Deposit
TI.MAMME
29.07.20 - 08:000

Otite esterna: cause e rimedi

L'infiammazione è più frequente d'estate, soprattutto nei bambini

Prurito ed orecchio ovattato sono i primi campanelli d'allarme che possono preannunciare l'arrivo dell'otite esterna, infezione causata, prevalentemente dal ristagno di acqua nelle orecchie. Quando arriva il dolore i bambini, soprattutto i più piccoli, tendono a toccarsi l'orecchio evitando di poggiarsi dal lato dolorante. Nulla di grave, un po' di buon senso ed i consigli del pediatra risolveranno la situazione. Per prima cosa sarà utile evitare di bagnare ancora l'orecchio ed in caso di dolore accompagnato da secrezioni, il pediatra prescriverà delle gocce di antibiotico ed antinfiammatorio da mettere direttamente nel condotto uditivo interessato. Il paracetamolo, invece, servirà a ridurre il dolore. 

Nel caso in cui le secrezioni non spariscano, sarà opportuno sottoporre il piccolo paziente ad una visita dall'otorino. L'otite esterna si manifesta soprattutto in estate quando i frequenti bagni al mare o in piscina lasciano le orecchie sempre umide, nonostante ci si sforzi di asciugarle al meglio. Per prevenire il problema, dopo aver asciugamano le orecchie con l'asciugamano si può asciugarle anche con il phon e per provare ad evitare di bagnarle è preferibile indossare la cuffia,calzata ovviamente sino a coprire completamente le orecchie. Evitare l'uso del cottonfioc per non ledere la pellicola di batteri utili ed al suo posto utilizzare l'asciugamano o un fazzoletto pulito.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram

ULTIME NOTIZIE ti.mamme
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile