CALCIO
07.10.12 - 15:470
Aggiornamento : 25.10.14 - 14:07

Il Sion e il Basilea non sbagliano, Zurigo e YB non si fanno male

I vallesani in rimonta hanno avuto la meglio del Lucerna (3-2), così come i renani vittroriosi sul Servette, mentre al Letzigrund i padroni di casa e i bernesi si sono lasciati col risultato di 1-1

SION – Il Sion non molla la presa e in 10 è riuscito a rimontare l’iniziale vantaggio del Lucerna, mentre a Zurigo i padroni di casa si sono fatti raggiungere a un quarto d’ora dalla fine dal rigore di Costanzo. Bellissima partita invece quella andata in scena a Basilea, con gli uomini di Vogel che si sono imposti per 3-2 sul Servette

I vallesani, dopo le vittorie conquistate sabato dal Grassoppher e dal San Gallo, per non perdere contatto con la vetta della classifica erano chiamati a vincere in casa contro il modesto Lucerna: erano 11 i punti di differenza tra le due squadre e il compito per Gattuso e compagni appariva al quanto semplice. E invece no, perché il Lucerna già dopo 20’ si è portato in vantaggio grazie ad Andrist ma Margairaz è stato bravo a ristabilire la parità alla mezz’ora.

Il Sion, nonostante sia rimasto in 10 al 32’ per via dell’espulsione rimediata dal centrocampista Serey Die, ha trovato immediatamente il nuovo vantaggio grazie a Lafferty al 38’, per poi controllare il match e poi chiuderlo al 74’ tramite la rete di Buehler. Il gol nel finale di Puljic ha solo reso meno amara la sconfitta per quanto riguarda il Lucerna.

Nella seconda partita della domenica pomeriggio, Zurigo e Youg Boys hanno impattato sull’1-1. Al vantaggio casalingo firmato da Schoenbaechler al 30’, ha risposto Costanzo su rigore a quindici minuti dal termine dell’incontro.

Nell’ultima sfida si è visto davvero un bellissimo spettacolo. Gli attori in scena si chiamavano Basilea e Servette; i ginevrini sono stati i primi a trovare il vantaggio ma nel giro di un minuto (36’) i renani sono riusciti a ribaltare la situazione grazie a Schaer – al suo primo gol in Super League – e col sempre più decisivo David Degen. Nella ripresa i campioni in carica hanno potuto festeggiare anche la terza segnatura grazie al solito Streller, prima di subire il grandissimo gol del 3-2 ad opera di Langa al 64’. Da lì in poi il risultato non è più cambiato, ma di occasioni ce ne sono state tantissime su entrambi i fronti.

SION - LUCERNA 3-2 (2-1)
Reti:
20' Andrist (R) 0-1; 30' Margairaz 1-1; 38' Lafferty 2-1; 74’ Buehler 3-1; 96' Puljic 3-2.

ZURIGO – YOUNG BOYS 1-1 (1-0)
Reti:
30' Schoenbaechler 1-0; 75’ Costanzo (R).

BASILEA – SERVETTE 3-2 (2-1)
Reti: 12' Tréand 0-1; 36’ Schaer 1-1; 37’ D. Degen 2-1; 52’ Streller 3-2. 64’ Lang 3-2.

Le altre partite della 12esima giornata di Super League
Sabato

San Gallo – Losanna 2-1
Thun – Grassoppher 2-3

Le classifiche aggiornate sono pubblicate nella sezione CALCIO
 

SPORT: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
ARGENTINA
3 ore
Una persona ancora non sa che Maradona è morto
Il fratello di Bilardo: «A Carlos è stato detto che il cavo del televisore si è rotto».
SCI ALPINO
6 ore
Lara Gut-Behrami sul podio nel parallelo
Sulle nevi di Lech-Zürs secondo posto per l'americana Paula Moltzan
ARGENTINA
9 ore
«Maradona? Ambulanza in ritardo, un'idiozia criminale»
L'avvocato dell'argentino punta il dito nei confronti dei soccorsi, a suo dire giunti sul posto con estremo ritardo.
ARGENTINA
11 ore
«Diego non è stato curato bene, doveva restare in ospedale»
Il Pibe de Oro è stato stroncato da un'insufficienza cardiaca acuta che ha generato un esteso edema polmonare
NAPOLI
13 ore
«Lo stadio di Napoli si chiamerà Diego Armando Maradona»
Il popolo partenopeo ha deciso di onorare il più grande giocatore della storia del Napoli, deceduto ieri in Argentina.
FORMULA 1
17 ore
Hamilton-Schumi, Re e leggende: «Campioni con macchine imbattibili»
Dal dominio di Lewis alla crisi Ferrari: il Mondiale sotto la lente di Jarno Trulli: «Vettel? Un conto alla rovescia».
ARGENTINA
1 gior
«Con la palla era Dio, senza era umano»
Il mondo dello sport è in lutto e sotto shock per la scomparsa di Maradona: «Diego è eterno. Ci lascia, ma non se ne va»
ARGENTINA
1 gior
Maradona, le parole che voleva sulla lapide
Ecco ciò che disse l'asso argentino nel corso di un programma televisivo
ARGENTINA
1 gior
Add10 Diego: «Stiamo piangendo per te»
La leggenda del calcio si è spenta a 60 anni. Non si contano i messaggi dedicati al giocatore del secolo
ARGENTINA
1 gior
«Un giorno giocheremo a calcio insieme in cielo» 
La scomparsa dell'ex campione argentino ha scosso il mondo del calcio e non solo.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile