Deposit
TI.MAMME
25.11.20 - 08:000

L'amnesia infantile e la formazione dei ricordi

Il periodo dell'infanzia che non ricordiamo è il più importante per la memoria

Come si forma un ricordo? Rispondere a questa domanda significa soddisfare una legittima curiosità, ma soprattutto intravedere una traccia importante nella cura di malattie legate alla memoria come l'Alzheimer ed i disturbi legati all'autismo che possono interferire nella formazione dei ricordi. Ci sono due circuiti cerebrali alla base del consolidamento dei ricordi: uno ha funzione eccitatoria ed è quello che crea il ricordo vero e proprio, l'altro è inibitorio e ha il compito di eliminare le tracce inutili dal cervello, favorendo il consolidamento del ricordo. Il primo circuito era già noto, mentre il secondo è stato scoperto dai ricercatori della McGill University canadese che hanno pubblicato il proprio studio sulla rivista scientifica Nature. 

Alla luce di questa rivelazione, migliora anche l'approccio alla memoria dei bambini, ricordando che è nella primissima infanzia che comincia a formarsi la memoria e che è fondamentale, anche e soprattutto in questa fase, stimolare adeguatamente il cervello dei piccoli. La dottoressa Cristina Alberini docente presso il Center for Neural Science della New York University e coordinatrice di una ricerca sulla memoria infantile, pubblicata su Nature Neuroscience, evidenzia il bisogno del cervello dei bambini ad essere stimolato per consentire al sistema nervoso di sviluppare totalmente le funzioni di apprendimento e memoria. 

Via libera, quindi, a canzoncine, filastrocche, racconti e libri illustrati, ma anche a volti e posti nuovi. In questa fase dell'infanzia, tra i 2 ed i 4 anni, il cervello apprende come ricordare anche se, paradossalmente, da grandi di quella fascia di età si ricorda nulla. È la cosiddetta amnesia infantile che secondo una teoria dipenderebbe dall'immaturità dell'ippocampo, deputato alla creazione dei ricordi a lungo termine. Altri studiosi, invece, affermano che i ricordi dell'infanzia esistono, ma è impossibile recuperarli e, forse, avrebbero un grande effetto sull'equilibrio psichico.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram

ULTIME NOTIZIE ti.mamme
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile