrò a Udine con Lara. Il calcio? Avrei preferito restare fra le pannocchie...»
Valon Behrami ha rilasciato una lunga intervista sulla sua vita: «Il mondo del calcio è fantastico, ma va tutto molto veloce. Lara? Quando torna dalle gare le faccio trovare la cena pronta...»
NATIONAL LEAGUE
22 ore
«Avevo lasciato un gruppo come questo. Kubalik? All-in per seguire i suoi sogni»
Samuel Guerra, tornato a Davos dopo le avventure a Zurigo e Ambrì, è alla seconda esperienza in gialloblù: «Inizio buono, ma il difficile comincia ora. Anche noi svizzeri dobbiamo tirare il carro»
COPPA DAVIS
1 gior
Ritiri e orari assurdi, ma Piqué attacca Federer: «Pensi quello che vuole»
La nuova Coppa Davis piace a pochi e sta facendo discutere. Fognini: «Finalmente è finita... 4:18. È normale?». Nel frattempo Piqué critica King Roger: «Lui ha il suo torneo...»
SUPER LEAGUE
1 gior
«Se sei ultimo ti brucia il c**o»
Ultimo ma non allo sbando, il Thun pensa alla rimonta. Rapp: «Non cambiamo nulla. Guai a farlo o a mettersi a inventare qualcosa adesso. Perdere la testa non ha senso»
NATIONAL LEAGUE
1 gior
Lo Zurigo si tiene stretto Noreau
Il difensore canadese ha rinnovato fino al 2022 il suo accordo con i Lions. Sven Leuenberger: «Maxim dà impulsi importanti al nostro gioco»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile