HOCKEY
13.03.12 - 07:050
Aggiornamento : 13.11.14 - 09:22

Flavien Conne: "A fine serie l'importante sarà non avere rimorsi"

Il numero 40 bianconero analizza la decisiva gara-6 in cui il Lugano è chiamato a riscattare la scialba prestazione di sabato alla BCF Arena

LUGANO - Oggi, martedì 13 marzo, il Lugano si giocherà una partita che vale una stagione. Una vittoria rinvierebbe ogni decisione a gara-7 dei quarti di finale in programma alla BCF Arena, una sconfitta manderebbe in vacanza i bianconeri. I ragazzi di Huras sono chiamati ad una pronta reazione dopo il pesante ko rimediato sabato in riva alla Sarine: “Dovremo curare i dettagli”, ha detto il numero 40 luganese Flavien Conne. Alla Resega, in occasione di questa partita decisiva ci si aspetta il pubblico delle grandi occasioni.

Flavien Conne, come vedi gara-6?
“La realtà è che siamo sotto per 3-2 nella serie, non abbiamo più diritto di commettere errori, anche se siamo molto vicini. Chiaramente per noi è una partita importantissima, ma anche per loro che vorranno chiudere.


Come giudichi la serie?
“Nel primo terzo dell’ultima partita alla BCF Arena siamo stati superiori a loro. Martedì dovremo assolutamente evitare di ripetere il secondo tempo proposto in gara-5. Bisogna anche aggiungere che alcune circostanze sono andate contro di noi: sfortuna, piccoli errori e anche una penalità che non c’era. Se mettiamo da parte questi venti minuti a mio avviso la serie è stata combattuta. Dovremo fare un lavoro mentale per cercare di fare le cose semplici e quelle che ci hanno portato al successo fino ad ora, giocando con grinta per evitare che sia l’ultima partita della stagione”.


Come si spiega che il Lugano non abbia ancora vinto davanti al proprio pubblico?
“Potremo anche fare la domanda inversa e domandarci perché abbiamo vinto due volte a Friborgo. Non è facile da dire, forse il fatto che in casa giochiamo in maniera diversa può essere uno dei motivi. Noi abbiamo una grande voglia di vincere davanti ai nostri tifosi che meritano questa gioia”.


Anche Larry Huras ha detto che si aspettava di più da alcuni giocatori…
“Sicuramente questi discorsi vengono fuori quando sei sotto nella serie piuttosto che in vantaggio. È chiaro che se una partita si perde per 6-2 ci sono alcuni giocatori che in quel confronto dovevano giocare meglio. Parlando delle prime quattro sfide a mio avviso potevamo perderle tutte così come vincerle. Chiaramente il catastrofico secondo tempo di Friborgo va dimenticato al più presto. Come detto in precedenza dovremo fare attenzione ai dettagli. Per citare un esempio, quando incassiamo una rete bisogna andare a vedere cos’ è successo dieci secondi prima del gol. È questo l’importante. Ma posso assicurare che abbiamo ancora tante forze da spendere e questa serie possiamo ancora girarla”.


La pressione, in caso di gara-7, passerebbe tutta sulle spalle del Friborgo.
“Sì, sicuramente, però nei playoff non si può mai dire e promettere niente. L’unica cosa che spero è che a fine serie, qualsiasi sia l’esito, avremo fatto tutto quanto potevamo senza avere rimorsi”.

SPORT: Risultati e classifiche

SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
FOTO GALLERY
SUPER LEAGUE
2 ore
Lugano & Covid-19: la misura della temperatura è una... costante
L'ambiente bianconero deve sottoporsi quotidianamente ai controlli del caso. Ecco le immagini in quel di Cornaredo
SUPER LEAGUE
6 ore
Calcio svizzero: ripartono i campionati
Il campionato elvetico riprenderà a porte chiuse il prossimo 20 giugno e... niente nuova formula (12+8)
NATIONAL LEAGUE
7 ore
«Covid-19? Ho avuto un po' di paura, mia moglie è incinta»
Il difensore ticinese del Losanna Matteo Nodari: «Il cambio societario? Stiamo andando nella direzione giusta»
DAVOS
11 ore
Impensabile una Spengler senza tifosi
Marc Gianola: «Una deadline? Possiamo attendere al massimo fino a ottobre, forse novembre».
SERIE A
23 ore
La Serie A riparte il 20 giugno!
Anche in Italia si torna in campo. Si dovrebbe iniziare con la Coppa Italia (13 e 14), poi spazio al campionato
PREMIER LEAGUE
1 gior
«Spero che tuo figlio prenda il coronavirus»
Il capitano del Watford, Deeney, ha raccontato un terribile retroscena riguardante il suo rifiuto ad allenarsi in gruppo
SERIE A
1 gior
L'avventura di Balotelli è giunta al capolinea: «Siamo tutti delusi»
Il presidente del Brescia Massimo Cellino ha probabilmente chiuso le porte a Super Mario: «Gli ho voluto bene»
SUPERLIGAEN
1 gior
Il calcio riparte in Danimarca: tifosi allo stadio con... l'app Zoom!
Questa sera scenderanno in campo Agf e Randers e per l'occasione è prevista un'iniziativa digitale storica
SWISS LEAGUE
1 gior
Con Monnet (e Bezina), il Sierre fa sul serio: «Cittadina passionale, mi ricorda Ambrì»
L'attaccante 38enne: «Sono contento di aver ritrovato Goran dopo le avventure vissute insieme in Nazionale»
SUPER LEAGUE
1 gior
«Ripresa? Non si mette molto bene»
Angelo Renzetti, presidente del Lugano: «Non si tratta tanto di far felice qualcuno, ma di essere coerenti»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile