Seconda gara del campionato mondiale
08.04.07 - 10:500
Aggiornamento : 13.10.14 - 14:02

F1, Alonso brucia le Ferrari in Malesia

Doppietta McLaren a Sepang: le rosse beffate in partenza mai in corsa per la vittoria. Vince facile lo spagnolo campione del mondo, poi Hamilton che precede Raikkonen, Massa solo quinto, Fisichella sesto, Trulli settimo

Sepang, 8 apr. (Ign) - A Sepang doppietta McLaren con Alonso e Hamilton che bruciano le Ferrari, andando in testa subito e mantenendo con tranquillità la prima e seconda posizione della corsa per tutto il Gp di Malesia, seconda gara del campionato del modo di F1. Ferrari mai in gara dopo la partenza lampo delle frecce d'argento che lasciano dietro le due Rosse partite dalla prima e dalla terza posizione, con Massa e Raikkonen. Ora dopo due gare del mondiale Alonso guida la classifica con 18 punti, poi Raikkonen con 16, terzo Hamilton con 14. Tra i costruttori la McLaren vola a 32 punti, la Ferrari segue a 23.

In Malesia Le Ferrari sbagliano la partenza: Massa perde la prima posizione facendosi bruciare dalla McLaren di Alonso e da quella di Hamilton. Raikkonen si accoda e alla prima curva è al quarto posto, cedendo la posizione alla seconda guida della McLaren. Il campione del mondo prova subito a scappare e dopo pochi giri ha già più di due secondi dal compagno di squadra. Massa tallona il pilota inglese che però resiste al brasiliano della Ferrari. Intanto Alonso si avvantaggia ancora e al quinto giro ha 6 secondi di vantaggio. Massa duella ancora con Hamilton ma rischia troppo e va lungo, perdendo due posizioni. E' Raikkonen allora che si getta all'inseguimento della McLaren-Mercedes di Hamilton, senza però impensierirlo. La prima parte della gara non offre altre emozioni.

Poi arrivano i pit-stop: il primo a fermarsi è Massa al 17esimo giro, poi è la volta di Alonso, con il leader della gara che arriva ai box con 15 secondi di vantaggio sul compagno di squadra Hamilton, poi Raikkonen. Infine il britannico della McLaren che è l'ultimo dei quattro a fermarsi, percorrendo in testa un paio di giri. Posizioni invariate. Da segnalare solo il problema di comunicazione radio che non permette ad Alonso di parlare con Ron Dennis.

Le Ferrari non trovano la marcia giusta e arrancano dietro senza riuscire a risalire la classifica. A metà gara Alonso viaggia con oltre 20 secondi di vantaggio su Hamilton e oltre 30 da Raikkonen. Poi Heidfeld e Massa in quinta posizione. La gara non offre altri spunti, trascinandosi senza sussulti fino alla fine, tra pit stop e doppiaggi. Una gara che si chiude con la delusione delle Rosse e con il campione del mondo in carica che si porta in testa alla classifica. Al traguardo Alonso è primo chiudendo davanti al compagno di squadra. Tra gli italiani Fisichella con la Renault chiude sesto, mentre Trulli con la Bmw è settimo. Prossimo appuntamento col Circus in Bahrain domenica prossima.

Risultati
08.12.2019
Super League
Basilea
 4 - 0 
fine
2-0
Sion
Thun
 1 - 4 
fine
0-2
S.Gallo
Zurigo
 0 - 5 
fine
0-2
Servette
Challenge League
Losanna
 0 - 2 
fine
0-0
Vaduz
Winterthur
 1 - 2 
fine
1-0
FC Stade Ls Ouchy
Serie A
Lecce
 2 - 2 
fine
0-2
Genoa
SPAL
 0 - 1 
fine
0-0
Brescia
Torino
 2 - 1 
fine
1-0
Fiorentina
Sassuolo
 2 - 2 
fine
2-0
Cagliari
Sampdoria
 0 - 1 
fine
0-1
Parma
Bologna
 2 - 3 
fine
1-2
Milan
 
11.12.2019
Champions UEFA
Shakhtar Donetsk
 0 - 3 
fine
0-0
Atalanta
Dinamo Zagreb
 1 - 4 
fine
1-1
Manchester City
Paris Saint Germain
 5 - 0 
fine
2-0
Galatasaray
Club Brugge
 1 - 3 
fine
0-0
Real Madrid
Bayern Monaco
 3 - 1 
fine
2-1
Tottenham
Olympiakos Piraeus
 1 - 0 
fine
0-0
Crvena Zvezda
Atletico Madrid
 2 - 0 
fine
1-0
Lokomotiv Moscow
Bayer Leverkusen
 0 - 2 
fine
0-0
Juventus
 
13.12.2019
Challenge League
Grasshopper
  
20:00
Losanna
 
14.12.2019
Super League
Servette
  
19:00
Thun
S.Gallo
  
19:00
Zurigo
Serie A
Brescia
  
15:00
Lecce
Napoli
  
18:00
Parma
Genoa
  
20:45
Sampdoria
 
TOP NEWS Sport
HCAP
28 min
«Orgoglioso dei ragazzi. Rinforzi per la Spengler? Non è così semplice»
L'Ambrì di Cereda, sempre capace di stringere i denti e far fronte ai tanti infortuni, è arrivato alla sosta per le Nazionali con un bottino di 32 punti (-3 dall'ottavo posto)
NATIONAL LEAGUE
2 ore
Manzato lascerà l'Ambrì: accordo col Ginevra
Il portiere 35enne ha firmato un contratto annuale (più opzione) con le Aquile
HCAP
3 ore
L'Ambrì perde un altro pezzo: Rohrbach out 3 mesi
L'attaccante è alle prese con una lussazione della rotula del ginocchio destro con danno cartilagineo
HCL
4 ore
Futuro a Lugano per Marti?
Il difensore 25enne, in scadenza di contratto col Friborgo, si sarebbe accordato con i bianconeri
EUROPA LEAGUE
7 ore
A Kiev ultimo giro di giostra europeo per il Lugano
Questa sera alle 18.55 il Lugano giocherà sul campo della Dinamo Kiev la sua sesta partita in EL
CHAMPIONS LEAGUE
15 ore
Atletico promosso, Juve vittoriosa in Germania
I ragazzi di Diego Simeone hanno battuto 2-0 la Lokomotiv Mosca, staccando il pass per gli ottavi. Con il medesimo risultato gli italiani hanno sbancato Leverkusen, costringendo i tedeschi all'EL
CHAMPIONS LEAGUE
17 ore
Atalanta, è un grandissimo exploit: ecco gli ottavi
Freuler e compagni si sono imposti per 3-0 in Ucraina contro lo Shakhtar Donetsk, centrando la qualificazione alla fase successiva della Champions
MOTOMONDIALE
19 ore
«Valentino Rossi? Non parlo. Marquez vincerà più di dieci Mondiali»
Max Biaggi ha pronosticato un futuro luminosissimo allo spagnolo. E anche al rampante Quartararo
NATIONAL LEAGUE
22 ore
«Schlegel via? Abbiamo colto l'opportunità»
Perché il Berna ha lasciato partire un portiere giovane e con ancora un anno e mezzo di contratto? Alex Chatelain: «Scelta condivisa e vantaggiosa per tutti»
SERIE A
1 gior
Lacrime per Ancelotti, 750'000 euro (per nemmeno sette mesi) per Gattuso
Il ribaltone di Napoli ha visto Carletto lasciare tra i pianti dei giocatori e Rino arrivare atteso da un lauto compenso
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile