Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
20.10.19 - 12:260

Possibili cambiamenti a sinistra agli Stati

PPD e PLR rimarranno le principali forze nella Camera dei Cantoni

BERNA - Urne chiuse, spazio allo spoglio. Verosimilmente l'elezione del Consiglio degli Stati, che probabilmente si protrarrà fino al 24 novembre con gli ultimi ballottaggi, comporterà qualche cambiamento a sinistra. PPD e PLR rimarranno le principali forze nella Camera dei Cantoni.

I volti nuovi saranno parecchi dato che 19 dei 46 "senatori" non si ricandidano. Tra questi figurano otto dei tredici rappresentanti del campo rosso-verde. E per la Neue Zürcher Zeitung le maggiori minacce di mancata rielezione pesano proprio sul PS.

Anche i politologi dell'istituto Sotomo di Zurigo, guidato da Michael Hermann, che la settimana scorsa hanno pubblicato la valutazione dell'azione politica dei 246 parlamentari federali su una scala sinistra-destra, predicono un lieve spostamento verso destra della Camera dei Cantoni, che era peraltro scivolata a sinistra nella passata legislatura.

Per questi politologi zurighesi, la ragione risiede nel fatto che oltre ai "senatori" del PS, tra coloro che non si ricandidano figurano esponenti del PPD e del PLR che si sono profilati un po' più a sinistra. Il caso più sintomatico riguarda l'uscita di scena del consigliere agli Stati del PLR Raphaël Compte (NE) che, su una scala da -10 (estrema sinistra) a +10 (estrema destra), nei quattro anni a Berna ha ottenuto un voto di -5,7. Sarà quasi certamente sostituito dal consigliere nazionale Philippe Bauer (+3,7).

In tre Cantoni, l'elezione agli Stati è cosa già fatta. In Appenzello Interno alla fine di aprile la Landsgemeinde ha eletto l'ex consigliere nazionale Daniel Fässler (PPD), che ha già assunto ufficialmente la carica a inizio giugno. È subentrato a Ivo Bischofsberger, pure del PPD, che ha lasciato l'incarico dopo tre legislature.

A Nidvaldo è stato eletto tacitamente l'uscente Hans Wicki (PLR), agli Stati dal 2015, noto al pubblico nazionale perché l'anno scorso si era presentato con Karin Keller-Sutter per succedere a Johann Schneider-Ammann in Consiglio federale.

In Obvaldo, l'uscente democristiano Erich Ettlin (PPD), alla Camera dei Cantoni dal 2015, in assenza di altre candidature, è pure stato rieletto tacitamente.

Le elezioni in questi tre piccoli cantoni prefigurano quello che con ogni probabilità sarà comunque il dato principale dell'elezione agli Stati: PPD e PLR rimarranno forti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Elezioni federali 2019
FRIBURGO
1 mese
Stati, niente ballottaggio per l'UDC
Il comitato direttivo ha deciso che Pierre-André Page, arrivato quarto domenica scorsa, non parteciperà al secondo turno
SVIZZERA
1 mese
Ecco dove "l'onda verde" ha colpito
Il successo in Consiglio nazionale dei Verdi è stato forgiato soprattutto nelle 31 città che contano oltre 15mila elettori
FRIBURGO
1 mese
Stati, almeno tre nomi per il ballottaggio
Levrat, Vonlanthen e Gapany si sfideranno il 10 novembre. Stasera l'UDC decide per la candidatura di Pierre-André Page
VAUD
1 mese
Olivier Français sostenuto a denti stretti dall'UDC
L'obiettivo dei democentristi è di mantenere il seggio del centro-destra in Consiglio degli Stati
SVIZZERA
1 mese
La campagna "porno" del Partito pirata ha fatto un buco nell'acqua
I video sono stati visualizzati milioni di volte su Pornhub ma i risultati politici non sono stati raggiunti
SVIZZERA
1 mese
Il clima? I costi della salute preoccupano di più
Quali sono i temi prioritari che il nuovo Parlamento dovrà affrontare? Le risposte degli elettori, nel sondaggio Tamedia
CANTONE
1 mese
Il giorno dopo la "marea verde"
Il trionfo ottenuto da Verdi e Verdi liberali occupa ampio spazio sulle prime pagine dei quotidiani svizzeri
SVIZZERA
1 mese
L'attuale formula magica «è superata»
Per il politologo Claude Longchamp il PLR la nuova combinazione deve essere 2-2-1-1-1
ELEZIONI FEDERALI 2019
1 mese
«Puntiamo a rompere la maggioranza della destra»
Parla Christian Levrat, presidente nazionale del PS. Il prossimo 20 ottobre l'appuntamento alle urne
ELEZIONI FEDERALI 2019
1 mese
«La strategia energetica è un successo del PPD»
A tu per tu con Gerhard Pfister, presidente nazionale del PPD, in vista dell'appuntamento elettorale del prossimo 20 ottobre
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile