Emil Ferrari
MAGGIA
09.04.21 - 13:230

Maggia vicina alle esigenze delle famiglie

Emil Ferrari, candidato per il PLR (Lista 3) al Municipio (n.1) e al Consiglio comunale (n.25) di Maggia

di Redazione

MAGGIA - Un asilo nido e dei servizi extra-scolastici per andare incontro alle nuove esigenze delle famiglie di Maggia. Con queste idee mi candido alle prossime elezioni del 18 aprile come Municipale e Consigliere comunale. 

La pandemia ha portato vari problemi, dimostrando che il lato sociale non può più essere messo in secondo piano. Oggigiorno, l’asilo nido è un servizio essenziale al pari degli altri livelli scolastici. Negli ultimi anni si è visto un forte incremento delle famiglie monoparentali e di quelle in cui entrambi i genitori svolgono un lavoro. La politica della prima infanzia aiuta sicuramente a conciliare famiglia e lavoro, favorendo un rientro delle lavoratrici dalla maternità in tempi più rapidi e con una situazione più serena (permettendo di conservare il posto di lavoro), e fa sì che, al momento dell’ingresso nella scuola dell’infanzia, tutti le bambine e i bambini abbiano le stesse opportunità. 

Un asilo nido tende la mano alle nuove necessità che ci troviamo confrontati, permettendo ai genitori di partecipare più attivamente alla vita lavorativa, poiché migliorare la conciliabilità lavoro-famiglia contribuisce alla parità tra donna e uomo, in quanto consente alla coppia di distribuire equamente le attività professionali e familiari. 

Sono assolutamente più che convinto che debba essere un compito del settore pubblico fare in modo che le famiglie possano usufruire, senza problemi, di un’istituzione prescolastica. Per tale motivo l’asilo nido deve essere comunale e non privato. L’intervento pubblico in tale ambito è giustificato anche da un punto di vista economico/finanziario: la formazione è un bene pubblico in cui i benefici socioeconomici sono superiori a quelli privati. 

Dall’altro lato la didattica a distanza ha creato qualche grattacapo, dimostrando ancor di più che la scuola in presenza è la via da percorrere. Per tale motivo, per aiutare i giovani che frequentano la scuola dell’obbligo, Maggia può intervenire e creare un servizio di doposcuola esteso su tutto il territorio. Non sempre i genitori hanno il tempo di aiutare i propri figli nei compiti scolastici o nella preparazione delle verifiche scritte. Pertanto, si potrebbe pensare di dare l’opportunità a neodiplomate/i e laureate/i di svolgere tali corsi, dando l’opportunità di fare un’esperienza lavorativa (remunerata) per chi vorrebbe un giorno diventare docente. La mobilità sociale in Ticino è sicuramente una problematica, creando un sistema che aiuta i giovani in difficoltà scolastica è una strada che permetterebbe di soddisfare tale bisogno comune. 

Questi due servizi darebbero la visione di un comune attivo anche nell’ambito familiare-sociale, che contemporaneamente crea nuovi posti di lavoro. Non sono proposte rivoluzionarie, ma serie e concrete che andrebbero incontro a una domanda che negli anni sarà sempre più forte ed è arrivato il momento di premere l’acceleratore in questo campo. Come disse Malcom X: La scuola è il nostro passaporto per il futuro, poiché il domani appartiene a coloro che oggi si preparano ad affrontarlo. 

Potrebbe interessarti anche
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile