Deposit
TI.MAMME
17.06.21 - 08:000

Pancione e urti: quali rischi corre il bambino?

La massima attenzione serve ad evitare danni diretti e indiretti a mamma e nascituro

Tutte le donne in dolce attesa se lo domandano (e non solo loro, in realtà): urti e colpi esterni al pancione sono pericolosi per il feto? Per poter rispondere correttamente a questo interrogativo, bisogna distinguere tra danni diretti e indiretti da urti o cadute. Tra i primi rientrano gomitate involontarie, il calcio di un fratellino esuberante e maldestro la pressione contro il bordo di un mobile mentre si cerca di prendere un oggetto in alto e si può dire con sufficiente sicurezza che essi sono ben assorbiti da tutto ciò che circonda il nascituro: pareti addominali e uterine e liquido amniotico. Quest’ultimo, in particolare, assorbe l’urto e ne diminuisce l’intensità ed il bambino lo avverte appena reagendo o con l’immobilità momentanea o con movimenti rapidi. In caso di urti più violenti oppure cadute il rischio cambia perché i danni possono diventare indiretti e piuttosto gravi: contrazioni uterine con conseguenze pericolose al bambino o distacco della placenta. 

Da ricordare che nel primo trimestre anche le cadute di schiena possono risultare pericolose per il feto. Cosa fare se capita di cadere durante la gravidanza o di urtare il pancione? Prima di tutto tranquillizzarsi subito dopo l’avvenimento ed in seguito controllare se compaiono lividi sul pancione, perdite vaginali - anche ematiche – insolite o contrazioni. Verificare anche la presenza o meno dei movimenti fetali. Alla luce di questi fenomeni o semplicemente per essere più tranquille si può ricorrere ad una visita medica grazie alla quale controllare le condizioni del bambino. Ovviamente la raccomandazione per tutte le donne incinte è quella di evitare tutte le situazioni di potenziale pericolo, quindi niente sforzi o movimenti bruschi: è sempre preferibile la massima prudenza in ogni azione, più del solito comunque, e se vi viene in mente di pulire il lampadario, lasciate che lo faccia il marito!

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram

ULTIME NOTIZIE ti.mamme
ti.mamme
9 ore
Bullismo: vittime e carnefici, come riconoscerli?
I sospetti di un genitore possono essere il primo passo fondamentale nella soluzione del problema
ti.mamme
1 gior
La corretta alimentazione dei bambini passa attraverso il buon esempio
Le regole e i consigli per evitare l’insorgere dei disturbi alimentari e di capricci fastidiosi
TI.MAMME
4 gior
Colonie estive: gioia per i piccoli, ansia per gli adulti
Sfruttare l’occasione di crescita, superando l’apprensione spesso esagerata
TI.MAMME
5 gior
Bambini e smartphone: come evitare dipendenza e problemi di salute
Le raccomandazioni dei pediatri per un uso corretto dei dispositivi elettronici da parte dei piccoli
TI.MAMME
1 sett
Bimbi e paura dell’acqua: come risolvere il problema
Puntare ad un approccio precoce può aiutare i piccoli ad evitare qualsiasi resistenza
ti.mamme
1 sett
Covid, scoperto perché i bambini si ammalano molto meno
Gli studiosi hanno analizzato le vie respiratorie, in particolare il tessuto epiteliale del naso dei piccoli
TI.MAMME
1 sett
Far la spesa con i bambini evitando i capricci
Saper dire “no” alle continue richieste dei piccoli è un’arte da affinare con pazienza
TI.MAMME
1 sett
Le pet vacanze belle e possibili
Come organizzarsi per portare gli animali domestici in villeggiatura senza stress
TI.MAMME
1 sett
Coronavirus: quando la famiglia finisce in quarantena
Come gestire la lunga convivenza tra necessità e priorità di adulti e bambini.
TI.MAMME
1 sett
Eterocromia: vezzo o problema?
Il diverso colore degli occhi rappresenta una particolarità, ma non esclude alcuni elementi di rischio.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile