Lisa Pantini e Alberto Riva
LUGANO / BALERNA
15.03.21 - 16:230

Un incentivo a favore dei giovani

Lisa Pantini, Candidata PLR al Consiglio comunale Lugano, lista nr 2, candidata nr 40

E Alberto Riva, Candidato PLR a Balerna per Municipio, lista nr 3, candidato nr 5 e Consiglio Comunale candidato nr. 18

LUGANO/BALERNA - Cosa hanno in ‘Comune’ due candidati che lavorano nell’economia per la stessa organizzazione? Oltre alla professionalità e alla passione per il proprio lavoro, l’esperienza e il partito, sicuramente anche idee condivise da proporre e attuare in distretti e località differenti. Sì. Lisa, candidata a Lugano, Alberto, candidato a Balerna.

Parrebbe quasi un azzardo affermare che ciò che è ipotizzabile implementare sulle rive del Ceresio, in un Comune di dimensioni più ampie e con dinamiche simili ma sicuramente anche molto distinte, è un modello che è possibile adottare, con le eventuali accortezze di adattamento del caso, anche in un Comune momò.

Eppure sia Lugano come Balerna sono due Comuni dove sono ubicate numerose aziende di successo, caratterizzanti un’economia dinamica, ognuno con le proprie peculiarità, che contribuiscono a comporre il tessuto economico comunale e, di riflesso anche quello cantonale, con una marcia in più.

In questo scenario uno dei punti chiave per il fiorire ed il mantenimento delle competenze dei collaboratori nelle nostre aziende è sicuramente la formazione professionale. Essa rappresenta quel “quid” che fa la differenza; modello che ci viene anche invidiato dall’estero.

La situazione congiunturale, così come il protrarsi della pandemia hanno sicuramente frammentato il mercato del lavoro. I dati della disoccupazione e dell’assistenza sociale sono in aumento. Soprattutto per quest’ultimo comparto emerge, purtroppo, una tendenza negativa che vede sempre più giovanissimi – appena affacciatisi sul mercato del lavoro – già in difficoltà.
Una proposta in questo senso, per ovviare a questo meccanismo, potrebbe essere un incentivo di 1’000 franchi erogato da parte del Comune a quelle aziende che mantengono il posto di lavoro per l’apprendista che ha terminato il suo tirocinio, assumendolo a tempo indeterminato o con un contratto a tempo determinato di almeno un anno.

Abbinando a questo primo passo un maggior accesso alle reti di sostegno dei giovani, incentivandone il dialogo e la fruibilità, si verrebbe a creare un circolo virtuoso che, da un alto ridurrebbe sicuramente la disoccupazione giovanile, e dall’altro permetterebbe ai giovani di conoscere le numerose possibilità di servizi integrativi a loro dedicati.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Elezioni 2021
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile