Museo in erba
TI.MAMME
28.11.20 - 08:000

"Calder, che circo!" la nuova mostra del Museo in erba

Grandi e piccini potranno visitarla a partire dal 30 novembre

Il 30 novembre arriva al Museo in erba “Calder, che circo!”: dal Centre Pompidou di Parigi un’imperdibile mostra interattiva che avvicina i più piccoli all’opera del famoso artista Alexander Calder (1898 – 1976) con un allestimento divertente e colorato.

La mostra regala ai bambini l’universo magico di Calder, fatto di stupore e poesia con materiali poveri, semplici, non convenzionali. Sin da piccolo, l’artista crea bijoux per le bambole della sorella e rimane un creativo tuttofare per tutta la vita: inventa giocattoli, disegna gioielli, dipinge aerei e automobili.

Il suo circo portatile, con gli animaletti e i personaggi in miniatura, messo in scena da Calder stesso, esprime appieno la sua attitudine e il suo coraggio nel reinterpretare la realtà con gli occhi e lo spirito dell’infanzia. Il suo lavoro è anche testimonianza di come ci si possa divertire ed essere creativi con poco: per i bambini di oggi, nativi digitali, è importante riscoprire la bellezza della manualità e la gioia e la soddisfazione di un’opera fatta a mano.

La sfida vinta da Calder è quella di aver reinventato la scultura trasformandola in un disegno nello spazio di forme in movimento, sempre alla ricerca di un equilibrio. La scultura ha così una nuova valenza e si veste di poesia e di leggerezza. I famosi “mobiles” che sembrano rami appesi di foglie e farfalle, ondeggiano nell’aria come piccoli “spettacoli del vento”.

Nella mostra i bambini sperimentano in prima persona le basi del linguaggio plastico dell’artista: manipolano forme colorate e oggetti quotidiani, compiono gesti semplici come soffiare, spingere, girare… imparano a conoscere l’equilibrio, il movimento, la composizione, il disegno nello spazio, il pieno e il vuoto e presentano le loro creazioni.

Nelle tre zone del percorso i giovani visitatori giocano con l’equilibrio delle forme; trasformano semplici linee in un disegno nello spazio con un filo di ferro che diventerà protagonista di un gioco di luci e ombre; animano un loro personalissimo spettacolo circense con figurine create con materiali di recupero.

I dispositivi ludici offrono ai piccoli visitatori le chiavi di lettura per comprendere le opere e permettono di stabilire un rapporto di familiarità con il mondo dell’artista. Il percorso è arricchito da un’ampia documentazione fotografica, stampata su grandi supporti di tela e da alcuni filmati che favoriscono l’incontro con la creatività, l’umorismo e la poesia di Alexander Calder.

Vivendo l’esperienza di questa mostra i bambini raccolgono spunti per continuare a liberare la fantasia anche a casa, dando nuova vita a oggetti e materiali di recupero.

È un’occasione anche per i genitori di condividere momenti di gioia e di sviluppare la creatività insieme ai propri figli. L’idea - ci ha insegnato Hervé Tullet - è come un solletico, la senti, la ascolti, la provi, non ti piace, la rifai... finché arriva, ed è una meraviglia! E non è qualcosa di riservato ai soli artisti, non c’è nulla di complicato: un filo di ferro con pochi e semplici gesti diventa una piccola scultura, ogni oggetto può essere trasformato nel personaggio di una storia... - Parola di Calder!

Il Museo in erba propone, inoltre, un programma di laboratori didattici con temi diversi ogni mese. Le attività sono pensate per offrire ai bambini strumenti, tecniche, modalità sempre originali e divertenti per esprimersi con l’arte, il disegno, i colori.

La mostra sarà visitabile fino al 13 giugno 2021. 

ULTIME NOTIZIE ti.mamme
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile